A FABRIANO, JUNIORES E PROMESSE IN FERMENTO PER I TRICOLORI DI BRESSANONE




 
Week-end “a tutta atletica”, quello appena concluso a Fabriano, dove tra Campionati Regionali Individuali Juniores e Promesse, la seconda fase dei CdS Assoluti e una manifestazione regionale per gli under 20, non sono mancati risultati di assoluto rilievo per i portacolori dei club delle Marche e non solo. 

A partire dallo sprint femminile con diverse velociste marchigiane apparse subito in gran forma. A far registrare il miglior crono, 11.92, dei 100 m è stata la sempre più sorprendente Ilaria Narcisi (Collection Atl. Sambendettese), seguita dalla junior Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo), autrice di 12.03 in batteria e di 12.12 in finale. Ma bene anche la promessa anconetana dello Sport Atl. Fermo Claudia Vissicchio (12.36 in batteria) e la junior dell’Atletica Avis Macerata, Lucia Marchetti con 12.46 in finale (b 12.39 vento:+4.1). Sempre la Marchetti è, quindi, finita terza (25.92) nei 200 m dietro alla fermana Ramini (25.06) e all’allieva Lara Corradini (Sacen Corridonia), che con 25.30 ha ritoccato il suo primato personale. Tra gli uomini, il più veloce dei marchigiani nei 100 m è stato, con 10.99 (vento +1.8), Carlo Nardi (Atl. Avis Macerata), che nei 200 m ha, però, dovuto cedere il passo (22.30) al compagno di squadra junior Alessandro Berdini, protagonista di un imprendibile 21.57. Nel giro di pista ha firmato un’ottima performance cronometrica la promessa Donata Piangerelli, portorecanetese dello Sport Atl. Fermo, al traguardo con tanto di nuovo primato personale in 54.77, davanti a Marta Oliva (CS Esercito – 56.54). A livello maschile, 400 m in 48.75 per un lanciatissimo Carlo Foresi (Sacen Corridonia) che ha superato il senior Massimiliano Poeta (Atl. Fabriano-Osimo – 49.34).  

In particolare evidenza sugli ostacoli alti la fermana Marta Tomassetti (CS Esercito – b 13.89 – f 13.72) e il sangiorgese Giorgio Berdini (Aeronautica – b 14.26 – f 14.10). Tra gli juniores spicca, invece, di nuovo il nome di Mark Nalocca (Collection Atl. Sambendettese) che sui 110 hs ha collezionato un’altra vittoria da personal best-time: 14.23. Nella stessa gara, buon terzo posto (14.98) per Iacopo Palmieri dell’Atletica Montecassiano, mentre la sua compagna di squadra Ornella Oluwole ha corso i 100 hs in 14.89 (b 14.68 +3.8). Sulle barriere basse dei 400 hs, vittoria facile in 53.95 per la promessa Leonardo Loddo (Sport Atl. Fermo) su Davide Cesini (Atl. Recanati – 55.33). Le ostacoliste Erica Marziani (Jaky-Tech Apuana – 1:03.05) e l’allieva Francesca Renzi (Atl. TreValli AN – 1:05.49) sono, invece, state le più veloci della gara femminile.      

1.500 m sempre in testa per lo junior osimano Giuseppe Lomartire (Sport Atl. Fermo), vincitore in 3:57.64. Nei 3000 siepi, invece, la vittoria è andata a Matteo Olivi (Atl. Avis Macerata) con il tempo di 9:41.34.  

Di notevole livello, nonostante la pioggia guastafeste che ha caratterizzato la seconda giornata, la gara di salto con l’asta maschile vinta da Matteo Rubbiani (Aeronautica) con la misura di 5,40 m, davanti a Sergio D’Orio (Fiamme Gialle – 5,30) e Davide Bressan (Fiamme Oro – 5,10) e, in cui si è “rivisto”, con 4,50 m, anche la promessa Riccardo Lelii (ASA Ascoli). Nel lungo, continua il buon momento dell’anconetano Roberto Borromei (Atl. Vomano) atterrato a 7,44 m (+2.7), precedendo lo junior Luca Marsigliani (Atl. TreValli AN - 7,18) e il fratello Riccardo (6,96). Regine del triplo femminile sono, quindi, state Silvia Cucchi (Fiamme Oro) e Silvia Biondini (Forestale), rispettivamente prima e seconda con 13,24 e 12,95 (+3.3). Tra gli uomini, la vittoria è andata al fanese Marco Ravagli (Atl. Avis Macerata – 14,28) che, per 9 centimetri, ha avuto la meglio su Marco Torcianti (Atl. Fabriano-Osimo – 14,19). 

Successo nel disco per l’ex lanciatore umbro dell’Atl. Avis Macerata, Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) che scagliando il suo attrezzo a 56,26 m si è imposto su Marco Zittelli (Aeronautica Militare – 55,86). 59,56 m, invece, la misura vincente del giavellottista Giacomo Galeotti (Atl. Avis Macerata), con lo junior Andrea Manfroni (ASA Ascoli) al secondo posto (51,06). Sul gradino più alto del podio la promessa Laura Manfucci (Assi Banca Toscana FI), grazie a una martellata da 50,98 m. 40,24 i metri a cui è arrivato il martello della junior Valentina Michelini (Sport Atl. Fermo). Nel peso, 13,98 m per la promessa Elena Carini (CS Esercito) e 11,85 per la junior Aurora Narcisi (Collection Atl. Sambenedettese). 

Da ricordare, infine, che gli atleti delle categorie Juniores (under 20) e Promesse (under 23) da venerdì a domenica prossimi (15-17 giugno) scenderanno in pista ai Campionati Italiani di Bressanone, a caccia, come sempre, di conferme e di risultati che contano.    

Condividi con
Seguici su: