A STELLE E STRISCE L?8? MEETING CITTA? DI RECANATI




 
Non è di certo la scoperta dell’America. A Recanati, del resto, l’atletica è sempre stata di casa, ma, sabato 30 giugno, la Città della Poesia si prepara a vivere una giornata di sport veramente speciale. Anche perché, quest’anno, l’organizzazione curata dall’Atletica Recanati del presidente Gildo Cocchi ha voluto fare le cose proprio in grande.  

L’ottava edizione del Meeting Nazionale “Città di Recanati”, infatti, riempirà l’anello e le pedane dello stadio “Nicola Tubaldi” non solo di tantissimi big dell’atletica “made in Italy”, ma anche delle 35 ragazze della Brigham Young University, college americano membro della NCAA. La squadra femminile di questa prestigiosa università statunitense dello Utah schiererà per l’occasione alcune delle sue migliori rappresentanti come la velocista Jennifer Grossarth (100m/11.78 – 200m/23.87), l’ottocentista Angela Wagner (2:04.06), la siepista Kassi Andersen (3000st/9:44.68) e la saltatrice in lungo Mindy Neeley  (6,50 m).  

Ma c’è da scommettere che di fronte alle Cougars della B.Y.U. anche le portacolori dei numerosi club italiani presenti all’evento, tireranno fuori gli artigli. Al momento, infatti, la start list della manifestazione comprende diversi protagonisti del panorama nazionale. Su tutti il nome della neo-primatista italiana assoluta del getto del peso Chiara Rosa (Fiamme Azzurre), che domenica a Milano in Coppa Europa ha scagliato il suo attrezzo alla misura record di 19,15 m. E, sempre a proposito di guinnes, nell’asta femminile tutti gli occhi saranno puntati sulla bergamasca Elena Scarpellini (Fondiaria-SAI) che, dopo l’ennesimo titolo tricolore di Bressanone, andrà di nuovo a caccia della migliore prestazione italiana under 23.  

E non sarà certo da meno la pedana del peso maschile in cui a farla da padroni saranno tre autentici “giganti” della specialità, ovvero l’ascolano Paolo Capponi (Fiamme Oro), Marco Dodoni (Forestale) e Marco Di Maggio (Aeronautica).  

Assolutamente da seguire anche i 100 m che vedranno in pista diverse frecce dello sprint azzurro. Tra gli uomini sarà, così, lotta all’ultimo centesimo tra il sangiorgese campione italiano 2006 Luca Verdecchia (Fiamme Oro), Giovanni Tomasicchio (Atl. Amatori Acquaviva), Marco Torrieri (Aeronautica) e Maurizio Checcucci (Fiamme Oro). Tra le donne, invece, la scena sarà tutta per Anita Pistone (Esercito) e Maria Aurora Salvagno (Aeronautica), con le due marchigiane Ilaria Narcisi (Collection Atl. Sambenedettese) e Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo) che non resteranno sicuramente a guardare. 

Sul giro di pista sarà, quindi, la volta di Tiziana Grasso (Fondiaria SAI), della fermana Alessia Tomassetti (Assindustria Sport Padova) e del talento marchigiano Chiara Natali (Atl. Elpidiense Avis-Aido) che, seppur provenga da quasi una settimana di stop forzato degli allenamenti per un piccolo problema di salute, proverà a fare, comunque, la sua gara. I 400 maschili vedono come favoriti i due carabinieri Luca Galletti e Marco Salvucci, con quest’ultimo, maceratese, reduce dalla vittoria di Coppa Europa nella 4x400.     

E si preannunciano sfide interessanti anche sugli ostacoli. Sulle barriere alte saranno all’opera il carabiniere pluricampione italiano Emiliano Pizzoli, insieme a Cristian Cristellotti (Crus Pedersano) e al recanatese Andrea Cocchi (Aeronautica). A livello femminile, sui 100hs Marzia Caravelli (Jaky-Tech Apuana) e le tre portacolori dell’Esercito Marta Tomassetti, Silvia Franzon e Cristina Chiani se la dovranno vedere con Margherita Nicolussi (Forestale). Tra i più attesi sulle barriere basse dei 400hs ci sono, invece, Lauren Ottoz (Fiamme Gialle), il campione italiano Promesse 2007 Nicola Cascella (Aeronautica), Marta Oliva (Esercito), Anna Pane (Forestale) e la catanese Anna Guerrera (Pol. Europa Capaci).  

Nel lungo, il miglior accredito è quello di Stefano Tremigliozzi (Aeronautica), ma i gemelli anconetani Roberto e Riccardo Borromei (Atl. Vomano) proveranno senza dubbio a dargli del filo da torcere. E se nell’alto femminile dovrebbe avere vita facile Elena Meuti (Cus Cagliari), l’asta maschile sarà un affare a due, al di là del muro dei 5 metri, tra Matteo Rubbiani (Aeronautica) e Sergio D’Orio (Fiamme Gialle).  

E a dare un ulteriore tocco d’azzurro al Meeting di Recanati ci penseranno i ragazzi e le ragazze delle staffette 4x100 juniores della Nazionale italiana che si cimenteranno in un test di preparazione in vista dei prossimi Campionati Europei di Hengelo. 

La manifestazione prenderà ufficialmente il via alle 16.45 di sabato (ingresso gratuito) presso lo Stadio Comunale “Nicola Tubaldi”. Venerdì 29, invece, grazie anche alla gentile collaborazione dell’Atletica Avis Macerata, allo Stadio “Helvia Recina” di Macerata, si svolgerà una ghiotta anteprima dell’evento tutta a base di lanci lunghi (giavellotto, martello e disco).   

Il sito web ufficiale della manifestazione:

http://www.atleticarecanati.it/Meeting/INDEX.html



Condividi con
Seguici su: