A TAMPERE STRAORDINARIA REINA: 52.89!




 
E’ subito Reina all’Incontro Internazionale Indoor Finlandia-Italia di Tampere. Alla grande! In 52.89 la camerte portacolori delle Fiamme Azzurre è stata ancora una volta l’imbattibile protagonista dei 400 m. Il suo successo in 52.89 è stato netto: dopo un avvio fin troppo prudente, anche a causa della partenza nella corsia più esterna (e priva dunque di ogni riferimento), l’azzurra ha prodotto un 150 finale apprezzabile per grinta e fluidità di corsa. Missione compiuta, quindi, per la primatista italiana assoluta del giro di pista che, oltre al suo nuovo primato personale al coperto, ha così conquistato il minimo per gli Euroindoor di Birmingham.  

Ottima prova in maglia azzurra anche del fratello Filippo, portacolori dell’Atletica Avis Macerata, che ha impeccabilmente interpretato la seconda frazione della staffetta 4x300 maschile formata da Edoardo Vallet, Luca Galletti e Claudio Licciardello con i quali ha letteralmente sbaragliato la concorrenza dei Finlandesi, fermando il cronometro a 2:15.77. 

Ha, invece, collezionato due secondi posti lo sprinter sangiorgese Luca Verdecchia (Fiamme Oro). Per lui 6.70 nei 60 m e 10.47 nei 100 m. Una doppia falsa partenza ha, invece, impedito all’altro marchigiano Giorgio Berdini di fare la sua parte nei 60 hs, vinti dall’altro azzurro Andrea Giaconi in 7.85, crono sicuramente alla portata dell’ostacolista sangiorgese che vanta un personale di 7.86. 

Nemmeno 38 gradi di febbre  sono riusciti a fermare il Campione Europeo di salto in lungo, Andrew Howe che, reduce dal lungo stage di allenamento al Palaindoor di Ancona, ha battuto l’altro big della specialità, il sudafricano Godfrey Mokoena, 8,02 a 7,99 m. Benissimo anche a la campana Antonietta Di Martino, volata a 1,97 m nel salto in alto, ovvero la quinta migliore prestazione stagionale al mondo, ad un solo centimetro dal record italiano indoor di Antonella Bevilacqua.



Condividi con
Seguici su: