ASCOLI PICENO | ALBERTAZZI RECORD AL TROFEO CARISAP




 

C'è chi potrebbe pensare al "fattore casa", anche se un risultato del genere non è affatto un caso. Vero è, infatti, che il Campo Scuola "Bracciolani" di Ascoli Piceno è quello dove l'allievo Eduardo Albertazzi si allena tutti i giorni sotto la guida del Maestro dello Sport Armando De Vincentis, ma il giovane discobolo dell'ASA Ascoli ha dimostrato ancora una volta di essere un'autentica promessa della specialità. I 54 metri e 60 centimetri a cui oggi, in occasione del 26° Trofeo Carisap, ha fatto volare il suo disco rappresentano, infatti, la nuova migliore prestazione italiana under 18 con attrezzo da 1,750 Kg. Questa la serie completa di lanci: 54,60 - X - 52,40 - 53,93 - 53,32 - X. Esattamente quasi 31 anni dopo e 30 centimetri più in là dei 54,30 m del primato stabilito da Marco Martino il 9 ottobre del 1977 a Rieti.

Notevolissimo, però, è stato anche il 48.26 sui 400 del sempre più sorprendente italo-albanese Eusebio Haliti (Pol. Rocco Scotellaro), già grande protagonista della stagione indoor dove non ha potuto scrivere il suo nome accanto alla nuova migliore prestazione italiana di categoria per ragioni non cronometriche, ma soltanto anagrafiche. Nel giro di pista bene anche i due allievi dell’ASA Ascoli Matteo Capriotti e Daniele Fioravanti, rispettivamente quarto e quinto in 50.80 e 51.87. Nel disco assoluto, invece, il finanziere Giovanni Faloci ha messo subito a segno un convincente 57,27 m. Vento contrario (-1.1), ma acceleratore già ben schiacciato per la sambenedettese Ilaria Narcisi (Tecno Adriatletica Marche) che nella finale dei 100 m ha fermato il cronometro a 12.39 (12.53 B). 



Condividi con
Seguici su: