Dario Santoro vince la 9^ Corsa di Nemo

18 Agosto 2019

La manifestazione podistica di Km 8 si è svolta a Martinsicuro. Adugna secondo, terzo Di Cecco. Tra le donne vince Marcella Mancini  


 

Sempre in primo piano il podismo nel periodo agostano, dove le manifestazioni hanno luogo in località turistiche. Una di queste è Martinsicuro, dove si è svolta sabato 17 agosto la 9^ edizione della Corsa di Nemo, che prevedeva una gara di Km 8 su un percorso misto sterrato, spiaggia e strada con partenza dal Lungomare Europa, all’altezza dello Chalet Nemo. L’organizzazione è stata curata dalla società Podisti di Nemo. La manifestazione, valida per il calendario Corrimaster FIDAL, ha riscontrato un notevole afflusso di partecipanti, 450 alla sola gara competitiva, vivacizzata anche da un livello tecnico e agonistico di spessore. L’italo etiope Biniyam Senibeta Adugna (Turismo Podismo) non ha potuto bissare la vittoria del 2017, questa volta battuto dal pugliese Dario Santoro (Atletica Potenza Picena), quotato fondista di 29 anni che vanta primati personali in carriera di 1h 05’11” in mezza maratona e 2h 21”20” in maratona. Santoro ha inflitto 31 secondi di distacco ad Adugna, che non è riuscito a tenere il ritmo del vincitore. Alle loro spalle, seppur staccato di oltre un minuto, si è battuto ottimamente il veterano Alberico Di Cecco (Vini Fantini), terzo in 26’58”. Da evidenziare il quinto posto del giovanissimo mezzofondista aquilano Francesco Larcinese (Atletica L’Aquila), classe 2003, arrivato quinto in 27’40”, dietro Giovanni Moretti (Atletica Recanati) 27’08”. Larcinese è un interessante prospetto, con primati personali di 1’59”63 sugli 800 e 4’09”54 sui 1500, tutti stabiliti quest’anno. Di buon livello tecnico anche l’ordine d’arrivo femminile, nel quale spicca il primo posto della veterana Marcella Mancini (Marà Avis Martahon), fondista con una presenza in nazionale, che si è piazzata trentaduesima assoluta in 30’41”, precedendo di 49 secondi l’emergente pescarese Marika Monaldi (Unione Atletica Abruzzo), 43^ assoluta. Un secondo posto molto conteso, in modo quasi insolito a livello femminile, perché Sara Di Prinzio (Runners Chieti) e Sara Carducci (Ascoli Marathon), rispettivamente terza e quarta classificate, sono arrivate con distacchi raccolti in un fazzoletto di secondi. La Di Prinzio ha impiegato 31’34”, la Carducci 31’37”. Più staccata la quinta classificata, Simona Ruggieri (Mezzofondo Club Ascoli) 32’26”.  

Il resto della classifica generale: 6° Davide Ricciutelli (Tocco Runner) 27’48”, 7° Domenico Caporale (Daunia Running) 27’52”, 8° Matteo Manuppelli (Apricena in Corsa) 28’02”, 9° Mirco Cassetta (Nuova Podistica Centobuchi) 28’39”, 10° Giuseppe Localzo (Atletica Potenza Picena) 28’47”.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate