Albertazzi fa 60 metri al Trofeo Citta' di Ascoli




 

Anche quest’anno vincono i padroni di casa nel 29° Trofeo Città di Ascoli, meeting nazionale organizzato al campo scuola Mauro Bracciolani. Con uno score finale di 167 punti, l’Asa Ascoli Piceno supera quindi le formazioni della Tecno Adriatletica Marche (128) e dell’Atletica Avis Macerata (124). La miglior prestazione individuale, al maschile, arriva dalla pedana del disco: Eduardo Albertazzi infatti si migliora fino a toccare la misura di 60 metri esatti, per un progresso di oltre un metro rispetto al suo precedente limite di 58.86, realizzato all’inizio di marzo nel vittorioso Triangolare di Val de Reuil (Francia). Il ventenne finanziere ascolano, pluricampione e primatista italiano delle categorie giovanili, sale quindi in sesta posizione nella lista nazionale under 23 di sempre. Ecco la serie completa di Albertazzi in gara: 55.31; 60.00; 59.62; N; N; 56.41. Al secondo posto un altro ascolano, Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) con 58.09. Tra le donne c’era interesse nella gara dei 400 metri per la partecipazione di Marzia Caravelli, doppia campionessa italiana (200 metri e 100 ostacoli), al debutto sul giro di pista all’aperto: 54”34 il crono vincente per la pordenonese del Cus Cagliari, davanti al 55”05 della brasiliana Perla Regina Dos Santos (Us Aterno Pescara). Bella sfida anche nel giavellotto maschile, dove si afferma il toscano Giacomo Puccini (Atl. Riccardi) con 73.29 sfiorando il record personale, per battere l’ex tricolore Roberto Bertolini (Fiamme Oro), 72.89. E poi sui 3000 metri festeggia il successo l’ascolano Stefano Massimi (Atl. Riccardi) in 8’14”72, sull’azzurrino Mohad Abdikadar (Aeronautica), secondo in 8’17”75, e lo junior Daniele D’Onofrio (Atl. Gran Sasso), 8’18”82, tutti al personal best sulla distanza. Nei 1500 metri femminili primo posto con 4’34”07 della promessa Alessia Pistilli (Audacia Record), marchigiana di Matelica, e nel disco si impone la compagna di squadra Chiara Centofanti, under 20 abruzzese che si migliora fino a 45.50.

RISULTATI (Ascoli Piceno, 28 aprile)
Uomini. 100 (vento -0.4): Marco Emilio Gai (Pol. Rocco Scotellaro Matera) 10”89; 400: Luca Ragonici (Atl. Gran Sasso) 49”71; 3. Tommaso Giuliodori (Tecno Adriatletica Marche) 50”25; 3000: Stefano Massimi (Atl. Riccardi) 8’14”72; 2. Mohad Abdikadar (Aeronautica) 8’17”75; 3. Daniele D’Onofrio (Atl. Gran Sasso) 8’18”82; lungo: Zied Fekih Hassen (Usa Avezzano) 6.68 (+1.4); peso juniores (6 kg): Lorenzo Del Gatto (Tecno Adriatletica Marche) 16.10; peso seniores (7,260 kg): Michele Volpe (Pol. Rocco Scotellaro) 13.58; disco allievi (1,5 kg): Gian Marco Cacciamani (Atl. Maxicar Civitanova) 48.28; disco seniores (2 kg): Eduardo Albertazzi (Fiamme Gialle) 60.00; 2. Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) 58.09; giavellotto: Giacomo Puccini (Atl. Riccardi) 73.29; 2. Roberto Bertolini (Fiamme Oro) 72.89; 3. Joel Enrico Giorgi (Asa Ascoli Piceno) 55.98; 4. Emanuele Salvucci (Atl. Avis Macerata) 55.14.
Donne. 100 (-1.7): Ilaria Giretti (Sport Atl. Fermo) 12”47; 400: Marzia Caravelli (Cus Cagliari) 54”34; 2. Perla Regina Dos Santos (Us Aterno Pescara) 55”05; 3. Lucia Paternesi Meloni (Tecno Adriatletica Marche) 59”59; 1500: Alessia Pistilli (Audacia Record) 4’34”07; lungo: Valentina Attorri (Tecno Adriatletica Marche) 5.11 (+1.5); peso: Deborah Spadaro (Atleratletica Locorotondo) 11.68; disco: Chiara Centofanti (Audacia Record) 45.50.
Cadetti. 80 (-1.9): Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 9”95; 1000: Diego D’Alessandro (Athletic Team Civitanova) 2’52”52; martello: Alfredo Mercuri (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 31.75; giavellotto: Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) 49.95.
Cadette. 80 (-2.6): Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo) 10”41; 1000: Debora Baldinelli (Atl. Osimo) 3’13”96; lungo: Alessia Giuliante (Ecologica G Giulianova) 4.86 (+3.3); 2. Giulia Antonelli (Atl. Avis Macerata) 4.77 (+2.1).
Ragazzi. 60: Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese Tecnolift) 8”47.
Ragazze. 60: Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 8”81.


Nell'immagine in alto, il discobolo Eduardo Albertazzi (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL); in basso, il servizio video a cura di Mario Giannini




Condividi con
Seguici su: