Alto show ad Ancona: è l'anteprima degli Assoluti

13 Febbraio 2019

Venerdì 15 febbraio al Palaindoor si assegnano i primi titoli tricolori con due gare-evento. In pedana Trost e Vallortigara al femminile (ore 17), poi Tamberi di fronte al pubblico della sua città (ore 19) con ingresso gratuito


 

Musica, luci, spettacolo. Due grandi gare di salto in alto, venerdì 15 febbraio, nell’anteprima-show dei Campionati Italiani Assoluti indoor. I saltatori si contenderanno le prime due maglie tricolori in palio al Palaindoor di Ancona, alle 17 nella prova femminile e alle 19 in quella maschile, con ingresso gratuito per il pubblico e in diretta streaming su atletica.tv. Fari puntati soprattutto su Gianmarco Tamberi, Alessia Trost ed Elena Vallortigara che si ripresentano in pedana dopo le buone impressioni di sabato scorso a Banska Bystrica.

VERSO GLASGOW - Per Gimbo Tamberi (Fiamme Gialle) è un appuntamento atteso da settimane. Nella sua Ancona, sulla pedana di casa, ha chiamato a raccolta tutti gli amici pronti a spingerlo per la prima volta quest’anno oltre la quota di 2,30. A questa misura, a Banska Bystrica, si è già espresso con un paio di buoni tentativi e venerdì ci riprova nella serata che va considerata un’altra tappa del cammino verso gli Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo). La gara in Slovacchia (2,27) ha evidenziato una crescita di un centimetro rispetto all’esordio della settimana precedente a Karlsruhe (2,26) e Ancona è l’opportunità per continuare a salire.

Assente Marco Fassinotti che ha rinunciato alla stagione al coperto e Silvano Chesani in ripresa dall’infortunio al piede sinistro, fuori gioco anche il tricolore indoor in carica Stefano Sottile, a garantire la competizione ad alti livelli per Halfshave arrivano dall’estero il greco da 2,34 in carriera Konstantinos Baniotis e il messicano Edgar Rivera (2,30 PB), ovviamente fuori classifica. Il calore della “curva Tamberi” al Palaindoor aiutò il primatista italiano a saltare 2,36 agli Assoluti nella magica stagione al coperto del 2016, quella del record italiano a 2,38 di Hustopece e dell’oro mondiale di Portland. Lo scorso anno, invece, il 26enne marchigiano fu spettatore e tifoso d’eccezione a bordo pedana. Stavolta è il favoritissimo nella prova tricolore che vede iscritti, tra gli altri, Nicolas De Luca (Atl. Firenze Marathon), Eugenio Rossi (Biotekna Marcon), Andrea Lemmi (Atl. Livorno).

DUELLO TRICOLORE - Al femminile la lotta per il titolo rinnova la sfida tra Alessia Trost ed Elena Vallortigara che sabato scorso hanno incrociato le armi a Banska Bystrica, con il secondo 1,94 stagionale per la pordenonese delle Fiamme Gialle bronzo mondiale indoor e il debutto da 1,90 per la vicentina dei Carabinieri capace nella scorsa stagione di 2,02 in Diamond League a Londra. Entrambe prestazioni da considerarsi positive in chiave Glasgow. Trost, sulla pedana marchigiana che ospita i suoi allenamenti quotidiani, vuole confermarsi campionessa italiana dopo il titolo in sala del 2018 e magari rivedere al rialzo lo stagionale, concretizzando quel secondo tentativo a 1,97 in Slovacchia che non è dispiaciuto affatto. Vallortigara il titolo italiano indoor l’ha vinto due anni fa e la “prima” di Banska Bystrica l’ha già vista pareggiare il personal best al coperto che risaliva al 2011. La corsa per le posizioni migliori può essere estesa anche a Desirèe Rossit (Fiamme Oro), quest’anno a 1,85, stessa misura della compagna di club Erika Furlani.

File allegati:
- Risultati
- Programma orario


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate