Altre sei medaglie per le Marche a Misano




 

Nella seconda giornata dei Campionati italiani juniores e promesse, a Misano Adriatico (Rimini), gli atleti marchigiani conquistano un poker di bronzi, che fa seguito al tris d’oro realizzato ieri, e anche due argenti. In quattro salgono così sul terzo gradino del podio individuale, e tutti con prestazioni notevoli, dopo aver lottato a lungo per le posizioni di vertice. Come la 21enne sambenedettese Enrica Cipolloni, cresciuta nella Tecno Adriatletica Marche e da quest’anno nelle Fiamme Oro, che si esprime al massimo nel salto in alto promesse: infatti la pluricampionessa delle prove multiple supera la quota di 1.84 con l’ultimo tentativo disponibile, che eguaglia il personale all’aperto (ad un solo centimetro da quello in sala), poi non riesce nell’impresa di migliorarsi alla successiva misura di 1.86 che si rivela decisiva. Il titolo va alla lombarda Chiara Vitobello, davanti alla veneta Elena Vallortigara (1.86 per entrambe). E si conferma sul podio tricolore la quattrocentista Chiara Natali, dopo i due argenti della passata stagione. L’elpidiense della Sport Atletica Fermo chiude in 55”65, preceduta tra le under 23 soltanto dalle lombarde Marta Maffioletti (55”31) e Valentina Zappa (55”40), invece l’altra marchigiana Lara Corradini finisce sesta in 56”70.

Sorprende, ma fino a un certo punto, lo splendido bronzo di Lucia Paternesi Meloni negli 800 juniores, perché la giovane di Sant’Elpidio a Mare possiede doti da agonista, e in questa stagione ha compiuto grandi progressi con la maglia della Tecno Adriatletica Marche, già dimostrati grazie al quarto posto indoor di febbraio. Sulla pista di Misano corre in 2’12”84, abbassando ulteriormente il personal best che era di 2’13”73, centrato due settimane fa a Caorle: in tutto, nell’arco di dodici mesi, ha tolto quasi quattro secondi al proprio limite. E anche al maschile c’è un bronzo, sugli 800 promesse: Leonardo Zucchini nel 2011 fu secondo a Bressanone, stavolta il mezzofondista dell’Atletica Maxicar Civitanova è terzo con 1’50”74, ma in una gara nettamente più veloce rispetto all’anno scorso, tant’è che il marchigiano abbatte il personale di un secondo. Quinto l’ascolano Stefano Massimi in 1’51”94.

Ma il metallo più prezioso del pomeriggio romagnolo arriva nella staffetta 4x100 promesse femminile, per merito del quartetto targato Sport Atletica Fermo: argento in 48”52 con Irene Piergentili, Chiara Natali, Ilaria Giretti e Yessica Stortini Perez. Nell’ultima gara del sabato, un altro argento va al collo della matelicese Alessia Pistilli, seconda in 16’43”92 (primato personale) sui 5000 promesse, dove finisce quinta l’osimana Elisa Cesari (Esercito Sport & Giovani), 17’07”41. A sfiorare il podio è invece il marciatore Michele Antonelli (Atl. Avis Macerata), quarto nella 10 chilometri juniores in 46’59”13, e stesso piazzamento per Joel Enrico Giorgi (Asa Ascoli Piceno) nel giavellotto under 20 con 56.43 e per Giovanni Mantovani (Aeronautica/Sport Atl. Fermo) sui 110 ostacoli promesse in 14”22 (+2.4) dopo un 14”18 ancora più ventoso in batteria (+3.4). Nell’asta juniores coglie un buon quinto posto Barbara Donzelli (Sport Atl. Fermo), che eguaglia il personale di 3.50, mentre la promessa Maria De Iacovo (Atl. Avis Macerata) finisce sesta nei 100 ostacoli in 14”67 (vento +1.0), come la staffetta 4x100 juniores maschile della Sport Atletica Fermo con Andrea Sabatini, Paolo Totò, Gian Lorenzo D’Amico, Nicolò Marinelli (43”05 il loro tempo). Infine conquista l’accesso in finale Ornella Kelly Nya Yanga (Atl. Avis Macerata), ottava nel peso promesse con il personal best di 10.82.

Domani la giornata conclusiva che propone molte finali interessanti: tra gli altri, l’osimano Tommaso Giuliodori (Tecno Adriatletica Marche) sarà al via nei 400 ostacoli juniores con il secondo tempo delle batterie, 54”90, e nella gara promesse è atteso Lorenzo Veroli (Atl. Maxicar Civitanova), che ha realizzato il quarto crono d’ingresso con 52”98. Sui 200 metri da seguire la promessa Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata), terzo nel turno preliminare in 21”31 (+2.6), e la junior Martina Buscarini (Sef Stamura Ancona), quarto crono in qualificazione con 24”45 (+2.1).


ORO
Disco promesse: Eduardo Albertazzi (Fiamme Gialle/Asa Ascoli Piceno) 61.84
Martello promesse: Sara Pizi (Tecno Adriatletica Marche) 55.15
Alto promesse: Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle) 2.26

ARGENTO
4x100 promesse: Irene Piergentili, Chiara Natali, Ilaria Giretti, Yessica Stortini Perez (Sport Atl. Fermo) 48”52
5000 promesse: Alessia Pistilli (Audacia Record Atl.)
16’43”92

BRONZO
800 promesse: Leonardo Zucchini (Atl. Maxicar Civitanova) 1’50”74
400 promesse: Chiara Natali (Sport Atl. Fermo) 55”65
Alto promesse: Enrica Cipolloni (Fiamme Oro/Tecno Adriatletica Marche) 1.84
800 juniores: Lucia Paternesi Meloni (Tecno Adriatletica Marche) 2’12”84


RISULTATI COMPLETI


Nell'immagine, la 4x100 promesse della Sport Atletica Fermo: Irene Piergentili, Chiara Natali, Ilaria Giretti e Yessica Stortini Perez; in basso, il podio degli 800 promesse con Leonardo Zucchini, quello dell'alto promesse con Enrica Cipolloni e degli 800 juniores con Lucia Paternesi Meloni; la quattrocentista Chiara Natali in azione (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL); l'ottocentista Lucia Paternesi Meloni (FotoGP.it)





Condividi con
Seguici su: