Ancona: Donato 16,71 all’esordio

21 Febbraio 2016

Al Palaindoor il debutto stagionale per il bronzo olimpico del salto triplo, con la settima misura mondiale dell’anno


 

Si apre con 16,71 nel salto triplo la stagione del bronzo olimpico Fabrizio Donato. Al Palaindoor di Ancona, il finanziere ottiene il suo miglior risultato di giornata al secondo tentativo, quasi sette mesi dopo l’ultima uscita agonistica, quando a Torino vinse il titolo nazionale assoluto all’aperto. Nell’impianto del capoluogo marchigiano, il primatista italiano inizia la gara atterrando a 16,61 e poi aggiunge dieci centimetri regalando qualcosa allo stacco, quindi un nullo e la scelta di passare le due successive prove, per chiudere con 16,62. La misura di 16,71 vale il settimo posto nelle liste mondiali e il secondo in quelle europee dell’anno per l’atleta seguito dal tecnico Roberto Pericoli. Senza dimenticare che è anche il vertice delle sue ultime quattro stagioni al coperto, un centimetro in più rispetto al 16,70 dell’anno scorso. “Come inizio va bene - il commento dell’azzurro - perché avevo poche sicurezze, dopo una lunga assenza, e queste si possono avere solo con le gare. Nei salti che ho fatto, sono andato molto lontano con i primi due balzi e mi fa ben sperare, di solito succede quando mi trovo in buona condizione. Poi in ogni tentativo ho commesso errori diversi, quindi ci sono margini di miglioramento. Spero di poter crescere agli Assoluti indoor, di nuovo ad Ancona, fra due settimane”. La gara di oggi era inserita all’interno di un meeting dedicato alle categorie giovanili, ragazzi e cadetti. “Mi sono sentito uno di loro - afferma il 39enne Donato - questo è il mio ambiente, mi piace divertirmi e far divertire, sempre con il sorriso sulle labbra”. Secondo posto per Daniele Cavazzani (Atl. Studentesca CaRiRi) con 16,07 davanti al 15,90 del tricolore promesse Simone Forte (Fiamme Gialle).

 

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: