Ancona: esordio ok al Palaindoor

11 Gennaio 2020

Nel meeting di apertura, Angelini conquista i 200 sfiorando il personale. Rientra nell’alto Trillini con una vittoria


 

Partenza valida per il 2020 dell’atletica al Palaindoor di Ancona. Nel meeting inaugurale, sabato 11 gennaio, arrivano subito buoni risultati degli atleti marchigiani. Sui 200 metri lo sprinter Lorenzo Angelini è protagonista di un esordio vincente in 21”82. Con questo crono il 27enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata sfiora il record personale in sala, a un solo centesimo dal tempo di 21”81 realizzato l’anno scorso, e comincia con il piede giusto la nuova stagione. Ritorno in quota nell’alto di Benedetta Trillini (Team Atl. Marche). La 18enne di Filottrano, vicecampionessa italiana juniores, salta 1.73 con un percorso netto fino a quella misura prima di tre errori a 1.75 e conquista il successo davanti a Eleonora Schertel (Atl. Arcs Cus Perugia), a sua volta con 1.73 ma dopo aver commesso un maggior numero di salti nulli. Al terzo posto Melissa Michelotti (Sport Atl. Fermo, 1.67) e applausi anche per la 16enne Francesca Botnari (Sef Stamura Ancona), al personale indoor con 1.63.

Buona la prima di Serena Frolli (Team Atl. Marche), la campionessa italiana under 16 dei 1200 siepi. Al debutto tra le allieve, la giovane mezzofondista di Osimo si prende il successo negli 800 metri con 2’20”68. Tra gli uomini l’ascolano Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) firma il personal best indoor di 1’54”65 ma si fa notare anche lo junior Riccardo Saltutti (Atl. Jesi), terzo in 1’57”54.

Bel duello nei 60 ostacoli under 20 tra Simone Romagnoli (Team Atl. Marche) e Federico Agostini (Asa Ascoli Piceno) che arrivano sul traguardo con lo stesso crono di 8”44 in finale, ma per questione di millesimi l’osimano della Tam si aggiudica il successo al fotofinish dopo aver fatto segnare il miglior crono della batteria con 8”53 davanti all’ascolano (8”69). Al femminile terza Succes Festus (Atl. Fabriano), nell’esordio da allieva con 9”33 nel turno eliminatorio e 9”30 in finale, alle spalle di Sofia Camerano (Us Aterno Pescara, 9”12) e Valentina Bianchini (Fiamme Gialle Simoni, 9”20 dopo aver corso la batteria in 9”10).

Nel lungo quarta Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) con 5.40, a dieci centimetri dalla vincitrice Emma Corbelli (Self Atl. Montanari & Gruzza Reggio Emilia) che atterra a 5.50, mentre sui 200 metri le migliori marchigiane sono Ilenia Angelini e Sabrina Salvatori, entrambe dell’Asa Ascoli Piceno, in 26”46 nella gara vinta dalla lombarda Annalisa Spadotto Scott (Bracco Atletica) con 24”48. La prova maschile dei 60 allievi vede il netto progresso del 16enne Mouhamed Pouye (Atl. Ravenna) che demolisce due volte il suo primato con 8”04 in batteria e 8”00 in finale. Tra gli assoluti Francesco Ferrante (Atl. Firenze Marathon) corre in 7”93 dopo il 7”94 del primo turno. Domani la seconda giornata con un doppio appuntamento: meeting giovanile al mattino, un’altra riunione assoluta nel pomeriggio.

File allegati:
- Risultati

Giudici di gara e staff FIDAL Marche al meeting di apertura della stagione 2020 al Palaindoor di Ancona


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate