Ancona verso gli Europei Master 2016

28 Ottobre 2014

Incontro fra Comitato Regionale FIDAL Marche e dirigenti EMA per la rassegna continentale “over 35” al coperto, che dopo sette anni tornerà al palaindoor Banca Marche Palas

 

La città di Ancona si prepara a ospitare i Campionati Europei Master Indoor 2016 di atletica leggera. Si è svolta oggi una riunione tra i dirigenti EMA (European Masters Athletics) e il Comitato Regionale FIDAL Marche rappresentato dal presidente Giuseppe Scorzoso, per definire gli aspetti organizzativi della manifestazione. L’incontro si è tenuto a Grosseto, in coincidenza con il sopralluogo dell’associazione continentale nella città toscana, che accoglierà invece gli Europei Master “non stadia” del 2015.
 
Ritornerà quindi al palaindoor Banca Marche Palas di Ancona la rassegna europea in sala “over 35”, sette anni dopo l’edizione organizzata nel 2009. Nel corso della riunione, il presidente EMA Kurt Kaschke ha ricordato il successo di quell’evento: “In particolare, oltre alle gare, anche la speciale atmosfera che si respirava durante la cerimonia di apertura, suggestiva ed emozionante”. Presenti fra gli altri Jerzy Krauze e Helena Maria da Silva de Carvalho, rispettivamente vicepresidente e segretaria EMA, insieme a Giacomo Leone, consigliere nazionale FIDAL e vicepresidente WMA (World Masters Athletics). Al termine dell’incontro Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato Regionale FIDAL Marche, ha dichiarato: “Partiamo dall’esperienza del 2009 con l’intenzione e la possibilità di fare ancora meglio, sia in termini di partecipazione che dal punto di vista organizzativo. Sarà poi un’altra grande occasione turistica e di promozione del territorio, non solo per la città ma anche per l’intera regione”. Stabilite le date della manifestazione, che andrà in scena per sei giornate dal 22 al 27 marzo 2016.
 
Alla precedente edizione anconetana ci furono 2872 iscritti e 5365 atleti-gara, mai così tanti in un Euroindoor Master: 1214 italiani e 1658 da altri Paesi, per un totale di 39 nazioni, con una notevole rappresentanza di 340 tedeschi, 220 francesi e 194 britannici, molti dei quali provenienti da esperienze atletiche spesso di vertice. Se si considerano accompagnatori e addetti ai lavori, il numero totale delle presenze nel periodo della manifestazione è stato di circa 4500 per una settimana nelle strutture ricettive della zona.


Un simbolico passaggio di testimone al termine della riunione tra Kurt Kaschke (presidente EMA) e Giuseppe Scorzoso (presidente Comitato Regionale FIDAL Marche)



Condividi con
Seguici su: