Apertura indoor, Caravelli 8.12 ad Ancona

05 Gennaio 2013

Sui 60 ostacoli anche 7.94 per Giovanni Mantovani tra gli uomini. Primato italiano master di Annalisa Gambelli nei 200 metri

 

Prime gare dell’anno al Banca Marche Palas di Ancona, con il meeting inaugurale di sabato 5 gennaio che apre il calendario indoor del 2013. La protagonista di giornata è Marzia Caravelli (Cus Cagliari): al suo esordio stagionale nei 60 ostacoli realizza il tempo di 8”12 in batteria, sfiorando il minimo richiesto per la partecipazione agli Europei indoor di Göteborg (Svezia, 1-3 marzo), fissato a 8”10. Poi, nella finale, la 31enne di Pordenone (ma ormai romana d’adozione) ferma il cronometro su 8”70. Domani la campionessa e primatista italiana assoluta dei 100 ostacoli all’aperto sarà di nuovo attesa sulla pista dell’impianto dorico: infatti è iscritta alla prova sui 400 metri. Anche tra gli uomini arrivano risultati interessanti dai 60 ostacoli: nella batteria Giovanni Mantovani vince in 7”94.

L’aviere proveniente dalla Sport Atletica Fermo, oro tricolore under 23 nella passata stagione, migliora quindi il record personale sulla distanza. E nella successiva finale si conferma al primo posto, correndo in 7”99. Secondo con lo stesso tempo arriva il compagno di squadra Andrea Cocchi per cogliere a sua volta il personal best di 7”99, dopo aver chiuso la batteria in 8”06. Curiosità: in gara l’anconetano Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle), specialista del salto in alto di cui è campione italiano assoluto, che in questa occasione si cimenta nei 60hs (8”81 e 8”84 i suoi tempi). Sui 200 metri femminili, vinti dall’allieva Martina Marinozzi (Sport Atl.

Fermo) in 27”39, si piazza al secondo posto Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona) che con 27”62 stabilisce la nuova miglior prestazione italiana master MF50, al suo debutto nella categoria, battendo il precedente 28”53 di Gianna Lanzini che lo aveva centrato durante la rassegna tricolore dell’anno scorso ad Ancona.

L’alto femminile vede il successo della sambenedettese Enrica Cipolloni (Fiamme Oro/Tecno Adriatletica Marche) con 1.78, invece il triplo maschile va a Michele Boni (Aeronautica) con 16.12, davanti al 14.63 di Marco Vescovi (Atl. Avis Macerata). Sui 200 maschili il più veloce è la promessa Osaremen Ozigbo (Atl. Roma Acquacetosa) in 22”72, nei 60hs juniores l’osimano Manuel Nemo (Tecno Adriatletica Marche) fa segnare 8”74, mentre Laura Reggi (Atl. Lugo) vince fra le allieve in 9”27. Poi due gare di mezzofondo sugli 800 metri, con le affermazioni di Alessandro Meloni (E-Servizi Atl. Futura Roma) in 1’59”90 e di Ylenia Vignolo (Sisport Fiat Torino) in 2’16”27. A completare il programma, altri due concorsi: 4.40 nell’asta per Andrea Sinisi (Atl. Gran Sasso) e 5.34 nel lungo femminile dell’allieva Federica Giovanardi (Atl. Lib. Rimini), che prevale nei confronti di Silvia Del Moro (Tecno Adriatletica Marche), seconda con 5.31.

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: