Ascoli, Premio Orlini a Gianmarco Tamberi




 

Consegnato, venerdì 4 maggio ad Ascoli Piceno, il Premio “Antonio Orlini”, intitolato alla memoria di un protagonista indiscusso della vita del capoluogo piceno, dove fu sindaco dal 1971 al 1978, ricoprendo anche importanti incarichi in varie associazioni, filantropiche e finanziarie. Nell’elegante cornice del Circolo Cittadino, il prestigioso riconoscimento promosso dalla Fondazione Simona Orlini Onlus e dal Centro Marcia Solestà e destinato all’atleta che nel corso dell’anno abbia contribuito all’affermazione dell’atletica marchigiana, è stato assegnato per il 2011 al saltatore in alto Gianmarco Tamberi. Il giovane di Offagna (AN), 20 anni da compiere e oggi tesserato per le Fiamme Gialle, nella passata stagione ai Campionati Europei Juniores di Tallinn, in Estonia, ha vinto la medaglia di bronzo. Tamberi, come noto, viene da una famiglia di atleti. Suo padre Marco, sempre nel salto in alto, è stato azzurro e finalista ai Giochi Olimpici di Mosca nel 1980. Il fratello maggiore Gianluca è il primatista nazionale under 23 del lancio del giavellotto, mentre la mamma Sabrina Piastrellini ha praticato il salto in lungo, specialità in cui adesso si cimenta il cugino Nicolò, suo coetaneo. A fare gli onori di casa ci hanno pensato la signora Elisabetta Alessandrini per la Fondazione Orlini e Gianfranco Silvestri per il Centro Marcia Solestà. Un appuntamento che, come sempre, ha visto la presenza di tante autorità come il presidente della Provincia, Piero Celani, e il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, affiancato dagli assessori comunali Donatella Ferretti (servizi sociali) e Luigi Lattanzi (urbanistica). Numerose le personalità del mondo sportivo intervenute, a partire dal consigliere nazionale FIDAL, da poco nominato commissario della FIDAL Marche, Giuseppe Scorzoso e poi Romano De Angelis, membro del Collegio dei Revisori dei Conti della Federazione nazionale. Con loro il prof. Carlo Vittori, tecnico del grande Pietro Mennea, l’ex DT azzurro Nicola Silvaggi e il Maestro dello sport Armando De Vincentis insieme al fiduciario regionale del Gruppo giudici gare, Giovanni Ferrari, al consigliere regionale FIDAL Marche, Vincenzo Ferretti, e al presidente del Comitato provinciale di Ascoli Piceno, Francesco Silvestri. Nel corso della serata del 4 maggio una menzione speciale è andata anche al giornalista Alessio Giovannini, già ufficio stampa del Comitato Regionale FIDAL Marche e che dal 2009 lavora per l’area comunicazione della Federazione nazionale.  

Il premio Orlini, giunto alla sua quinta edizione, viene votato da una giuria di esperti. Prima di Tamberi è stato attribuito alla martellista Clarissa Claretti (2007), al discobolo Eduardo Albertazzi (2008), all’ostacolista John Mark Nalocca (2009) e all’ex primatista italiana dei 400 metri Daniela Reina (2010).


Nell'immagine in alto, Gianmarco Tamberi riceve il riconoscimento da Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno; in basso, il gruppo dei premiati con alcune personalità del mondo sportivo intervenute (Agenzia Foto Spot)




Condividi con
Seguici su: