Assoluti indoor, le sfide maschili di Ancona




 

Duecentoquarantanove gli uomini degli Assoluti Indoor 2011. Tanti saranno quelli che, sabato 19 e domenica 20 febbraio, al Banca Marche Palas di Ancona si giocheranno i tredici titoli tricolore in palio nella rassegna nazionale al coperto. Per alcuni di loro, inoltre, questo week-end sarà l'ultima occasione utile per ambire alla maglia azzurra dei prossimi Europei Indoor di Parigi (4-6 marzo). In gara anche 16 atleti marchigiani nelle prove individuali, a cominciare dal campione italiano in carica sui 60 ostacoli John Mark Nalocca, il carabiniere di Centobuchi cresciuto nella Collection Atletica Sambenedettese, atteso insieme all’argento della scorsa edizione Giorgio Berdini, aviere di Porto San Giorgio. Con loro il velocista Alessandro Berdini, oro un anno fa con la staffetta dell’Aeronautica, e poi l’astista fermano Lorenzo Catasta (Fiamme Gialle) e il pesista ascolano Paolo Capponi (Fiamme Oro), che si piazzarono quarti. Senza dimenticare tre medagliati dei recenti Tricolori giovanili, come l’ostacolista Giovanni Mantovani (Aeronautica/Sport Atl. Fermo), vicecampione italiano under 23, il mezzofondista Andrea Gargamelli (Sef Stamura Ancona), bronzo sui 1500 promesse, e il saltatore in alto Gianmarco Tamberi (Bruni Vomano), oro tra gli juniores. L’Avis Macerata schiera il pesista Marco Carlini e l’ottocentista Gianmarco Ceresani, mentre la squadra fermana ha iscritto il multiplista Riccardo Palmieri nel salto con l’asta; per l’Asa Ascoli Piceno ci sarà Edoardo Vanni nel triplo; l’Atletica Maxicar Civitanova si affida al mezzofondista Leonardo Zucchini (800 e 1500 metri). Presenti inoltre il quattrocentista maceratese Marco Salvucci (Carabinieri), il mezzofondista sangiorgese Tiziano De Marco (Aeronautica) sui 3000 metri e il lunghista anconetano Roberto Borromei (Bruni Vomano). Nella staffetta 4x200, in gara la Sport Atletica Fermo con Gian Lorenzo D’Amico, Alessandro Loddo, Leonardo Loddo, Marco Bastarelli e l’Avis Macerata con Lorenzo Angelini, Filippo Reina, Carlo Nardi, Marco Vescovi. In campo femminile, al via il quartetto fermano, composto da Francesca Ramini, Yessica Stortini Perez e dalle due medagliate d’argento dei Giovanili, Chiara Natali (sui 400 promesse) e Roberta Del Gatto (nei 60 allieve), e quello della Tecno Adriatletica Marche (Jennifer Massaccisi, Enrica Cipolloni, Anna Persiani, Valentina Natalucci).

VELOCITA' E OSTACOLI - La pattuglia dello sprint azzurro si presenta quasi al completo. Ad Ancona è iscritta tutta la 4x100, argento e record italiano agli Europei di Barcellona. A capitanarla è l'aviere Emanuele Di Gregorio che con il 6.62 corso a Stoccarda e ribadito dal recente 6.63 di Karlsruhe, resiste al secondo posto delle liste stagionali del Vecchio Continente, dietro solo al 6.57 del campione d'Europa Dwain Chambers. Sui blocchi della sfida tricolore sono quindi attesi anche i compagni di staffetta Simone Collio (Fiamme Gialle), 6.68 a Karlsruhe, Roberto Donati (Esercito/SB 6.72), mentre è più improbabile la presenza di Maurizio Checcucci (Fiamme Oro). Iscritto, ma la sua partecipazione è ancora in forse, il finanziere, vicecampione continentale indoor, Fabio Cerutti, finora rimasto fuori dalle competizioni per problemi fisici. Della partita anche il campione uscente Jacques Riparelli (Aeronautica) e il pugliese Giovanni Tomasicchio (Atl. Riccardi Milano) che quest'anno hanno rispettivamente corso in 6.72 e 6.77. Nei 400 non è da escludere l'esordio del poliziotto bergamasco Marco Vistalli, semifinalista a Barcellona con 45.38. Con lui il compagno di squadra Isalbet Juarez, oltre al carabiniere Luca Galletti. I 60 ostacoli vedono come capolista stagionale un ritrovato Emanuele Abate (Fiamme Oro), protagonista di una serie positiva di crono culminata a Magglingen (Svizzera) con 7.72, performance in linea con lo standard federale per gli Euroindoor di Parigi. Alle sue spalle una nutrita concorrenza guidata da John Mark Nalocca (Carabinieri), oro della passata edizione e affiancato da Nicola Comencini (Cento Torri Pavia), Giorgio Berdini (Aeronautica) e dal campione outdoor 2010, Stefano Tedesco (Fiamme Gialle). Lotta aperta nella staffetta 4x200 che l'anno scorso aveva visto il successo dell'Aeronautica.

MEZZOFONDO E MARCIA - Si presentano per una corsa per il titolo e soprattutto contro il cronometro i tre giovani ottocentisti azzurri, semifinalisti agli Europei di Barcellona: Mario Scapini (Cus Pro Patria Milano), capolista stagionale grazie all'1:47.44 corso a Siviglia e inferiore al minimo federale per Parigi, Lukas Rifesser (Esercito), vincitore sabato a Vienna con 1:48.37, e Giordano Benedetti (Fiamme Gialle/SB 1:48.86). Iscritto anche il carabiniere, bronzo agli Euroindoor di Birmingham 2007, Maurizio Bobbato. Tutti e tre si ritrovano nell'entry-list dei 1500, anche se appare difficile un loro doppio impegno sull'anello del palas marchigiano. Il miglior tempo italiano dell'anno sui 1500 è il 3:43.03 di Marco Salami (Esercito) seguito dal 3:43.31 di Luca Leone (Cus Pro Patria Milano), mentre Christian Obrist (Carabinieri) non ha ancora fatto meglio di 3:44.45. A movimentare la gara ci sarà anche il carabiniere Stefano La Rosa che al coperto, con il 7:53.86 sui 3000 di Siviglia, si è già conquistato un margine di 14 centesimi rispetto al minimo federale per la prossima rassegna continentale in sala. Sulla distanza più lunga del mezzofondo indoor ad Ancona spunta, invece, il nome di Daniele Meucci (Esecito), ma l'effettiva presenza del bronzo europeo dei 10.000 è in forse. Tremila metri allora per il poliziotto Simone Gariboldi e per i due finanzieri Yuri Floriani e Ahmed El Mazoury. Passando alla marcia, sarà la volta del campione italiano della 20km Jean-Jacques Nkouloukidi (Fiamme Gialle), argento 2010 dietro all'olimpionico Alex Schwazer. Da seguire sui 5km indoor anche il neo campione under 23 Riccardo Macchia (Fiamme Oro) e l'aviere Daniele Paris.

SALTI E LANCI - L'uomo più atteso dei salti è il campione europeo indoor del triplo Fabrizio Donato. Il primatista italiano delle Fiamme Gialle ha già esordito su questa pedana lo scorso 5 febbraio atterrando a 17,03. Esattamente 10 centimetri più in là di quanto fatto in precedenza a Saronno dal carabiniere Fabrizio Schembri (16,93). I due si affronteranno di nuovo domenica, in una sfida di cui vuole essere protagonista anche Daniele Greco che, una settimana fa, si è laureato campione italiano promesse con 16,48 e che ad Ancona nel 2010 ha stabilito la migliore prestazione italiana under 23 (16,95). Donato, però, sabato potrebbe essere in gara anche nel lungo, specialità in cui al coperto vanta un primato di 8,02 stabilito nel 2007 sempre ad Ancona. Dovrà però fare i conti con Stefano Tremigliozzi (Aeronautica) ed Emanuele Formichetti (SM Esercito) che quest'anno in sala si sono già migliorati, rispettivamente a 7,90 e 7,84. Situazione abbastanza equilibrata nell'alto dove, a parte il bell'acuto del 2,28 di Nicola Ciotti (Carabinieri) a Banska Bystrica (Slovacchia) e il recente 2,24 del campione promesse Marco Fassinotti (Aeronautica), vede ancora fermi a quota 2,22 Filippo Campioli (Esercito) e Alessandro Talotti (Carabinieri), mentre Giulio Ciotti (Fiamme Azzurre) ieri sera a Bydgoszcz (Polonia) ha superato 2,20 come il fratello Nicola, nella gara vinta dal russo Ukhov a 2,36. Lasciato a casa da uno stiramento il poliziotto Silvano Chesani, potrebbe cercare nuovi stimoli nella sfida assoluta il campione juniores Gianmarco Tamberi (Bruni Vomano), appena salito a 2,21. Ad Ancona sabato non mancheranno, invece, il campione uscente del salto con l'asta Giorgio Piantella (Carabinieri), Matteo Rubbiani (Aeronautica), Sergio D'Orio (Fiamme Gialle) e l'attuale numero uno stagionale Claudio Stecchi (Fiamme Gialle), argento agli ultimi Mondiali under 20, già issatosi a 5,40. Chiudendo con i lanci, l'aviere tricolore 2010 Marco Di Maggio guida le liste 2011 con 17,96 seguito dal 17,40 del pluriprimatista juniores Daniele Secci (Fiamme Gialle), argento assoluto dell'edizione 2010 con 18,38.


TUTTI GLI ISCRITTI

PROGRAMMA ORARIO

Minimi per gli Europei indoor di Parigi (4-6 marzo)


PROSSIME DATE STAGIONE INDOOR 2011
19-20 febbraio: Campionati Italiani Assoluti

26-27 febbraio: Campionati regionali open, ragazzi e cadetti
4-5-6 marzo: Campionati Italiani master (con Trofeo Romcaffè)

12-13 marzo: Campionati italiani paralimpici Fispes


Nell'immagine in alto, il velocista Emanuele Di Gregorio (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL); in basso, un momento dei 60 ostacoli nell’edizione dell’anno scorso, con Giorgio Berdini in maglia azzurra e John Mark Nalocca sulla destra (foto di Claudio Petrucci/FIDAL)





Condividi con
Seguici su: