Bongiorni sprint, Vandi si migliora ad Ancona

28 Gennaio 2017

Al Palaindoor, sui 60 metri la velocista azzurra in 7.32 demolisce il personale. Nei 400 cresce ancora l’allieva marchigiana con 55.65.


 

Giornata frizzante per la velocità azzurra. Nel meeting di oggi al Palaindoor di Ancona, sui 60 metri femminili arriva il bell’exploit di Anna Bongiorni che corre in 7.32 e realizza la migliore prestazione nazionale dell’anno, dopo aver vinto anche la batteria in 7.41, superando il 7.35 centrato in questa stagione da Gloria Hooper e Audrey Alloh. Con questo risultato la 23enne toscana diventa la settima italiana di sempre sulla distanza, entra nella top ten europea del 2017 (al nono posto) e ottiene anche un crono in linea con lo standard indicato per l’iscrizione agli Europei indoor di Belgrado (Serbia, 3-5 marzo), fissato a 7.42. Da quest’anno nei Carabinieri e proveniente dalla Forestale, la sprinter toglie così complessivamente ben 13 centesimi al suo precedente limite di 7.45, stabilito nel 2016 e ribadito nello scorso weekend a Modena. Alle sue spalle fanno segnare due volte 7.82 le marchigiane Dajana Flamini (Sport Atl. Fermo) e Sonia Kebe (Team Atl. Marche), junior di Corridonia. Tra gli uomini 6.72 per Jacques Riparelli (Aeronautica), sia in batteria che in finale.

Vittoria in 53.84 nei 400 metri della reatina Maria Enrica Spacca (Carabinieri), bronzo europeo e finalista olimpica della 4x400. Per l’azzurra è il miglior crono italiano dell’anno, inferiore allo standard richiesto per gli Europei indoor.

Alle sue spalle in grande evidenza l’allieva pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata), che si inserisce al quarto posto nelle liste nazionali under 18 di sempre con 55.65, migliorando di quasi mezzo secondo rispetto al 56.13 di due settimane fa. Ma brillano anche la coetanea Eloisa Coiro (Atl. Roma Acquacetosa), 56.08 e sesta allieva alltime, oltre all’ex cadetta Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), 56.67. Al maschile successo con 48.14 per Davide Re (Fiamme Gialle), terzo crono di giornata in 49.55 di Alex Pagnini (Atl. Capanne Pro Loco), marchigiano di Gradara, e quarto in 49.62 per Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), ostacolista di Montefiore di Recanati cresciuto nella Polisportiva Montecassiano.

Sui 1500 metri 4:37.86 di Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata), a dieci secondi dal suo recente primato regionale in una gara vinta in solitaria. Nel triplo cresce l’allievo Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno), che atterra a 13,76. Presente in tribuna il campione mondiale indoor ed europeo dell’alto Gianmarco Tamberi, appena due giorni dopo l’operazione al piede sinistro, per sostenere gli amici in gara. Domani altri due meeting: nel pomeriggio atteso il rientro di Andrew Howe nel salto in lungo, con diretta video streaming dalle ore 15.30 sulla pagina Facebook FIDAL Marche.

File allegati:
- Risultati


Condividi con
Seguici su: