Cadetti: Marche, 6 medaglie a Sulmona!

11 Ottobre 2015

Gli under 16 confermano l’8° posto, con altri 2 ori: la pesarese Vandi (300) e la sambenedettese Silvestri (1200 siepi), bronzo della 4x100 cadette

di Marche


 

Giovani delle Marche protagonisti nei Campionati italiani cadetti “Kinder+Sport Cup” di Sulmona (L’Aquila), anche nella seconda giornata. La rappresentativa regionale under 16 si aggiudica altri due successi con Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) sui 300 metri ed Emma Silvestri nei 1200 siepi (Collection Atl. Sambenettese), poi ancora un terzo posto ottenuto dalla staffetta 4x100 femminile composta da Aurora Olivetti (Atl. Chiaravalle), Livia Moretti (Atl. Chiaravalle), Marica Gigli (Sef Stamura Ancona) e di nuovo Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro). Dal punto di vista individuale arriva quindi il miglior risultato delle ultime sei edizioni con un totale di 3 ori e 3 bronzi, come non accadeva dal 2009. A queste medaglie si sommano infatti quelle ottenute nella giornata inaugurale da Giorgio Olivieri (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) e Orges Hazisllari (Asa Ascoli Piceno), primo e terzo nel martello, con il bronzo femminile nella stessa specialità per Sara Zuccaro (Atl. Fabriano). Confermato inoltre l’ottavo posto della scorsa stagione nella classifica combinata, dato dalla somma dei punteggi maschili e femminili, grazie soprattutto all’ottima prova delle cadette che si piazzano seste nella loro graduatoria.
 
Vittoria entusiasmante sui 300 metri di Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) che in 39”15 firma la seconda prestazione italiana di sempre sulla distanza, superiore soltanto al suo 38”57 realizzato a Fidenza nel mese di giugno. La doppia figlia d’arte seguita dalla mamma Valeria Fontan e da papà Luca, entrambi azzurri negli anni Ottanta, parte molto forte e chiude in piena spinta conquistando l’oro addirittura per distacco: quasi un secondo e mezzo di vantaggio sulla piemontese Letizia Tiso (40”57). E così la 15enne pesarese riesce a emulare la sorella maggiore Eleonora, mezzofondista capace di imporsi in due edizioni sui 1000 metri. “Non è una vera e propria rivincita rispetto al secondo posto dell’anno scorso - esulta la neocampionessa italiana - perché in queste categorie i risultati sono importanti fino a un certo punto, quello che conta è farli più avanti. Ma chiaramente fa piacere, anche per la squadra marchigiana. Siamo un gruppo molto unito e ci diamo forza a vicenda”. Infatti Elisabetta, studentessa al liceo linguistico, ha il ruolo di capitana della rappresentativa oltre che portabandiera nella cerimonia di apertura svolta venerdì pomeriggio.
 
Spettacolare la gara dei 1200 siepi, con il trionfo di Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese). Al primo anno di categoria, l’allieva di Anna Mancini e Patrizia Bruni conduce una prova di testa fin dall’inizio, poi prende il largo nel giro conclusivo e si impadronisce del titolo tricolore in 3’52”52 al termine di una splendida cavalcata. In questo modo riscatta con gli interessi la sconfitta rimediata nel mese di settembre al Trofeo di Majano, in quel caso però sui 1000 piani, dove per appena due centesimi finì alle spalle della lombarda Vanessa Campana che stavolta si arrende allo strapotere della 14enne rivierasca, terza dietro anche alla laziale Erika Fabiani. “Ho impostato una gara diversa - spiega la filiforme marchigiana, alta 174 centimetri per 48 chilogrammi - senza attendere fino agli ultimi 150 metri. La dedica è per le mie allenatrici, che mi hanno sempre sostenuto da quando ho iniziato sette anni fa, e per i miei genitori”. Frequenta il liceo scientifico sportivo ed è cresciuta in una famiglia numerosa, che conta cinque fratelli in tutto.
 
Il gran finale arriva con le staffette, perché la 4x100 femminile delle Marche sale sul terzo gradino del podio con la frazione di avvio per Aurora Olivetti (Atl. Chiaravalle) che passa il testimone alla compagna di club Livia Moretti, sesta nella gara individuale degli 80 sul rettilineo di Sulmona (entrambe seguite da Mario Pistoni), poi Marica Gigli (Sef Stamura Ancona), quinta nella finale B dei 300 metri e allenata da Annalisa Gambelli. L’ultimo cambio con Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) non è dei migliori, ma è pienamente sufficiente per festeggiare un ottimo risultato al quartetto delle “Charlie’s Angels” marchigiane che si presentano con le guance dipinte di verde: il colore della rappresentativa targata Banca Marche e Göba.
 
Dopo il quarto posto di Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) nel disco, ad appena un centimetro dal terzo e sotto la pioggia nella gara conclusiva della prima giornata, altri due atleti della regione al plurale conquistano lo stesso piazzamento.

Sui 300 metri Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo), classe 2001, si mette in grande evidenza con il record personale di 36”85. Decisamente un bel risultato per il ragazzo di Monte Urano che si è avvicinato all’atletica da poco più di un anno, quando aver abbandonato il calcio, e segue i consigli tecnici di Alberto Andruszkiewicz,. Tra le cadette, Alice Principi (Atl. Avis Macerata) rimane sempre nel gruppo di testa sui 1000 metri e poi si trova chiusa nell’ultima curva, perdendo qualche preziosa frazione di secondo per arrivare in 3’01”91, non troppo distante dal suo miglior tempo in carriera. Se la quarta posizione non soddisfa in pieno l’atleta di Montecosaro, figlia del mezzofondista Valerio e allenata da Maurizio Iesari, ha comunque il valore di una conferma ai vertici nazionali che fa il paio con il quinto posto ottenuto nella corsa campestre tricolore.
 
Buon risultato anche per la staffetta maschile: chiude settimo in 45”02 il quartetto formato da Marco Mancini (Collection Atl. Sambenedettese), già ottavo nel triplo, Matteo Bernocchi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) e Niccolò Giacomini (Sef Stamura Ancona), proprio nel giorno del suo 15° compleanno. Si esprime vicina al suo record personale Benedetta Trillini (Atl. Amatori Osimo): nona con 1.58 nel salto in alto la ragazza di Filottrano, allenata da Giuseppe Carbonari e figlia di una modella nigeriana. Nell’esathlon cadetti, la prova multipla composta da sei gare al debutto in questa edizione, tredicesimo Alessandro “Sasha” Caccini (Collection Atl. Sambenedettese) che ha origini ucraine ed è compagno di allenamento di Emma Silvestri. Tra gli altri, meritano di essere sottolineati i record personali di Teresa Grandoni (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), cresciuta sotto la guida di Guglielmo Colucci e quattordicesima nell’asta con 2.70, ma anche di Leonardo Burroni (Sef Stamura Ancona), 16° nel giavellotto con 41.94, ex calciatore che abita a pochi passi dal campo Conti del capoluogo dorico e ha come allenatore Marcello Salati, ma ottiene lo stesso piazzamento con 1.78 nell’alto il compagno di club Michele Pasquinelli, appassionato di moto e seguito da Riccardo Mariotti. Quattordicesime invece la siepista Micaela Melatini (Atl. Avis Macerata), allenata a Civitanova da Matteo Silenzi, e la martellista Melissa Amati (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), che si prepara con Alfio Petrelli e ha iniziato invogliata dall’amica marciatrice Ludovica Ruzzetta. Ad accompagnare la rappresentativa, per il Comitato regionale, il presidente Giuseppe Scorzoso e il fiduciario tecnico Mauro Ficerai, insieme ai tecnici Angelo Angeletti, Sandro Bernardi, Sergio Biagetti, Francesco Butteri, Robertais Del Moro, Elisa Del Moro e Roberto Recchioni, oltre ai tecnici sociali Guglielmo Colucci, Pino Gagliardi e Luca Vandi.
 
RISULTATI (riepilogo completo)
1° Giorgio Olivieri (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) martello 64.98
1. Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) 300 metri 39”15 fin. A, 41”44 batt.
1. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 1200 siepi 3’52”52
3° Orges Hazisllari (Asa Ascoli Piceno) martello 56.91
3. Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) martello 45.79 pb
3. Aurora Olivetti (Atl. Chiaravalle), Livia Moretti (Atl. Chiaravalle), Marica Gigli (Sef Stamura Ancona), Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) 4x100 metri 48”74
4° Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) 300 metri 36”85 pb fin. A, 37”66 batt.
4. Alice Principi (Atl. Avis Macerata) 1000 metri 3’01”91
4. Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) disco 28.37
5° Thomas Cipriani (Atl. Fabriano) disco 35.38
6. Livia Moretti (Atl. Chiaravalle) 80 metri 10”38 (0.0) pb fin. A, 10”44 (-0.5) pb batt.
7° Marco Mancini (Collection Atl. Sambenedettese), Matteo Bernocchi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo), Niccolò Giacomini (Sef Stamura Ancona) 4x100 metri 45”02
8° Marco Mancini (Collection Atl. Sambenedettese) triplo 12.65 (-0.1)
8. Sofia Di Castri (Atl. Avis Macerata) triplo 10.85 (+0.7)
9. Benedetta Trillini (Atl. Amatori Osimo) alto 1.58
10. Francesca Vallorani (Asa Ascoli Piceno) 2000 metri 6’48”66
10. Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) lungo 4.97 (+1.2)
11. Micol Zazzarini (Atl. Avis Macerata) 80 ostacoli 12”42 (+1.1) fin. B, 12”30 (+1.1) pb batt.
11. Ludovica Ruzzetta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 3000 marcia 15’24”18 pb
13° Alessandro Caccini (Collection Atl.

Sambenedettese) esathlon 3150; 100hs: 15”92 (-0.9); alto: 1.44; giavellotto 35.38 pb; lungo: 5.60 (-0.8); disco: 24.08; 1000: 3’18”93
13. Marica Gigli (Sef Stamura Ancona) 300 metri 42”72 fin. B, 42”87 batt.
14° Niccolò Giacomini (Sef Stamura Ancona) 80 metri 9”56 (-0.9) fin. B, 9”49 (+0.2) batt.
14. Micaela Melatini (Atl. Avis Macerata) 1200 siepi 4’13”26
14. Teresa Grandoni (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) asta 2.70 pb
14. Melissa Amati (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) martello 35.45
16° Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) alto 1.78
16° Ionut Manolache (Atl. Osimo) asta 3.00 =pb
16° Leonardo Burroni (Sef Stamura Ancona) giavellotto 41.94 pb
17° Alessio Costantini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 5000 marcia 26’01”11
17. Maria Giulia Firmani (Sef Stamura Ancona) 1200 siepi 4’16”24
17. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) pentathlon 3160 pb; 80hs: 13”85 (+0.8) pb; alto: 1.41 pb; giavellotto: 30.63; lungo: 4.90 (-0.2); 600: 2’08”92
18. Caterina Stimilli (Atl. Chiaravalle) 300 ostacoli 48”68
19° Tommaso Riva (Sport Dlf Ancona) 300 ostacoli 45”08
19° Lorenzo Spurio (Collection Atl. Sambenedettese) peso 11.55
20° Vincenzo Croce (Asa Ascoli Piceno) 100 ostacoli 15”30 (+0.5)
20. Marta Mora (Collection Atl. Sambenedettese) peso 8.67
20. Nicole Pizzichini (Atl. Osimo) giavellotto 29.38
21° Lorenzo Corsini (Collection Atl. Sambenedettese) 1000 metri 2’50”20
21° Francesco Zallocco (Atl. Elpidiense Avis Aido) lungo 5.41 (-0.5)
25° Matteo Coppari (Atl. Avis Macerata) 2000 metri 6’17”42
33° Lorenzo Giacò (Atl. Recanati) 1200 siepi 3’45”92
 
80 extra: Matteo Bernocchi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 9”65 (+1.1); Aurora Olivetti (Atl. Chiaravalle) 10”46 (-0.2) pb


Emma Silvestri

 
La premiazione della 4x100 cadette


Elisabetta Vandi


Mattia Mecozzi quarto sui 300 metri


Alice Principi


La discobola Irene Rinaldi sul podio
(foto di Giancarlo Colombo/FIDAL)

 
Emma Silvestri con la medaglia d'oro


Elisabetta Vandi
(foto di Davida Ruggieri)


Le "Charlie's Angels" della 4x100 cadette

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: