Camerino, i giovani delle Marche in raduno




 

Un momento cruciale dell’attività per atleti e tecnici. Anche quest’anno, il raduno estivo di Camerino è l’occasione ideale per impostare la seconda parte di stagione, in vista degli appuntamenti con le rassegne tricolori di ottobre. E così da domenica 21, e fino a giovedì 25 agosto, oltre 70 giovani delle categorie allievi (nati negli anni 1994-95) e cadetti (1996-97) sono impegnati nello stage organizzato dalla Fidal Marche, grazie alla collaborazione con l’Università e l’Ersu di Camerino e il supporto del Cus Camerino, che hanno messo a disposizione il complesso sportivo “Sergio Sabbieti”, in località Le Calvie, aprendo le porte del campus della città universitaria presso il College “Enrico Mattei”. Per gli atleti un’intensa settimana di allenamenti nelle varie specialità, sotto l’occhio attento dello staff tecnico regionale, guidato dal fiduciario Mauro Ficerai. E tutti i referenti di settore hanno quindi l’opportunità di verificare le condizioni e il grado di apprendimento dei giovani atleti, con la possibilità di seguire il lavoro anche per i tecnici personali. “In particolare - spiega Ficerai - gli allenamenti sono incentrati sull’acquisizione di capacità coordinative specifiche, sul perfezionamento delle capacità tecniche e sulla valutazione della capacità fisiche per mezzo di test specifici. Poi sono state effettuate riprese video con camera ad alta velocità, riproposte successivamente agli atleti, che hanno potuto valutare il loro grado di efficienza”. Soddisfazione da parte dello staff tecnico, composto da Sergio Biagetti (velocità), Gino Falcetta (ostacoli), Angelo Angeletti (mezzofondo), Ermenegildo Baldini (marcia), Robertais Del Moro, Natalino Angelini, Sandro Bernardi (salti), Roberto Recchioni (lanci), senza dimenticare i tecnici accompagnatori Riccardo Petruzzella, Elisa Del Moro, Sandro Petrucci, Silvia Zoppi. Esprime apprezzamento per il lavoro svolto anche il fiduciario tecnico regionale Mauro Ficerai, che tuttavia segnala l’assenza di qualche allenatore personale degli atleti, ritenuto invece fondamentale per un proficuo confronto tecnico-didattico.


Nell'immagine in alto, lo staff tecnico regionale; in basso, il gruppo dei partecipanti al raduno di Camerino; a fondo pagina, il servizio video a cura di Mario Giannini






Condividi con
Seguici su: