Comunicato Presidente

15 Maggio 2017


 

 

Sulla partecipazione di alcuni atleti alla Gara su strada denominata “XXXVII° TROFEO AVIS LORIS BALDELLI - 10 Km DELLA FISARMONICA”

 

Allo scopo di fare chiarezza su quanto accaduto domenica 14 maggio a Castelfidardo si precisa quanto segue.

L’atleta Mezzelani Elisa, non iscrittasi alla gara in oggetto entro le ore 24.00 di venerdì 12 maggio, non era stata ammessa a gareggiare come previsto dai regolamenti regionali 2017 approvati dal Consiglio Regionale FIDAL Marche (Norme generali attività 2017 – art.9).

L’atleta si è tuttavia presentata la mattina della competizione presso la segreteria gara e, per un errore della segreteria tecnica, ha ricevuto regolare numero di gara completo di trasponder e ha regolarmente partecipato alla competizione in oggetto, classificandosi 1^ assoluta nella categoria femminile. Questo è avvenuto nonostante il consigliere regionale Franco Catena, delegato dal Consiglio Regionale alla gestione e al controllo delle manifestazioni su strada, le avesse confermato che non era possibile partecipare.  Al momento dell’ufficializzazione del risultato, riscontrando che la partecipazione dell’atleta Mezzelani era in contrasto con le regole sull’iscrizione alle gare, la stessa veniva esclusa dalle aventi diritto al premio. Tale decisione è stata trascritta erroneamente con la dicitura “squalificata” al posto della corretta “fuori competizione”, ovvero classificata con il risultato cronometrico conseguito, ma senza avere diritto ad alcun premio.

Comportamento analogo è stato tenuto anche dagli atleti Giorgio Lampa e Lorenzo Nardi, entrambi presentatisi poco prima della partenza alla segreteria gara, che sono stati classificati come “fuori competizione”.

Desideriamo innanzitutto condannare i comportamenti privi di rispetto che sono stati tenuti nei confronti del consigliere Catena nel suo ruolo di delegato del Consiglio per le corse su strada. Vogliamo inoltre precisare, ancora una volta, che l’inserimento del divieto di iscrizione dopo la chiusura ufficiale dei termini è una ovvia e imprescindibile conseguenza dello spirito sportivo con cui un atleta decide di competere in una gara, a prescindere dagli avversari iscritti: è compito e volontà del Consiglio Regionale fare sì che tale norma venga rispettata da tutti i tesserati. La regolarità della gestione delle gare prevede inoltre che l’elenco degli iscritti venga messo a disposizione dei giudici di gara con un congruo anticipo, in modo da permettere loro di fare eventuali valutazioni sulla regolarità o meno degli atleti ammessi a gareggiare.

 

Ancona, 15/05/2017

                                                                                                                                             Il presidente

Giuseppe Scorzoso



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate