Cross Valmusone: dichiarazione Scorzoso




 

In merito al dibattito sulla questione dei premi differenziati per uomini e donne al Cross della Valmusone, il Presidente FIDAL Marche Giuseppe Scorzoso dichiara quanto segue:

“Sono certo che la società Atletica Amatori Osimo, organizzatrice della manifestazione, non ha avuto alcun intento discriminatorio: conosco personalmente i dirigenti della società e ne apprezzo la serietà e la correttezza, so quanto siano attenti alla pratica sportiva femminile. In questo caso si sono attenuti a quanto dettato dai regolamenti, che prevedono premi di pari entità per uomini e donne in caso di distanze uguali. Dato che in questa occasione la gara maschile è di 10Km e quella femminile di 7Km, i regolamenti permettono premi differenziati e sta alla società organizzatrice decidere, in totale libertà, come impostare i premi. Capisco la polemica che ne è nata, dettata da condivisibili questioni di principio: è ovvio che si può e si deve sempre migliorare ed è un bene che il dibattito nato dal caso di Osimo abbia stimolato una riflessione sull’argomento. È una buona occasione per confrontarsi e trovare soluzioni che vadano a eliminare queste differenze, come è già stato fatto ad esempio nel caso delle mezze maratone che oggi prevedono premi uguali per uomini e donne. Per quanto riguarda invece l’assegnazione dei premi solo ai cittadini italiani, inizialmente prevista dal regolamento della gara, confermo che si è trattato semplicemente di un involontario e spiacevole refuso, già corretto”.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate