Europei under 23, Albertazzi in gara sabato




 

Ha preso il via l’ottava edizione dei Campionati europei under 23 di atletica a Ostrava, in Repubblica Ceca. La squadra azzurra schiera anche un atleta marchigiano, il discobolo ascolano Eduardo Albertazzi, che sarà impegnato sabato nella prova di qualificazione. Al suo primo anno nella categoria, il finanziere allenato da Armando De Vincentis ha già conquistato due titoli italiani promesse (invernale ed estivo), oltre ad ottenere la medaglia di bronzo ai recenti Assoluti, realizzando il primato personale (57.42). Un risultato che lo colloca al diciassettesimo posto tra gli iscritti alla rassegna continentale, ben ventinove in totale: favori del pronostico per il britannico Lawrence Okoye, autore pochi giorni fa di un clamoroso 67.63. Il marchigiano sarà nel gruppo B, a partire dalle ore 13.35 di sabato 16 luglio, con l’obiettivo di rientrare tra i migliori dodici che disputeranno la finale di domenica (ore 17.20). Albertazzi, cresciuto nel vivaio dell’Asa Ascoli Piceno, ha partecipato alle maggiori manifestazioni internazionali juniores delle passate stagioni, centrando la finale nel lancio del disco ai Mondiali under 20 dell’anno scorso, piazzandosi undicesimo. Diretta video da Ostrava all'indirizzo http://livemanager.eurovision.edgesuite.net/eaa/site/index.html

ISCRITTI E RISULTATI

LA SCHEDA BIOGRAFICA

Eduardo ALBERTAZZI (Disco)
Nato a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) il 14/9/1991 (2.01m/98kg)
Società: Fiamme Gialle
Allenatore: Armando De Vincentis
Primato personale (2 kg): 57.42 Torino 26/6/2011
Curriculum: Campione italiano allievi (2007, 2008); Campione italiano juniores (2009, 2010 e invernale 2009); Campione italiano promesse (2011 e invernale 2011)
Mondiali juniores: 13° in qualificazione (2008); 11° in finale (2010)
Europei juniores: senza misura in qualificazione (2009)

Considerata la struttura fisica, era logico che si dedicasse al basket come prima attività sportiva: ma  l’esperienza vissuta presso l’Olimpia Villa Pigna non l’ha assolutamente soddisfatto. Consigliato dall’ex primatista italiano Armando De Vincentis, nel settembre 2006 si è presentato a provare con il disco al Campo Scuola di Ascoli: e in pochi mesi ha bruciato le tappe, stabilendo i primati italiani allievi con l’attrezzo della categoria (58.51) e con quello degli juniores (54.60, minimo per i Mondiali “under 20”: a Bydgoszcz ha poi sfiorato l’ingresso in finale). Anche al debutto tra gli juniores ha continuato a progredire, migliorando il limite italiano di categoria a più riprese (primo oltre i 60 metri, con 61.50: ma il 62.26 di San Benedetto non è stato omologato per essere l’unico in pedana). Reclutato dalle Fiamme Gialle nell’aprile 2010.


Nell'immagine, il discobolo Eduardo Albertazzi (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL)

http://livemanager.eurovision.edgesuite.net/eaa/site/index.html


Condividi con
Seguici su: