Bogliolo a Karlsruhe tra le big d’Europa

24 Gennaio 2021

Venerdì in Germania l’esordio stagionale dell’azzurra nei 60hs: Visser, Herman, Talay, è sfida con le più forti, sulla strada verso gli Euroindoor di Torun. Randazzo nel lungo

 

Un inizio bomba, contro tutte le migliori d’Europa, o quasi. Per un’atleta come Luminosa Bogliolo che vive d’agonismo e di corpo a corpo con le più forti, il meeting di Karlsruhe è il debutto ideale. Si fa subito sul serio, a viso aperto, nel palcoscenico stellare del World Athletics Indoor Tour Gold: scatta venerdì 29 la stagione dell’ostacolista ligure delle Fiamme Oro. In Germania l’azzurra si presenta sui 60 ostacoli con la possibilità, sulla carta, di correre per due volte, in batteria nel tardo pomeriggio e poi in finale, poco più di un’ora dopo. Una serata che è sostanzialmente un’anteprima della finale europea di Torun (5-7 marzo): oltre a Bogliolo gli organizzatori hanno annunciato la campionessa europea indoor in carica Nadine Visser (Olanda), l’oro europeo di Berlino 2018 Elvira Herman (Bielorussia), l’altra bielorussa già campionessa continentale all’aperto e al coperto Alina Talay, il bronzo mondiale di Londra Pamela Dutkiewicz. Ma non solo, perché dalla pattuglia finlandese arrivano Nooralotta Neziri e Reetta Hurske e dalla Francia la promettente Cyrena Samba-Mayela. Ed extra-Europa la nigeriana quarta ai Mondiali di Doha Tobi Amusan.

Bogliolo torna sulla pista del primato personale: lo scorso anno, proprio a Karlsruhe, è stata quarta con 8.02. Missione della stagione indoor è certamente scendere sotto il muro degli otto secondi e, perché no, magari insidiare il record italiano di Veronica Borsi (7.94 a Goteborg nel 2013). L’altro riferimento per questa prima uscita è il tempo di 8.12 indicato come standard d’iscrizione per gli Euroindoor in Polonia, destinazione finale delle prossime settimane al coperto. Eletta Atleta Italiana dell’Anno 2020 per la regolarità mostrata nella stagione passata pur tra mille disagi per la pandemia, la 25enne vuole ripartire alla grande a sei mesi da Tokyo.

Prova internazionale anche per Filippo Randazzo (Fiamme Gialle). Il lunghista azzurro, che ha debuttato sabato pomeriggio ad Ancona (7,79), si misura con alcuni dei principali saltatori in circolazione, tra cui il cubano campione del mondo indoor e bronzo all’aperto Juan Miguel Echevarria, uomo da 8,68 in carriera, e il greco campione europeo al coperto e outdoor Miltiadis Tentoglou. E nei prossimi giorni altri azzurri potrebbero aggiungersi al cast di Karlsruhe.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito ufficiale


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate