Diamond League: uomini jet in pista a Rabat

11 Luglio 2018

Venerdì 13 luglio nono appuntamento della IAAF Diamond League 2018. Fari sui 100 uomini in Marocco: al via Lyles, Baker e Coleman. Grandi gare di mezzofondo, salti e lanci con ori olimpici e iridati.


 

di Marco Buccellato

La IAAF Diamond League arriva in Marocco per il nono step della serie, prima di rientrare in Europa con la doppia sessione della settimana successiva a Montecarlo e Londra, ultimi appuntamenti prima dei Campionati Europei di Berlino. Il meeting Mohammed VI di venerdì 13 luglio a Rabat, l'unico del circuito su suolo africano, garantisce anche quest'anno grandi sfide. Attesi gli sprinter Noah Lyles, Ronnie Baker e Christian Coleman sui 100 metri, l'etiope Genzebe Dibaba sui 5000, il probabile duello Sam Kendricks-Renaud Lavillenie nell'asta. Anche l'imbattibile russa Mariya Lasitskene-Kuchina nell'alto e il match tra il keniano Conseslus Kipruto e l'atleta di casa Soufiane El Bakkali sui 3000 siepi assicurano temi di grande intensità.

100 UOMINI, I LAMPI IN PISTA - A Rabat è sprint stellare con tutti i più veloci della stagione, il poker USA composto da Noah Lyles (9.88), Ronnie Baker (9.88), Mike Rodgers (9.89) e il rientrante Christian Coleman, argento mondiale a Londra. Il cast della gara-clou è completato dall'ivoriano Cissé (9.94), dal saudita Mohammed (primatista nazionale in 10.03), dal recordman giapponese Kiryu (9.98) e dai britannici Prescod e Ujah (primatista del meeting in 9.98), quotatissimi in Diamond League dopo i successi delle ultime due stagioni. Sui 200 donne gran confronto tra l'ivoriana Murielle Ahouré e l'olimpionica dei 400 metri Shaunae Miller-Uibo, le statunitensi Prandini e Thomas, la britannica Asher-Smith.

TOP DUELS - Attesa anche per i 3000 siepi maschili, a conclusione del meeting, per il duello tra il campione olimpico e mondiale Conseslus Kipruto e il marocchino argento iridato Soufiane El Bakkali, e lo stuolo di altri keniani capitanati da Benjamin Kigen. Mariya Lasitskene-Kuchina in pedana nell'alto salta per il record del meeting (1,97) e per proseguire il ciclo d'imbattibilità a caccia della vittoria numero 50, cui manca una manciata di gare. Contro la russa ancora l'argento olimpico Demireva e quello mondiale Levchenko. Altre due gare di qualità assoluta: i 100hs con Brianna McNeal-Rollins a guidare il solito plotone a stelle e strisce (Harper, Nelvis, Manning), contro le tedesche Dutkiewicz e Roleder e la nigeriana Amusan, e i 400 maschili dove il regolare qatariano Haroun troverà avversari di gran peso come i giamaicani Bloomfield e Allen, il britannico Hudson-Smith e il botswaniano Thebe.

SFIDE E CRONOMETRO - Mezzofondo con sfide di notevole intensità e in qualche caso di grande equilibrio. 800 donne con la burundese Francine Niyonsaba in prima linea, senza la sudafricana Caster Semenya, a sua volta protagonista di un 1000 metri a caccia del proprio record nazionale (2:35.43) e del lontano primato d'Africa (2:29.34 di Maria Mutola), e soprattutto i 5000 metri con Genzebe Dibaba sfidata dalle altre etiopi Gidey e Teferi, dall'olandese Hassan e da Hellen Obiri. Doppia sessione maschile di corsa prolungata con i 1500 metri elettrizzati per le presenze di Souleiman, Tolosa e Simotwo, degli europei Filip Ingebrigtsen e Holusa e di tutta la top-class marocchina, e dei 3000, vero piatto prelibato, con gli etiopi Kejelcha, Hadis, Edris e Gebrhiwet a caccia della rivincita contro Birhanu Yemataw Balew, ex-connazionale ora campioncino del Bahrain e già vincitore sui 5000 a Shanghai e Losanna.

ASTA E GIAVELLOTTO, OCCHIO ALLE MISURE - Concorsi di grande respiro: l'ennesima sfida dei migliori dell'asta: Lavillenie, Kendricks & Co., cui manca stavolta la compagnia del primatista mondiale U20 Duplantis, sostituito dal russo Timur Morgunov, salito a 5,92. Giavellotto maschile con due dei tre migliori tedeschi, il campione olimpico Rohler e Hofmann, contro l'estone Kirt, l'indiano Chopra e il ceco Vadlejch. Peso donne con la primatista del meeting Valerie Adams (19,69), stavolta sfavorita contro la tedesca Christina Schwanitz, la giamaicana Danniel Dodd-Thomas e le pesiste USA Raven Saunders e Jessica Ramsey, "new entry" nel club over-19 metri. Nel salto in lungo uomini è in "top shape" il sudafricano Zarck Visser (8,40), alle prese con il duo USA Dendy e Lawson. Triplo donne con la colombiana Caterine Ibarguen al nuovo duello con Tori Franklin, la kazaka Rypakova, la giamaicana Williams e la sempre più competitiva spagnola Peleteiro.

DIRETTA STREAMING - Per il meeting di Rabat è prevista la diretta video streaming sul sito web dell’emittente marocchina Arryadia, venerdì 13 luglio dalle ore 21.00 alle 23.00, a questo LINK.

La stagione della IAAF Diamond League 2018 per discipline
Le Diamond Races per meeting

IL SITO DELLA IAAF DIAMOND LEAGUE

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ENTRY LISTS/ORARIO


Condividi con
Seguici su: