Fabbri vicino ai venti metri: 19,92 a Padova

19 Gennaio 2019

Il lanciatore dell'Aeronautica firma la terza prestazione in carriera e avvicina lo standard d'iscrizione per gli Europei indoor di Glasgow


 

Leonardo Fabbri mette di nuovo nel mirino i 20 metri. A Padova il 21enne fiorentino dell’Aeronautica spedisce il peso a 19,92, seconda prestazione indoor in carriera (PB 19,95, MPI under 23), la terza in assoluto considerando il 20,07 della scorsa estate a Leiria. Fabbri aveva cominciato la propria stagione con un promettente 19,33 nello scorso weekend, sempre sulla pedana di Padova, e oggi trova un netto miglioramento nell’ultimo turno di lanci, in una serie caratterizzata da quattro nulli e da un 18,79 al terzo turno. Il lanciatore che da quest’anno è passato sotto la guida tecnica di Paolo Dal Soglio avvicina anche lo standard d’iscrizione per gli Europei indoor di Glasgow (20,15), obiettivo dichiarato di questa stagione al coperto dopo la partecipazione alla rassegna continentale di Berlino nel 2018. Nella stessa gara è secondo Lorenzo Del Gatto (Carabinieri) con la misura di 18,05.

FABBRI: "È SOLO L'INIZIO" - "La condizione sta salendo - racconta Fabbri - peccato per come sia andata la gara perché ho fatto due lanci nulli, ingenuamente, per vedere il peso che cadeva molto più lontano rispetto al 19,92. Però sono contento perché la media dei lanci è molto alta in allenamento e questo mi dà sicurezza. Stiamo lavorando bene con Paolo Dal Soglio: questo è solo l'inizio. Lo scorso anno andavo in pedana per fare sempre la misura, invece il mio tecnico mi sta insegnando che la gara fa parte dell'allenamento e serve per far salire la condizione in vista degli appuntamenti importanti. Le prossime uscite saranno internazionali: il 26 gennaio a Vienna, il 4 febbraio a Stoccolma, l'8 a Madrid. Ci tengo a fare una dedica ad Alessio Giovannini, una persona stupenda che è venuta a mancare troppo presto".

VIDEO | IL 19,92 DI LEONARDO FABBRI A PADOVA

LE ALTRE GARE - Sempre nell'impianto veneto, l'allievo Federico Guglielmi (Biotekna Marcon) si ferma nei 200 dopo pochi appoggi: il detentore della migliore prestazione italiana under 18 dei 60 metri (6.78 domenica scorsa a Udine) decide di abbandonare dopo aver avvertito un fastidio al bicipite femorale sinistro. Il più veloce è Alessandro Piubeni (Interflumina è più Pomì) in 22.04. Tra le donne è testa a testa fra Daniela Tassani (Bracco Atletica) e Virginia Troiani (Cus Pro Patria) entrambe a 24.89. La 17enne Lucrezia Sartori (G.A. Bassano), sorella minore dell’ostacolista delle Fiamme Oro Rebecca Sartori e allenata da Davide Spigarolo, atterra per la prima volta oltre i 6 metri nel lungo (6,01). Il tricolore Enrico Brazzale (Atl. Vicentina) si affaccia alla nuova stagione con 1:52.31 negli 800. Nei 3000 si fa notare il campione italiano delle siepi Leonardo Feletto (Atletica Mogliano) con 8:21.90 e al femminile è Elisa Palmero (Atl. Pinerolo) a imporsi con il crono di 9:31.06. Il finalista iridato juniores Simone Biasutti (Trieste Atletica) si aggiudica il triplo con 15,55, personal best al coperto migliorato di 11 centimetri. Sopra i quindici metri nel peso Martina Carnevale (Studentesca Rieti Milardi) con 15,14. [RISULTATI/Results]

Nazareno Orlandi (ha collaborato Mauro Ferraro/FIDAL Veneto)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 FABBRI LEONARDO