Italia Team: Podebrady stavolta vale la Coppa

19 Maggio 2017

Nel trofeo continentale di marcia in Repubblica Ceca, il 21 maggio, la squadra azzurra punta su Antonella Palmisano al femminile. Tra gli uomini attesi Fortunato e De Luca nella 20 chilometri.


 

Domenica 21 maggio a Podebrady, in Repubblica Ceca, la squadra italiana affronterà la dodicesima edizione della Coppa Europa di marcia. Oggi la Nazionale è partita alla volta della città che si trova a 50 chilometri da Praga, con cinque formazioni per un totale di 18 atleti: 11 uomini e 7 donne, mentre complessivamente sono 226 gli iscritti in rappresentanza di 26 paesi del Vecchio Continente. La spedizione azzurra potrà contare nella 20 km femminile su Antonella Palmisano, protagonista alle ultime due rassegne globali con il quinto posto nei Mondiali del 2015 e successivamente quarta alle Olimpiadi, invece in questa stagione ha già realizzato il primato italiano dei 10.000 su pista con 41:57.29. Al maschile, nella località che ogni anno ospita un classico incontro internazionale, stavolta il cinquantista Marco De Luca sarà schierato sulla 20 chilometri insieme al 22enne Francesco Fortunato, campione tricolore della specialità, e Giorgio Rubino, vincitore al trofeo continentale nel 2009. La 50 km vedrà ai nastri di partenza Teodorico Caporaso, azzurro ai Giochi di Rio.

20 km donne (ore 13.00) - Tra le favorite per le prime posizioni, spicca il nome di Antonella Palmisano. Non solo in virtù dei brillanti piazzamenti centrati nelle scorse stagioni, ma anche del notevole risultato cronometrico ottenuto su pista un mese fa, il 23 aprile a Orvieto, per migliorare il primato italiano di Ileana Salvador che resisteva dal 1993. Nei 20 chilometri su strada, la marciatrice pugliese vanta un record personale di 1h27:51 stabilito nel 2014 a Taicang (Cina) nella Coppa del Mondo, una manifestazione in cui ha vinto la gara under 20 nel 2010 a Chihuahua, in Messico. Una delle principali avversarie potrebbe essere la 33enne portoghese Ana Cabecinha, che spesso ha duellato con l’azzurra: quarta ai Mondiali di Pechino, appena cinque secondi davanti alla portacolori delle Fiamme Gialle, e sesta negli Europei del 2014 a Zurigo, dove la 25enne di Mottola fu settima a soli tre secondi. Alle Olimpiadi invece la lusitana è finita sesta. Da seguire inoltre la connazionale Ines Henriques, classe 1980 e alla nona presenza consecutiva in Coppa Europa, che quest’anno ha inaugurato l’albo dei record mondiali sulla 50 km femminile con 4h08:26. Poi al via la spagnola Julia Takacs, oro continentale under 23 nel 2011 con le azzurre Palmisano e Giorgi alle sue spalle. Entra in gara con fondate ambizioni anche la squadra della Lituania: proprio nell’incontro internazionale di Podebrady, disputato all’inizio di aprile, le 21enni gemelle Vaiciukeviciute sono scese a 1h31:40 (Zivile) e 1h32:39 (Monika), senza dimenticare Brigita Virbalyte, settima nell’ultima rassegna iridata.

L’Italia del tacco e punta al femminile si affida anche alla milanese Valentina Trapletti (Esercito), campionessa nazionale che ha un personal best di 1h31:28, a Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica), abruzzese di stanza a Milano, e alla 21enne bergamasca Nicole Colombi (Atletica Brescia 1950), 1h33:39 sulle strade della località ceca nel 2016.

20 km uomini (ore 16.00) - Gli atleti più in forma sembrano il tedesco Christopher Linke, che quest’anno ha vinto nel match di Podebrady con il personale di 1h18:59, e il britannico Tom Bosworth, rispettivamente quinto e sesto ai Giochi Olimpici, con il team della Germania che difende il successo della scorsa edizione. Ma il più titolato è lo spagnolo Miguel Angel Lopez, campione iridato ed europeo in carica, al via con l’altro iberico Alvaro Martin, argento continentale under 23 e terzo ai Mondiali a squadre di Roma. In gara a livello individuale un atleta russo, il 18enne iridato allievi Sergey Shirobokov che quest’anno ha marciato in 1h18:26. Cercherà di trovare spazio il quartetto azzurro con il giovane pugliese Francesco Fortunato, che ha vinto gli ultimi tre titoli italiani assoluti in palio (10 km nella scorsa stagione, 5000 indoor e 20 km quest’anno) e nel 2017 è riuscito a stabilire il record personale su tutte e tre le distanze con 18:59.06 nei 5000 al coperto, 1h22:04 sulla 20 km e 39:44.14 nei 10.000 su pista. Il 22enne di Andria è pronto a un ulteriore salto di qualità, affiancato dai due romani compagni di club: Marco De Luca, specialista della 50 km (due volte sul podio in Coppa Europa con il secondo posto nel 2011 e il terzo del 2015), che ha scelto la gara più breve nel suo cammino di preparazione verso i Mondiali di Londra, e Giorgio Rubino, nel 2009 bronzo iridato a Berlino e primo nel trofeo continentale a Metz, ora in ripresa dopo una stagione difficile. Si presenta con l’intenzione di ben figurare anche Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia), 25enne veneto che si allena a Milano, fresco di record personale nei 10.000 su pista con 40:06.73.

50 km uomini (ore 8.00) - La gara più lunga è anche quella più aperta a ogni pronostico, nella città termale sede della Coppa del Mondo nel 1997 e che vanta una grande tradizione su questa distanza: infatti la prima 50 chilometri, non in circuito ma in linea da Praga a Podebrady, risale al 1894. L’ucraino Ihor Hlavan ha il miglior accredito con 3h40:39 quando fu quarto alla rassegna iridata di Mosca nel 2013, piazzamento poi ripetuto due anni più tardi nella 20 km di Pechino, mentre è stato secondo ai Mondiali a squadre di Roma del 2016. Attenzione anche al connazionale Ivan Banzeruk, quinto agli Europei nel 2014 e quarto nell’ultima Coppa Europa, e al tedesco Carl Dohmann, invece non saranno presenti alcuni dei principali protagonisti delle passate stagioni come l’iridato e olimpionico slovacco Matej Toth e il francese Yohann Diniz, tricampione continentale.

L’Italia viene dal secondo posto a squadre della scorsa edizione (in quell’occasione, nella spagnola Murcia, seconde anche le donne della formazione senior e terze le U20). Al via l’ingegnere beneventano Teodorico Caporaso (Orionina), ottavo nel 2015 e quarto l’anno scorso nella 50 km iridata di Roma con il personale di 3h48:29. Torna in Coppa Europa anche il piemontese Federico Tontodonati (Aeronautica), che era nel team azzurro vincitore dei Mondiali a squadre e si è piazzato secondo due mesi fa nella 20 km tricolore, con due giovani: il maceratese campione italiano assoluto sulla distanza Michele Antonelli (Atl. Recanati), 23 anni da compiere martedì, e il 21enne sassarese Andrea Agrusti (I Guerrieri del Pavone).

10 km under 20 (ore 10.00 uomini, ore 18.00 donne) - Di nuovo in azione i marciatori che si sono sfidati sulle stesse strade nel mese di aprile: il tedesco Leo Kopp contro il francese David Kuster e il polacco Lukasz Niedzialek. A Podebrady, ma nel 2016, il marchigiano Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) ha realizzato il personale con 41:44 e proverà ad avvicinarlo. Insieme a lui, nella squadra italiana, due allievi: il debuttante in azzurro Riccardo Orsoni, cremonese del Cus Parma, e il toscano Davide Finocchietti (Atl. Libertas Runners Livorno) che è il più giovane dell’intera manifestazione con i suoi 15 anni, visto che è nato il 16 ottobre 2001. Nella prova femminile under 20, la tedesca Teresa Zurek se la vedrà presumibilmente con le turche Meryem Bekmez e Ayse Tekdal, oltre che con la russa Yana Smerdova. Per l’Italia in gara la partenopea Annalisa Russo (Pol. Astro 2000 Benevento), che quest’anno ha vinto due titoli nazionali di categoria (3000 metri indoor e 20 km su strada), oltre alle gemelle Angelica Mirabello e Anthea Mirabello (Fiamme Gialle Simoni): le 17enni di Cassino per la prima volta si trovano insieme in una rassegna internazionale, dopo aver già indossato l’azzurro agli Europei allievi (Angelica) e nei Mondiali under 18 e a squadre (Anthea).

DIRETTA STREAMING - La Coppa Europa di marcia a Podebrady (Rep. Ceca) sarà trasmessa in diretta video streaming, domenica 21 maggio dalle ore 8.00, a questo LINK.

Luca Cassai

LA SQUADRA ITALIANA - ISCRITTI/Entries - ORARIO/Timetable - STREAMING - TUTTE LE NOTIZIE/News - LA STORIA DELL'ITALIA ALLA COPPA EUROPA DI MARCIA - LE PAGINE EA SULLA MANIFESTAZIONE

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Antonella Palmisano (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 COPPA EUROPA di MARCIA