La Studentesca Rieti premia i suoi campioni

06 Dicembre 2021

Il club reatino celebra i successi del 2021 nella cerimonia di fine stagione, con gli scudetti vinti dalle donne under 23 e dagli allievi, e si prepara a ospitare gli Europei under 18 del 2026

 

A Rieti dopo un anno di stop è tornato l’appuntamento con il Gala della Studentesca Rieti Andrea Milardi, per festeggiare i protagonisti della stagione. Celebrate le due squadre che hanno vinto lo scudetto: le donne della categoria under 23 che si sono imposte a Bergamo e gli allievi che hanno trionfato a Brescia. La società rossoblù quest’anno ha confermato anche la sua consolidata tradizione organizzativa con l’allestimento di due rassegne tricolori, quella degli allievi nel mese di luglio seguita dai campionati italiani master a settembre. E la città si sta già preparando ad accogliere un importante evento internazionale, gli Europei under 18 del 2026, assegnati di recente dopo l’annullamento dell’edizione che era prevista nel 2020.

Nella cerimonia, ospitata stavolta nell’ex chiesa di San Giorgio grazie alla disponibilità della Fondazione Varrone, è stato consegnato il premio di tecnico dell’anno a Chiara Milardi, reduce dalle Olimpiadi di Tokyo (i suoi secondi Giochi da allenatrice) e già tecnico degli ultimi due primatisti italiani dei 400 metri (Matteo Galvan e Davide Re). E poi il premio atleta dell’anno a Federica Pansini, doppio bronzo in maglia azzurra con la staffetta 4x400 agli Europei under 20 di Tallinn e ai Mondiali di categoria a Nairobi.

Il premio alla carriera è andato a tre atlete partite dalla Studentesca e arrivate ai gruppi sportivi militari come Giulia Latini (Carabinieri), Jessica Paoletta (Esercito) e Maria Enrica Spacca (Carabinieri) che ora hanno chiuso la carriera in pista, fino al professor Roberto Bonomi, tecnico di alto livello che ha guidato tanti atleti azzurri e che, con emozione, ha ricordato lo sprone di Andrea Milardi a seguire l’attività (quasi quarantennale) di allenatore nell’atletica.

Tra i premiati anche le allieve del mezzofondo che sono riuscite a conquistare il campionato di specialità, il saltatore in alto Mattia Furlani, il mezzofondista Marco Ranucci, la tricolore cadette del triplo Raffaella Tsimi Atana e la giudice Stefania Micheli. Riconoscimento anche alla scuola Minervini-Sisti, i cui atleti hanno primeggiato nella Scheggia Sabina, tradizionale evento di velocità dedicato alle scuole. A portare il saluto di FIDAL Lazio, il consigliere regionale Maurizio De Marco a nome del presidente FIDAL Lazio, Fabio Martelli, e di tutto il movimento dell’atletica laziale.

(ha collaborato Christian Diociaiuti/FIDAL Lazio)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate