Le star degli Inspiration Games di Zurigo

06 Luglio 2020

Giovedì la Wanda Diamond League prosegue con il nuovo format a distanza del Weltklasse: 30 stelle, 7 sedi in Europa e Stati Uniti. In gara Lyles nei 200, Muhammad 300hs, Taylor triplo, Stefanidi-Morris nell’asta

 

di Marco Buccellato

L’atletica non smette di rifarsi il trucco e si adegua all’emergenza dettata dalle nuove regole di sicurezza. Dopo il successo degli Impossible Games di Oslo, ecco gli Inspiration Games di Zurigo, che spostano ancora più in là il limite della sfida. Novanta minuti di gare da seguire live, venti telecamere per l’intera copertura dell'evento, in cui si confronteranno circa trenta star dell’atletica mondiale in tre distinti team (Europa, Nord America e Mondo), in otto eventi e sette sedi, per quello che è il nuovo Weltklasse, un meeting tra i più prestigiosi del calendario della Wanda Diamond League, riconvertito a esibizione di lusso.

IL PROGRAMMA  - Lo show di giovedì 9 luglio prevede quattro gare maschili e altrettante femminili. Per le donne i 150 metri, i 300 metri ostacoli, la singolare staffetta 3x100 e l’asta. Per gli uomini, 100 yards, 200 metri, salto triplo e asta.

LYLES SUI 200 METRI - Un atleta, uno one man show. È Noah Lyles, iridato a Doha sui 200 metri, reduce dall’esordio di Montverde con un 9.93 ventoso sui 100 metri. Per lo statunitense, i 200 metri, in contemporanea dagli Usa nella sfida con il francese Christophe Lemaitre (a Zurigo, per l’Europa) e l’olandese Churandy Martina che gareggerà per il Team World. Ancora velocità con le 100 yards, distanza che ormai si corre raramente: superstars, il canadese Andre De Grasse per il Nord America, il francese Jimmy Vicaut per l’Europa e il giamaicano Omar McLeod, ostacolista olimpionico ma velocissimo anche nello sprint puro, per il team World. La miglior prestazione mondiale sulla distanza, che in tempi passati era il top delle sfide veloci, appartiene al giamaicano Asafa Powell con 9.07 (Ostrava 2010). Quella europea è detenuta dal britannico Linford Christie, 9.30 a Edimburgo 1994, lo stesso crono della miglior prestazione elettrica canadese, proprio di De Grasse.

MILLER-UIBO 150 - Sulla distanza dei 150 metri, la bahamense Shaunae Miller-Uibo (da Bradenton, Florida), la statunitense Allyson Felix (da Walnut, California) e la svizzera Mujinga Kambundji si sfideranno dalle rispettive sedi, con l’elvetica all’interno del Letzigrund. La Miller-Uibo è reduce dall’esordio di sabato in Florida, dove ha vinto i 200 in 22.61 e i 400 in 50.52. Proprio sui 150 metri sarà utilizzata la tecnologia innovativa delle pistole sincronizzate per lo start da differenti sedi. Nella staffetta 3x100 gli Usa a Walnut, l’Olanda a Papendal e la Svizzera a Zurigo. Infine i 300 metri ostacoli con la primatista mondiale dei 400hs Dalilah Muhammad, la campionessa d’Europa Léa Sprunger e per il team World la ceca Zuzana Hejnova.

ASTA: MORRIS, STEFANIDI, KENDRICKS, LISEK - Al clash di vertice tra Sandi Morris (team Nord America) e Katerina Stefanidi (Europa) si è aggiunto il nome della terza astista, in gara con il team World: è Angelica Bengtsson in pedana a Karlstad, nella sua Svezia. La greca Stefanidi ha vinto l’oro olimpico di Rio, il titolo mondiale di Londra e gli ultimi due ori europei. La statunitense Morris tre argenti nelle ultime tre “global competitions”, uno a Rio e due ai Mondiali. La coppia di star si è già affrontata in quarantadue occasioni, con ventiquattro sfide dirette vinte dalla Stefanidi. Stelle anche nell’asta maschile con la sfida a tre fra lo statunitense campione del mondo Sam Kendricks, il polacco Piotr Lisek (Europa) e per la selezione World il francese Valentin Lavillenie

TRIPLO, TAYLOR vs PICHARDO - Il salto triplo offre un classico, la sfida tra l’asso pigliatutto della specialità Christian Taylor (quattro titoli mondiali e due ori olimpici), per l’occasione cooptato nel team World, contro il portoghese Pedro Pablo Pichardo (l’ex-cubano sarà in pedana a Lisbona) e l’altro statunitense, in rappresentanza del Nord America, Omar Craddock. Dei tanti duelli tra Taylor e Pichardo, resta ben impresso nella memoria quello favoloso della tappa di Doha della Diamond League 2015, dove entrambi superarono i 18 metri, unica volta nella storia della specialità con due interpreti oltre la soglia magica. Vinse Pichardo, all’epoca ancora cubano, che prevalse di due centimetri su Taylor, 18,06 contro 18,04.

DIRETTA STREAMING - Il meeting di Zurigo sarà trasmesso in diretta video streaming dalle ore 20.00 di giovedì 9 luglio sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della Wanda Diamond League.

AGGIORNATO MARTEDÌ 7 LUGLIO (con il cast completo)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries

Dalilah Muhammad (foto Jean-Pierre Durand/Diamond League)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate