Mondiali: 20km colombiana, Rubino 16esimo

13 Agosto 2017

L'azzurro chiude in 1h20:47, suo miglior crono delle ultime tre stagioni. Il romano ha ricevuto anche il bronzo mondiale di Berlino 2009. Successo di Arevalo che la spunta per due secondi (1h18:53) sul russo Shirobokov.


 
 
La 20km di marcia maschile dei Campionati del Mondo di Londra parla colombiano. La vittoria, con tanto di record nazionale in 1h18:53, va al 24enne Eider Arevalo che alla fine ha la meglio sul russo Sergei Shirobokov (1h18:55). Terzo Caio Bonfim in 1h19:04, primato del Brasile. Il migliore degli azzurri al traguardo è il romano Giorgio Rubino, sedicesimo con il season best in 1h20:47 e che a Londra ha finalmente ricevuto il bronzo mondiale di Berlino 2009. Una medaglia che l'azzurro attendeva da 7 anni e che oggi gli è stata consegnata nel corso di una cerimonia speciale con il regale scenario di Buckingham Palace sullo sfondo. 25esimo il 22enne pugliese Francesco Fortunato che coglie l'occasione per ritoccare il personale a 1h22:01. 48esimo, infine, il cinquantista lombardo Matteo Giupponi (1h25:20), al rientro in una grande rassegna dopo l'ottavo posto di Rio 2016 e una serie di problemi fisici che ne hanno rallentato la preparazione. 
IL RACCONTO DELLA GARA
 
20KM (ARRIVO) - Si fa avanti un terzetto con Arevalo, Linke e Shirobokov, ma poi emerge a sorpresa dalle retrovie il sudafricano Lebogang Shange, protagonista di un notevole forcing con le sue alte frequenze. Entra in difficoltà Linke, che riceve due cartellini rossi, e al comando la lotta è tra Arevalo e Shirobokov, mentre Bonfim raggiunge e supera Shange. Nell’ultimo tratto Eider Arevalo guadagna alcuni metri che si rivelano decisivi sul traguardo, raccoglie la bandiera della Colombia e se la annoda al collo: il 24enne sudamericano è campione mondiale in 1h18:53, dopo essersi aggiudicato nel 2012 il titolo iridato under 20. Argento allo junior russo Shirobokov (1h18:55), bronzo per il brasiliano Bonfim (1h19:04) che precede Shange (1h19:18) e Linke (1h19:21). Sedicesimo posto di Giorgio Rubino in 1h20:47. Il romano delle Fiamme Gialle, passato sotto la guida tecnica di Giovanni De Benedictis, toglie oltre un minuto al primato stagionale realizzando il suo miglior crono degli ultimi tre anni. Il 22enne pugliese Francesco Fortunato è 25esimo con il record personale di 1h22:01 per la soddisfazione anche del suo allenatore Patrizio Parcesepe. Il cinquantista lombardo Matteo Giupponi, seguito da Gianni Perricelli, oggi chiude 48esimo in 1h25:20.
 
15KM - Il britannico Bosworth va all’attacco con due proposte di squalifica, ma poco dopo viene bloccato dai giudici. Allora cerca di prendere l’iniziativa il tedesco Christopher Linke, migliore degli europei ai Giochi di Rio chiusi al quinto posto, insieme al 18enne russo Sergei Shirobokov, che ha vinto nella recente rassegna continentale U20 di Grosseto. Rimangono otto atleti al comando: anche Wang (leader con 59:33 al 15° km), Fujisawa, il colombiano Arevalo, il brasiliano Bonfim e l’australiano Bird-Smith, insieme allo spagnolo Martin, invece si stacca l’altro iberico Miguel Angel Lopez, campione mondiale uscente. Cresce l’azzurro Giorgio Rubino, ventesimo in 1h00:49, poi 30esimo Fortunato (1h01:24) e 51esimo Giupponi (1h03:31).
 
10KM - Si fa notare il francese Kevin Campion, poi rilevato al comando da Wang e dal giapponese Isamu Fujisawa che transita per primo al decimo chilometro in 39:48, con diciassette uomini ancora nel plotone. A quasi un minuto Rubino, trentesimo con 40:44, poi Fortunato 42esimo (40:50) e Giupponi 54esimo (41:40).
 
5KM - 64 atleti in partenza. All’inizio sono soprattutto l’atleta di casa Tom Bosworth, sesto alle Olimpiadi, e lo svedese Perseus Karlstrom a dettare il ritmo. Dopo cinque chilometri il gruppo di testa conta una trentina di atleti, guidato dal cinese Wang Kaihua (19:54). Più dietro gli azzurri con Giorgio Rubino 40esimo (20:24), Francesco Fortunato 45esimo (20:25) e Matteo Giupponi 51esimo (20:28).
 
GIORGIO RUBINO

FRANCESCO FORTUNATO

 


Eider Arevalo (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: