Pietro Riva si migliora nei 3000 in Belgio

17 Agosto 2019

A Kessel-Lo, il 22enne piemontese abbassa il personale di oltre cinque secondi vincendo in 7:54.90


 

Vittoria azzurra sulla pista di Kessel-Lo, in Belgio. Il 22enne Pietro Riva cresce nei 3000 metri, togliendo più di cinque secondi al record personale con 7:54.90. È la prima volta in carriera sotto gli otto minuti per il portacolori delle Fiamme Oro, campione europeo juniores dei 10.000 nel 2015, che sulla distanza dei tre chilometri aveva finora un limite di 8:00.06 ottenuto nel 2018 ad Alba. Frenato da un infortunio nella prima metà dell’anno, dopo i miglioramenti della scorsa stagione (13:39.53 sui 5000 a Rovereto e quindi 1h02:19 alla mezza maratona di Valencia in ottobre), è rientrato durante l’attività estiva arrivando terzo nei 5000 agli Assoluti di Bressanone. Al Meeting voor Mon, nelle Fiandre, il passaggio al primo chilometro è stato intorno a 2:37, poi 3:57 ai 1500 metri quando il giovane piemontese e il somalo Ilyas Yonis Osman hanno scavalcato il pacer, fino al parziale di 5:17 al secondo chilometro. Nell’ultimo giro, coperto in meno di un minuto, l’azzurro è riuscito a staccare l’africano che ha chiuso alle sue spalle in 7:56.30. [RISULTATI/Results]

IN POLONIA - Terza gara all’estero nel mese di agosto per Sara Jemai. La giavellottista dell’Esercito si è piazzata seconda a Varsavia con 55,75 all’ultimo lancio, nel Memorial Zygmunt Szelest della capitale polacca vinto dall’atleta di casa Maria Andrejczyk (59,56). In precedenza la campionessa italiana invernale si era imposta a Belfast, nel primo giorno del mese (55,54), e a Loughborough il 6 agosto (56,48). [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 RIVA PIETRO