Simone Cairoli: 10 fatiche e tanto onore

08 Agosto 2018

Il decatleta azzurro al decimo posto negli Europei di Berlino con 7949 punti, record personale e quarto italiano alltime


 

di Luca Cassai - intervista video di Alessio Giovannini

Un azzurro torna a essere protagonista nelle prove multiple in una grande manifestazione internazionale. Ai Campionati Europei di Berlino applausi per Simone Cairoli, decimo nel decathlon con il record personale di 7949 punti, 74 in più rispetto al precedente primato realizzato nella scorsa stagione. Ora è il quarto di sempre a livello nazionale. Era da 12 anni che un italiano non otteneva un risultato del genere e che non partecipava a questa gara in una rassegna continentale all’aperto, da Goteborg 2006 con William Frullani che nell’edizione precedente, a Monaco di Baviera nel 2002, si era piazzato al nono posto. Stavolta è salito alla ribalta il 28enne lombardo, che nella capitale tedesca ha vissuto due giornate e 10 gare da incorniciare, con quattro record personali (7,49 nel lungo, 48.77 sui 400 metri, 4,60 nell’asta e 59,62 nel giavellotto), accompagnati da altri due primati stagionali (2,05 nell’alto e 14.66 sui 110hs).

“STRAVOLTO E CONTENTO” - “Prima di questo Europeo sapevo di valere tanto - le parole di Simone Cairoli - ma non così tanto. Questo è un risultato a cui puntavo per tutta la carriera sportiva. Mi sono ripreso a fatica dopo l’operazione, è stato un anno travagliato. Tra sport e lavoro, riesco a portare avanti una doppia vita, un po’ come Batman: ci ho sempre scherzato su in questi anni, ma è divertente pensarci. Mi dispiace per il disco, senza quei 35 metri gli 8000 potevano essere più vicini. Ora punto agli Assoluti di Pescara che saranno importanti per il ranking, sarebbe bello andare ai Mondiali del prossimo anno. Sono stravolto e contento. Le 10 gare del decathlon sono difficili, pesanti, ma danno un sacco di soddisfazione e non ne ho mai ricevuto così tanta come nel giro d’onore che ho fatto qui, davanti a tanta gente, piangendo di gioia”.

VIDEO | INTERVISTA A SIMONE CAIROLI

L'IDENTIKIT DI SIMONE CAIROLI - Non è un atleta a tempo pieno, perché ha un lavoro da commesso part-time in un negozio di articoli sportivi, ma negli ultimi mesi si è preparato al meglio per questo evento dopo l’infortunio di un anno fa. L’ultimo decathlon completato dal portacolori della Lecco Colombo Costruzioni è stato quello del personal best a Gotzis (7875 nel maggio 2017), poi si è sottoposto a un intervento alla caviglia sinistra. Uno stop di breve durata perché quest’anno ha già confermato il titolo italiano dell’eptathlon in sala, la stessa specialità che nel 2017 lo ha visto in azione agli Europei indoor di Belgrado con il dodicesimo posto, e nella stagione all’aperto si è cimentato in diverse gare individuali. Risiede a Villa Guardia, in provincia di Como, e si allena principalmente a Canegrate sotto la guida tecnica di Andrea Calandrina.

GRAN FINALE - Nel pomeriggio della seconda giornata del decathlon, nona fatica per Simone Cairoli e un altro primato personale, stavolta nel giavellotto, per arrivare a sfiorare i sessanta metri: 59,62. Prima di oggi, il suo limite nella specialità era di 57,04 con un progresso che quindi è di oltre due metri e mezzo. Dopo il lancio migliore, trovato al terzo ingresso in pedana (primo turno 50,52 sotto la pioggia, secondo 54,32), libera tutta la propria gioia con una vivace esultanza. Cairoli, dodicesimo dopo otto prove, aggiunge così altri 732 punti al suo bottino e sale a 7193, cifra più alta di quella del personale di Gotzis del 2017 dopo nove discipline (7071), diventando undicesimo. L’ultima gara, quella dei 1500 metri, vede l’azzurro tra i migliori: quarto al traguardo in 4:28.30 per guadagnare un’altra posizione nella classifica finale. Il nuovo campione d’Europa per il tripudio del pubblico di casa è il tedesco Arthur Abele (8431), leader dopo il giavellotto scalzando il britannico Tim Duckworth che perde terreno come prevedibile nelle ultime due prove e chiude quinto (8160). Sul podio salgono anche il russo neutrale Ilya Shkurenyov (8321) e il bielorusso Vitali Zhuk (8290), quarto il ventenne tedesco Niklas Kaul (8220).

IL DECATHLON DI SIMONE CAIROLI AGLI EUROPEI DI BERLINO

  Risultato Punteggio Piazzamento PB SB  
100m 10.94 (+0.3) 874 8 10.74 10.90  
Lungo 7,49 (+1,3) 932 8 7,45/7,55i 7,00 PB
Peso 13,25 682 24 13,27 13,27  
Alto 2,05 850 5 2,07/2,10i 2,03 SB
400m 48.77 872 9 48.90 49.51 PB
110hs 14.66 (+0.1) 891 11 14.64 14.66 =SB
Disco 35,30 570 22 38,51 38,51  
Asta 4,60 790 17 4,50/4,60i 4,50/4,60i PB
Giavellotto 59,62 732 10 57,04 - PB
1500m 4:28.30 756 4 4:21.14 -  
Decathlon   7949 10 7875 - PB 


DIRETTA TV E STREAMING -
Tutte le emozioni degli Europei di Berlino sono trasmesse sui canali Rai (Rai2, RaiSport, RaiSport+HD e la piattaforma RaiPlay), sui canali Eurosport (Eurosport 1, Eurosport 2 ed Eurosport Player) e in streaming sul portale Eurovision al seguente link: www.eurovisionsports.tv/EuropeanChamps18/athletics

FOTO/PhotosLE SCHEDE DELLA SQUADRA ITALIANA (PDF) - START LIST - RISULTATI/Results - ISCRITTI/Entries - ORARIO E AZZURRI IN GARA - LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team - TUTTE LE NOTIZIE/News - GLI EUROPEI IN TVNUMERI E STATISTICHE (DAL 1934 AL 2016)LE PAGINE EA SUGLI EUROPEI - IL SITO DEL COMITATO ORGANIZZATORE

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: