Sprint e salti nel sabato indoor

19 Gennaio 2019

La velocista Siragusa apre la stagione ad Ancona con 24.30 nei 200, Bogliolo 8.29 nei 60hs. A Modena lo junior Ceccarelli scende a 6.72 nei 60 


 

La stagione di Irene Siragusa comincia dal Palaindoor di Ancona nei 200 metri. È della 25enne senese dell’Esercito il tempo migliore nelle diciassette serie del giro di pista al coperto: primo posto con 24.30 davanti ad Anna Gresta (Atl. Roma Acquacetosa), 24.93, e Giovanna De Andreis (Acsi Italia), 24.99. Nei 200 maschili è Mario Marchei (Atl. Futura Roma) l'unico sotto i 22 secondi (21.95). Corre soltanto la batteria dei 60hs la campionessa italiana dei 100hs Luminosa Bogliolo (Cus Genova): con 8.29 avvicina l'8.24 dello scorso fine settimana ad Aosta e poi rinuncia alla finale per un risentimento a un polpaccio. La più veloce nel round decisivo è Nicla Mosetti (Bracco Atletica) con 8.59 dopo l’8.70 della batteria. Al maschile la vittoria negli ostacoli va a Francesco Ferrante (Atl. Firenze Marathon) che in batteria (8.12) fa meglio rispetto alla finale (8.14). Affare di famiglia negli 800 donne con la primatista italiana under 20 dei 400 all’aperto Elisabetta Vandi (Avis Macerata) che “tira” per cinquecento metri la sorella Eleonora Vandi (Avis Macerata) e la lancia verso il PB al coperto: 2:05.62 per migliorare il 2:05.84 datato 19 febbraio 2017. Primato personale anche per Tobia Bocchi nel triplo: il 21enne carabiniere emiliano, vicecampione europeo juniores a Eskilstuna nel 2015, migliora due volte il precedente limite indoor di 15,90 e plana prima a 16,09 e poi a 16,12. Nell'asta, al debutto stagionale fattura 4,25 Roberta Bruni (Carabinieri) che poi tenta i primi assalti a 4,40. [RISULTATI/Results].

MODENA - Che pomeriggio per lo junior Samuele Ceccarelli (Atl. Alta Toscana) che sale al quinto posto delle liste under 20 all-time dei 60 metri sfrecciando in 6.72 dopo il 6.75 della batteria. Il 19enne toscano, terzo lo scorso anno ai Tricolori Juniores di Agropoli nei 100, sgretola il personal best di oltre un decimo (aveva 6.83) e non è più così lontano dal primato italiano under 20 (6.64) che Filippo Tortu stabilì a Magglingen nel gennaio del 2017. Ceccarelli precede Alex Zlatan (La Fratellanza Modena 1874) autore di 6.75, e liste alla mano il 6.90 di Matteo Melluzzo (Milone Siracusa) vale l'ottava piazza di sempre tra gli allievi. Nella sfida dei 60 donne prevale Margherita Zuecco (Atl. Vicentina) capace oggi di 7.55, un centesimo meglio di Audrey Alloh (Fiamme Azzurre, 7.56). È terza la padrona di casa Eleonora Iori (La Fratellanza Modena 1874) con 7.58 in finale, dopo il 7.57 della batteria. E in chiave azzurra sui 60 c'è da segnalare anche il 7.56 di Alessia Carpinteri (Cus Catania) a Kuldiga (Lettonia). Cresce la neo allieva Sandra Milena Ferrari (La Fratellanza Modena 1874), 8.63 nei 60hs, decima under 18 all-time. (ha collaborato Stefano Ruggeri) [RISULTATI/Results 

UDINE - Nei 60hs, successo al maschile per Gabriele Crnigoj (Atl. Malignani Libertas) con il tempo di 8.30 e al femminile per Giada Carmassi (Esercito) con 8.85. [RISULTATI/Results]

FIRENZE - L’azzurrina Idea Pieroni (Virtus CR Lucca) supera quota 1,75 al terzo tentativo e sbaglia tre volte la misura successiva (1,78). Andrea Rinaldi (Atletica Livorno) eguaglia il PB indoor nel lungo con 7,24. [RISULTATI/Results]

AOSTA - I 60 metri sono di Martina Amidei (Cus Torino) 7.65 su Virginia Schieda (Atl. Pinerolo), 7.66. L’allieva Sara Verteramo (Cus Torino) 15,09 nel peso. [RISULTATI/Results]

BERGAMO - Nicholas Nava (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) comanda l’alto con 2,05 al terzo tentativo, poi tre “x” a quota 2,10. [RISULTATI/Results]

SARONNO - Bel duello nel lungo tra Giulio Panara (Pro Sesto), 7,33, e l'azzurrino Denis Rigamonti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), 7,30. Chiara Proverbio (Osa Saronno) 5,87 nel lungo. (ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia) [RISULTATI/Results]

Nazareno Orlandi

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate