Triplo: Bocchi salta 16,60 ad Ancona

22 Gennaio 2021

Buon debutto per l’azzurro, con rincorsa ridotta di dodici passi, a tredici centimetri dal personale

 

È il triplo maschile ad aprire tre giorni densi di spunti agonistici ad Ancona. Ed è il 16,60 di Tobia Bocchi il miglior risultato del pomeriggio del Palaindoor: il saltatore dei Carabinieri firma un bel debutto stagionale, saltando con rincorsa ridotta (dodici passi), a tredici centimetri dal primato personale all’aperto di 16,73 e a undici dal proprio miglior salto al coperto (16,71), entrambi ottenuti due anni fa, nella stagione che l’ha visto anche debuttare in Nazionale assoluta agli Euroindoor di Glasgow. Il 23enne di Parma piazza la zampata al sesto e ultimo turno, dopo aver iniziato con due nulli e proseguito con 16,36, 16,28 e 16,01. Al secondo posto, e con progresso sul personale indoor, si classifica Simone Biasutti (Trieste Atletica) che atterra a 16,32, misura trovata al primo ingresso in pedana. Una prestazione che lo porta anche a ridosso del proprio limite outdoor di 16,40, siglato nella scorsa stagione. Oltre i sedici metri Daniele Greco (Fiamme Oro) terzo con 16,04, e cinque nulli a completare la sua serie. Al rientro dopo un anno e mezzo di stop ricomincia da 15,64 Simone Forte (Fiamme Gialle), quarto, Samuele Cerro (Enterprise Sport & Service) è quinto con 15,16. Nella gara a inviti anche Enrico Montanari (Academy Ravenna Athletics, 15,00), Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno, 14,86) e il neo junior Federico Morseletto (Studentesca Rieti Milardi, 14,74).

BOCCHI: “IL MEGLIO ALL’ULTIMO SALTO” - “Sono molto contento, per essere la prima gara è davvero un bell’inizio – le parole di Bocchi – sono riuscito a tirare fuori il meglio all’ultimo salto, cosa che di solito non faccio. I primi salti erano tutti un pochino ‘sporchi’, non male nel complesso, ma sempre con qualche dettaglio sbagliato. Per fortuna invece all’ultimo turno sono riuscito a concentrarmi e mettere insieme i pezzi. Adesso non vedo l’ora di tornare a casa per continuare a lavorare e potermi presentare alla prossima gara con rincorsa completa”. [RISULTATI/Results]

VIDEO | IL 16,60 DI BOCCHI AD ANCONA


MIRAMAS
- Mezzofondisti italiani in trasferta al meeting indoor di Miramas, in Francia. Nei 1500 metri Federico Riva firma il record personale indoor con 3:46.63, piazzandosi al secondo posto nella gara vinta dal transalpino Djilali Bedrani in 3:41.46. Per il ventenne delle Fiamme Gialle Simoni, il crono è a un secondo e mezzo dal proprio limite all’aperto, realizzato nella scorsa estate con 3:45.14. Al femminile, sui 3000 metri, ottava Camille Chenaux (Athletica Vaticana): l’atleta svizzera che si allena a Castelporziano riesce a migliorarsi di oltre sette secondi in 9:26.00 davanti a Silvia Oggioni (Pro Sesto Atletica), nona con 9:33.59, mentre non completa la prova Martina Tozzi (Fiamme Gialle). [RISULTATI/Results]

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate