USA: Infantino nel vento, vince Osakue

20 Aprile 2019

In Florida lo sprinter brucia i 100 in 10.06 sospinto da forti folate, in Texas un altro successo per l'azzurra del disco


 

Negli Stati Uniti al Pure Athletics-Ntc Spring Invitational di Clermont (Florida) viaggia nel vento Antonio Infantino: sospinto da forti folate, fa scrivere sul display un 10.12 in batteria nei 100 metri (+3.8) e a seguire un 10.06 in finale (+3.6), in entrambi i casi migliori prestazioni personali in ogni condizione. Il 28enne sprinter dell’Athletic Club 96 Alperia, azzurro agli Europei di Amsterdam 2016 e agli Europei a squadre di Lille nella stagione successiva, chiude con il miglior tempo nel riepilogo generale davanti agli americani Jaylen Bacon (10.20/+3.1) e Kendal Williams (10.21/+3.1). Tra gli altri, avevano corso in batteria grandi firme come Isiah Young (10.01/+2.6), Alonso Edwards (10.09/+3.1) e Noah Lyles (10.16/+2.6). Resiste il 10.36 di Newham del maggio 2017 come primato personale del velocista cresciuto in Gran Bretagna, e ai fini statistici il 10.06 ventoso negli States è il terzo tempo italiano tra quelli con la "w" ricordando il 9.99 di Pietro Mennea (+7.2) a Bari nel 1978 e il 10.04 di Marcell Jacobs (+3.0) poco meno di un anno fa a Savona. Eolo che soffia con decisione (+5.5) spinge Infantino anche a 20.27 nei 200 metri, specialità nella quale vanta un primato regolare di 20.53 a Lee Valley nel luglio 2016. [RISULTATI/Results].

OSAKUE 55,63 - Prosegue con una nuova vittoria l’attività oltreoceano di Daisy Osakue. Al West Texas A&M Invitational di Canyon la 23enne torinese spedisce il disco a 55,63 e si aggiudica la gara, onorando i colori del suo ateneo, la Angelo State University. A farne le spese Norma Cunigan (50,52) e Zada Swoopes (50,29). Nelle scorse settimane la discobola delle Fiamme Gialle, quinta agli Europei di Berlino 2018, ha lanciato per due volte sopra la soglia dei sessanta metri: prima 60,04 ad Abilene il 15 marzo, poi 60,13 ad Austin quindici giorni dopo, per diventare la seconda azzurra di ogni epoca [RISULTATI/Results].

TREVISAN 53.37 - Primato stagionale nei 400 metri alle MT Sac Relays di Torrance, in California, per Giancarla Trevisan. L’italo-americana della Bracco Atletica, vicecampionessa nazionale in carica, completa il giro di pista in 53.37, in crescita rispetto al 54.41 del 12 aprile a Norwalk. La 26enne ex calciatrice che nel 2018 è stata convocata con la staffetta 4x400 azzurra agli Europei dell’Olympiastadion si esprime anche in 24.20 (+1.8) nei 200 metri. Nella stessa riunione Nadia Maffo (Atl. Malignani Libertas) con la maglia di Florida State spedisce il martello a 61,62, a quattro centimetri dallo stagionale siglato il 30 marzo a Gainesville [RISULTATI/Results].

FALDA 4,31 - Nuova uscita per Helen Falda al Beach Invitational di Long Beach, in California. La 23enne piemontese è quinta nell’asta con 4,31, poi dà l'assalto per tre volte al possibile primato personale di 4,41. Nella stagione del college la portacolori di South Dakota (PB di 4,38 saltato nell'aprile 2017) è già salita a 4,36 all’aperto e 4,32 al coperto [RISULTATI/Results].

LANCI AZZURRI AD ASCOLI - Nel sabato che precede la Pasqua, il martello del primatista italiano juniores Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche) atterra a 73,79 ad Ascoli Piceno. Sfiora i settanta metri il giavellotto di Simone Comini (Asa Ascoli Piceno), scagliato a 69,79. In inverno, il 20enne lanciatore di casa si è migliorato fino a 73,79 in Coppa Europa a Samorin [RISULTATI/Results].

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 INFANTINO ANTONIO BALDASSARE