Inizio mondiale ad Ancona




 

Partita la stagione indoor 2010 al Banca Marche Palas di Ancona, con il primo meeting nazionale di sabato 9 gennaio. Sul rettilineo dei 60 metri, in finale vince un atleta che conosce bene questa pista, dove lo scorso mese di marzo ha conquistato tre titoli europei master indoor (60, 200 e 4x200): Mario Longo, 45enne napoletano dell’Atletica Marano, che sfreccia in 6”97. Per Longo, in base alle statistiche della WMA (la Federazione mondiale master), si tratta del nuovo primato mondiale di categoria M45. Il precedente era di 7”02, ottenuto dallo statunitense Stan Whitley nel 1991 ed eguagliato da Longo oggi in batteria, per poi migliorarlo in finale, davanti al ben più giovane Marco Ripani (Collection Atl. Sambenedettese), classe ’88 e secondo in 7”16. Il più veloce in batteria era stato però il ventenne Julius Kyambadde (Civitanova Track Club) con 6”98, poi squalificato in finale per falsa partenza, che in base al nuovo regolamento (in vigore dal 1° gennaio) punisce da subito chi anticipa lo sparo. Sui blocchi anche un campione italiano, ma di tutt’altra specialità: Gianluca Tamberi, tricolore juniores nel giavellotto (e quarto nel 2009 agli Europei di categoria con il primato nazionale). Il neo-finanziere di Offagna (arruolato da poco più di un mese nelle Fiamme Gialle) ha corso in 7”89, piazzandosi settimo nella propria batteria.

Numerosa la partecipazione al meeting: 159 iscritti, tra cui anche 72 atleti provenienti da 28 diverse società fuori regione. Nell’asta, 4.80 di Giacomo Befani (Libertas Orvieto), che stabilisce la nuova miglior prestazione italiana master MM40, con lo junior Leonardo Ottaviani (Atl. Avis Macerata) a superare 4.50, mentre il triplo va a Matteo Sargentoni (Atl. Castelfidardo R. Criminesi) che salta 14.24. Tra le donne, i 60 metri vedono il successo di Ilaria Giretti (Sport Atletica Fermo), all’esordio nella categoria promesse con 7”92 (in batteria aveva vinto in 7”94), davanti alla sammarinese Martina Pretelli (Olimpus), seconda in 8”05 (dopo un 7”98 in batteria), che in agosto ha partecipato ai Mondiali di Berlino, rappresentando la Repubblica del Titano. Sui 400 metri, 56”79 per Serena Monachino, bergamasca di Albino e tesserata per l’Easy Speed 2000. Le pedane dei salti vedono una presenza qualificata, con le tre campionesse italiane 2009 dell’eptathlon: la pavese Cecilia Ricali (Fiamme Azzurre), tricolore assoluta, e le portacolori della Tecno Adriatletica Marche, Jennifer Massaccisi (promesse) ed Enrica Cipolloni, che dopo i successi da junior si trova quest’anno tra le under 23, insieme proprio alla cugina Jennifer. Miglior misura di giornata nel lungo per la Ricali (5.77), su Massaccisi (5.68) e Cipolloni (5.33), che invece s’impone con 1.72 nell’alto, dove le altre due si fermano a 1.64.

GALLERIA FOTOGRAFICA


Nell'immagine in alto, Mario Longo sul traguardo nella finale dei 60 metri (foto di Maurizio Iesari); in basso l'ampia sintesi video, realizzata da Mario Giannini




Condividi con
Seguici su: