L’Atletica Osimo festeggia 50 anni

17 Dicembre 2014

Celebrato l’anniversario con la presentazione del libro sul mezzo secolo di storia della società

 

E sono 50! L’Atletica Osimo ha festeggiato lo scorso fine settimana mezzo secolo di vita. Era infatti il 1964 quando a Osimo veniva costituita la società di atletica leggera femminile denominata S.A.L.F., divenuta nel tempo l’attuale Asd Atletica Osimo. I festeggiamenti hanno preso il via nel pomeriggio di sabato 13 dicembre, con l’esibizione nella piazza del Comune di Osimo dei giovani atlete ed atleti, impegnati in percorsi, giochi e staffette. A pochi metri di distanza, presso la sede della locale Associazione Filatelica, era a disposizione lo speciale annullo postale, emesso da Poste Italiane per celebrare l’evento. La mattina di domenica 14, cerimonia ufficiale presso la Sala Maggiore del Municipio di Osimo, alla presenza delle autorità intervenute: il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni, l’assessore allo sport del Comune di Osimo Alex Andreoli, il presidente regionale del Coni Fabio Sturani, il presidente della Fidal Marche Giuseppe Scorzoso. Inoltre, il consigliere regionale Dino Latini, il presidente del consiglio comunale di Osimo Paola Andreoni, il delegato provinciale del Coni Fabio Luna, il fiduciario tecnico regionale Mauro Ficerai, il presidente e il direttore tecnico del Team Atletica Marche Pasquale Del Moro e Robertais Del Moro, il presidente della Sacen Corridonia Giovanni Beccerica.

Una sala gremita da atleti, ex atleti, dirigenti e allenatori del passato e del presente, familiari e appassionati di atletica leggera ha ascoltato con interesse ed emozione gli interventi che si sono succeduti. In apertura il saluto del presidente dell’Atletica Osimo, Adriano Malatini, che ricordava di essere arrivato per caso all’atletica leggera e di esserne rimasto coinvolto a tal punto da assumere la guida della società. Poi l’intervento del sindaco, con l’augurio e lo stimolo ad andare avanti per doppiare l’attuale traguardo. Il presidente del Coni Sturani, ricordando che proprio pochi giorni prima l’Atletica Osimo aveva ricevuto la stella al merito sportivo, citava i sani valori che lo sport sa trasmettere, l’atletica leggera soprattutto. Lo sport, continuava, deve essere vissuto come un diritto di cittadinanza per far crescere i nostri figli e l’investimento nello sport è uno dei migliori investimenti. L’importanza dello sport per i giovani veniva menzionata anche dal presidente Scorzoso, che rammentava i buoni risultati del settore giovanile dell’atletica marchigiana.

Teneva inoltre a ricordare la lunga presenza all’interno della struttura regionale della Fidal del professore Gino Falcetta, figura storica dell’atletica osimana: 43 anni di collaborazione. Il professore Romano De Angelis, uno dei fondatori della S.A.L.F. insieme a Franca Costantini, Franco Lombardi e Paolo Bianconi, riferiva proprio di aver trasmesso la passione dell’atletica leggera a tanti giovani, ma ad uno in particolare: Gino Falcetta. L’assessore allo sport apprezzava lo sforzo educativo di una società che ha saputo trasmettere valori non solo sportivi, ma anche di vita, tanto da arrivare a un traguardo così importante. Il consigliere Latini, portando il saluto dell’amministrazione regionale, citava le difficoltà ad avere fondi adeguati per lo sport da parte della Regione, riferendosi all’atletica leggera come a uno sport “vero”.

Il momento centrale della mattinata, e forse il più toccante, è stato la presentazione del libro sui cinquanta anni di storia della società “S.A.L.F. Atletica Osimo mezzo secolo di storia”, scritto dal professore Gino Falcetta, con la collaborazione di Agostino Polverigiani e Gabriele Giuseppetti. Il libro non è soltanto una descrizione di avvenimenti o un elenco di date e di risultati. E’ invece arricchito dalle testimonianze di chi ha vissuto, e di chi vive ancora, l’atletica leggera con questa società; testimonianze dalle quali emerge l’arricchimento umano grazie alla formazione avuta. E aver formato delle persone, non solo degli atleti, è il più bel risultato che un istruttore possa ottenere. Si diceva dei ricordi toccanti legati agli inizi, alle difficoltà degli allenamenti e delle trasferte, all’assenza di impianti, quando, ad esempio, si saltava in alto senza materassi per la caduta. Negli anni ’70 veniva costruita la pista intorno allo stadio Diana, in materiale bituminoso. Con l’usura, era rimasto il manto duro che molti ricordano e che faceva scintille al contatto con i chiodi delle scarpette o faceva sollevare una gran polvere al passaggio del “traino”. Fino alla conquista della pista di atletica nei primi anni ’90.

La cerimonia, intervallata dall’esibizione musicale di Lucia Santini e Cristiano Giuseppetti, si è chiusa con la premiazione dell’attività agonistica del 2014.

Atleta dell’anno Valentina Natalucci: campionessa nazionale universitaria sui 100 metri (vicecampionessa nei 200), sesta alle finali dei campionati italiani assoluti indoor e outdoor, rispettivamente nei 60  e nei 200, oltre a tre titoli regionali e vari record sociali. Premio all’atleta Fisdir Gaetano Schimmenti, due volte campione italiano indoor nei 60 e nei 200, quattro volte campione italiano outdoor nei 100 e 200 juniores e assoluti. Riconoscimenti anche all’allievo Gianluca Re, con due partecipazioni ai campionati italiani, due titoli di campione regionale, oltre al miglioramento di record sociali e alla squadra giovanile di staffetta categoria ragazze (Angelica Ghergo, Irene Pesaresi, Giulia Tonti, Carolina Giorgi) per gli ottimi risultati ottenuti nelle prove sostenute. Altri premi a chi ha partecipato ai campionati italiani individuali, a chi ha conquistato il titolo di campione regionale e a chi ha migliorato i record sociali.   In tema di premiazioni, un omaggio al professor Gino Falcetta per il lavoro svolto e per quanto rappresenta per la società osimana e non solo. Il taglio della torta, nel tardo pomeriggio, concludeva la due giorni di festa: da parte dell’Atletica Osimo un sentito ringraziamento a tutti quelli che hanno contribuito alla buona riuscita del cinquantenario e un caloroso augurio per le vicine festività natalizie.

(da comunicato Atletica Osimo di Sergio Fossati Pesaresi)


Il gruppo storico dell'Atletica Osimo


Atleti e tecnici con il presidente Malatini


Pasquale Del Moro, Romano De Angelis, Adriano Malatini, Gino Falcetta


Il tavolo delle autorità


La platea nella Sala Maggiore del Comune di Osimo

File allegati:
- Album fotografico


Condividi con
Seguici su: