La Festa 2018 dell'Atletica Fabriano

31 Dicembre 2018

Un altro anno di risultati soddisfacenti per la società biancorossa, tra titoli e medaglie, in vista dei lavori di rinnovamento dell’impianto


 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato dell’Atletica Fabriano. Il Comitato regionale FIDAL Marche è lieto di dare spazio a tutte le società che invieranno materiale utile per presentare la propria attività.

Non soltanto la campionessa italiana allieve nel lancio del martello Sara Zuccaro, il bronzo junior nel salto in lungo Martina Ruggeri, le finaliste tricolori Irene Rinaldi, Benedetta Dell’Osso, Gaia Ruggeri e Linda Lattanzi, le marciatrici Camilla Gatti e Sofia Baffetti, quinte nel Gran Prix nazionale allieve, il mezzofondista Gianmarco Cecchini sono sfilati sul palcoscenico del Teatro Don Giovanni Bosco per l’abituale festa di fine anno dell’Atletica Fabriano, ma anche più di cento giovani speranze, che hanno ricevuto l’applauso di una gremita platea e un ricordo di una stagione agonistica senz’altro soddisfacente. Graditissimi ospiti sono stati il pluridecorato marciatore fabrianese Giacomo Brandi e l’assessore allo sport Francesco Scaloni (presente in sala anche il consigliere comunale Euro Cesaroni) che ha ribadito l’imminenza dell’appalto per i lavori di ripristino dell’impianto a disposizione dell’atletica. Fabriano, le Marche e buona parte del centro Italia riavranno, presumibilmente durante l’estate del 2019, pista e pedane in perfetto ordine, rispolverando così una struttura particolarmente ambita per la sua efficienza da atleti di ogni categoria.


È la grande novità del momento, che fa seguito a quella, non meno importante, della gestione diretta da parte dell’Atletica Fabriano dello Stadio Comunale Mirko Aghetoni.

Tornando alla festa di fine anno, è stato sottolineato che l’associazione del presidente Sandro Petrucci, in attività dal 1961, ha chiuso il 2018 con 259 tesserati e numerose emergenze in tutte le categorie giovanili. Un ricordo particolare è stato rivolto agli amici che se ne sono andati troppo presto, il socio fondatore Roberto Del Brutto, uno dei primi, storici atleti, Osvaldo Brandi, e il presidente dell’Atletica Sangiorgese Pasquale Del Moro. Un lungo e affettuoso applauso ha accompagnato lo scandire dei loro indimenticabili nomi. E poi di nuovo ci si è tuffati nell’aspetto agonistico appena archiviato, ripercorrendo le gesta dei cadetti Vesna Braconi, Filippo Danieli, Sofia Coppari, Alessandro Giacometti, Jacopo Coppari, Nicolas Nucci, Luca Ciappelloni, Anna Maria Cesaroni, Davide Biducci, Cristina Cipolletta e tanti altri, così come i ragazzi Francesco Ranxha, Federico Tempestini, Anna Sbaffi, Sonia Tiberi e compagni. Dopo aver offerto un simpatico ricordo natalizio ai 90 esordienti durante gli ultimi appuntamenti in palestra, sono stati chiamati alla ribalta del palcoscenico oltre cento atleti, da Noemi Dolciotti e Rachele Stazi a Francesco Ghidetti, al pluridecorato master Massimiliano Poeta e ai compagni del cross, brillantemente in classifica nel Campionato di Società, ai piccoli, promettentissimi Emma Corrieri, Sandy Ori e Diego Annese. Non potevano mancare Luca Mancioli e Daniel Cerini, campioni italiani, europei e mondiali nelle loro manifestazioni Fisdir. Come sempre, sono stati i più acclamati, per la loro straordinaria passione e la grande simpatia che sanno trasmettere.

(foto di Lucia Petrucci)




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate