La Stamura si conferma al Memorial Serresi

07 Giugno 2018

Al campo Italico Conti, il club anconetano vince la settima edizione del meeting in ricordo del dirigente che ha guidato il Comitato regionale


 

Alla settima edizione, il Memorial Luigi Serresi ripete il successo di partecipazione con quasi 700 atleti-gara al campo Italico Conti di Ancona, dai giovanissimi esordienti ai master. In tanti anche quest’anno hanno voluto esserci, nel meeting intitolato al dirigente che ha guidato l’atletica marchigiana come presidente del Comitato regionale Fidal dal 2004 fino alla sua scomparsa avvenuta nel novembre 2011. Vittoria finale nuovamente per i padroni di casa della Sef Stamura Ancona, migliore società nella classifica a punti in base ai piazzamenti, al termine di un ricco programma di competizioni a cui ha assistito la famiglia Serresi con la moglie Marisa e la figlia Simona.

In chiave individuale la mezzofondista pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata), allenata dal tecnico anconetano Fabrizio Dubbini, corre i 1500 metri in 4’38”87 e conquista il Trofeo Marcello Salati per il miglior risultato tecnico assoluto nel mezzofondo, davanti a Elena Borghesi (Atl. Lugo, 4’39”53), con la promessa osimana Debora Baldinelli (Team Atl. Marche, 4’46”52) e l’allieva jesina Andree Fioretti (Sef Stamura Ancona, 4’50”89) entrambe al record personale.

Tra gli uomini l’ascolano Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) si aggiudica gli 800 con 1’53”41, invece nei 3000 metri l’abruzzese Douglas Scarlato (Us Aterno Pescara) in 8’45”32 precede Marco Campetti (Atl. Recanati, 8’46”34) e Luigi Del Buono (Sef Stamura Ancona, 8’55”53) che riceve il 7° Memorial Patrizio Pasquinelli per il miglior risultato di atleti “over 35” nelle prove di mezzofondo e dedicato al giudice di gara anconetano, alla presenza della sorella Cinzia.

Nella nona edizione del Memorial Franco Consoli in ricordo del noto tecnico, per la società con la maggiore somma di punteggi nel salto in alto, vittoria anche qui della Sef Stamura Ancona, club organizzatore dell’evento, mentre la filottranese Benedetta Trillini (Tam) prevale nella gara femminile a 1.69 dopo lo spareggio con Maia Macias (Sport Dlf Ancona). Dalla pedana del lungo arrivano invece alcuni dei principali risultati del meeting: la 22enne riminese Federica Giovanardi (Gs Valsugana Trentino) supera per la prima volta i 6 metri all’aperto con 6.20 (+1.7) e la 18enne Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) cresce fino a un notevole 5.92 (+0.8) dopo essersi già migliorata con 5.84 (0.0).

Tra gli uomini il campione italiano juniores Lorenzo Mantenuto (Atl. Gran Sasso Teramo) atterra a 7.23 (+0.9), secondo il sangiorgese Fabio Santarelli (Team Atl. Marche) con 6.82 (+0.6). Nel giavellotto primato personale dell’allievo Leonardo Burroni (Sef Stamura Ancona) con 49.76, un’impresa sfiorata dallo junior sangiorgese Cristian Prioteasa (Tam, 51.26) e da Gaia Ruggeri (Atl. Fabriano), gemella di Martina, con 37.07.

Tra i cadetti, nella seconda serie dei 150 metri Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona) chiude in 18”35 (-0.9) e fa suo il titolo regionale, al femminile 18”83 (-1.0) vincente di Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti). Nei 600 metri invece i nuovi campioni marchigiani under 16 sono Daniele Pennacchietti (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) con 1’30”41 e Serena Frolli (Atl. Osimo) in 1’40”08. In gara anche diversi giovanissimi che si sono appena avvicinati all’atletica grazie alla convenzione tra la Sef Stamura Ancona e la scuola media Donatello, in un progetto avviato nel corso dell’inverno con la manifestazione promozionale “Il più atletico indoor” nell’impianto al coperto del capoluogo regionale. Presenti alla manifestazione tra gli altri Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale Fidal Marche, e il campione italiano degli 800 metri Simone Barontini, a bordo pista per incitare i compagni di squadra.

File allegati:
- Risultati

(foto di Leonardo Sanna)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate