La marcia di Brandi è d’oro

14 Febbraio 2015

Il fabrianese della Sport Atletica Fermo conquista il tricolore under 18 nei 5000 indoor al Banca Marche Palas di Ancona

 

Partono con il piede giusto i Campionati italiani allievi indoor di Ancona per l’atletica delle Marche. Nella prima giornata arriva una medaglia d’oro, per merito di Giacomo Brandi che trionfa sui 5000 metri di marcia: è la seconda vittoria tricolore in carriera del fabrianese tra gli under 18, dopo quella di un anno fa nei 10.000 metri all’aperto. Quando mancano due chilometri al traguardo, il portacolori della Sport Atletica Fermo va in fuga e precede nettamente gli avversari, festeggiando a braccia alzate. Nella passata stagione ha indossato due volte la maglia azzurra, sia ai Trials europei che nei Giochi Olimpici giovanili. Si allena a Senigallia sotto la guida tecnica dell’ex campione azzurro Carlo Mattioli, quinto nella 20 km a cinque cerchi di Los Angeles ’84. Nato il 10 settembre 1998, studente dell’Istituto Agrario, è appassionato di musica e suona la chitarra, ma in passato si è cimentato anche nello studio del violino.

Brillante prestazione anche di Jacopo Tasso (Atl. Avis Macerata), che sulla pedana del Banca Marche Palas atterra a 6.91 nell’ultima prova del salto in lungo e si migliora di ben 21 centimetri rispetto al precedente record personale. Per lui un prestigioso quarto posto nella classifica finale. Allenato da Franco Lorenzetti, in precedenza si è dedicato anche al triplo, prima dei grandi progressi maturati quest’anno nel lungo. L’alto femminile vede poi Maia Macias (Sport Dlf Ancona) in nona posizione con il personal best di 1.64, mentre sulla pedana del lungo maschile cresce anche Yuri Squarcia (Asa Ascoli Piceno), undicesimo grazie a un salto di 6.50, invece il sangiorgese Fabio Santarelli è tredicesimo con 6.46.

Tante gare offrono spettacolo: l’emiliana Zaynab Dosso (Calcestruzzi Corradini Excelsior) si aggiudica i 60 metri in 7”50.

La ragazza di Rubiera, originaria della Costa d’Avorio e con un primato personale di 7”40, nei turni precedenti aveva corso però in 7”46 e 7”47. Anche al maschile, nel rettilineo dello sprint, vince un atleta ivoriano di nascita: Christian Bapou (Atl. Cento Torri Pavia) sfreccia per primo in 6”91. Domani sarà di nuovo in gara sui 200 metri. Al Banca Marche Palas si mette quindi in evidenza l’astista Max Mandusic (Trieste Atletica), che già con il terzo salto di giornata a 4.85 conquista la gara, per poi attaccare a quota 5 metri il proprio recente primato nazionale di categoria (4,90 due settimane fa a Padova). Sulla pedana dell’alto Giorgia Niero (Atl. Stiore Treviso) valica l’asticella posta a 1,80 migliorandosi di 8 centimetri, addirittura dieci sul personal best indoor. La veneta diventa così la settima italiana di sempre under 18 al coperto. In mattinata le prime maglie tricolori sono indossate dalla primatista italiana del peso Sydney Giampietro (Cus Pro Patria Milano), che lancia 16.16, e Mattia Zagotto (Atl. Vicentina), 7.18 nel lungo. Domani la seconda giornata con in palio 15 titoli e diretta video su http://fidal.idealweb.tv.
 
RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
1° Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) 5000 marcia 22’25”17
4° Jacopo Tasso (Atl. Avis Macerata) lungo 6.91
9. Maia Macias (Sport Dlf Ancona) alto 1.64
11° Yuri Squarcia (Asa Ascoli Piceno) lungo 6.50
13° Fabio Santarelli (Team Atletica Marche) lungo 6.46
15° Lucian Chiriac (Sport Atl. Fermo) 60 metri 7”29 batt., 7”29 semifinale
17. Giulia Cippitelli (Atl. Avis Macerata) 3000 marcia 15’59”71
18. Elisabetta Bray (Atl. Avis Macerata) 3000 marcia 16’01”23
19° Diego Stecconi (Sport Dlf Ancona) lungo 6.31
25. Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 60 metri 8”02 batt.
37° Luca Alessi (Mezzofondo Club Ascoli) 60 metri 7”46 batt.
45. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) 60 metri 8”21 batt.

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: