Jacobs, 10.03 da urlo: ''Posso limare ancora...''

17 Luglio 2019

A Padova il velocista e saltatore che si allena a Roma diventa il 3° italiano di sempre: "Abbattere il muro dei 10 secondi e record". Bianchetti e Chigbolu quarti. Malavisi migliora


 

Nasce dal suo allenamento a Roma il 10.03 (+1.7) che Marcell Jacobs ieri sera ha impresso sulla pista del 33° Meeting di Padova: terzo italiano di sempre, dietro al primatista Filippo Tortu (9.99) e al mitico Pietro Mennea (10.01). Solo 4 centesimi separano dal record italiano il 24enne delle Fiamme Oro, che migliora in modo netto il personale di 10.08 realizzato l’anno scorso a Savona. Lo sprinter e saltatore, allenato da Paolo Camossi, aveva già centrato lo standard per i Mondiali di Doha nell’ultima uscita agonistica, dieci giorni fa a Trieste con 10.10

JACOBS: “L’OBIETTIVO SI AVVICINA” - “Sono contento perché la strada è quella giusta - commenta Jacobs - e la forma è in crescendo, ma sicuramente posso limare ancora qualcosa. Ogni volta un primato stagionale, adesso il personale, per avvicinarmi a quello che ormai è un obiettivo, non solo il muro dei dieci secondi ma anche il record italiano. In partenza sono migliorato, rispetto alle ultime gare, e questo mi ha portato a correre una fase lanciata più efficiente. Nell’ultimo tratto invece devo essere più sciolto e imparare a lanciarmi meglio sul traguardo. Da questi dettagli si possono togliere i centesimi che fanno la differenza, in una gara come i cento metri. Ancora però sono in fase di carico, verso gli appuntamenti più vicini che saranno gli Assoluti di Bressanone a fine luglio e poi gli Europei a squadre di Bydgoszcz. Per il salto in lungo, invece, deciderò nei prossimi giorni se sarà il caso di affrontarlo a breve”.

CHIGBOLU E BIANCHETTI – Sempre a Padova, sulla pedana del peso, quarto Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro/19,69) e reduce dal quinto posto alle Universiadi; nei 400 si piazza quarta Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) in 52.73, con il successo alla statunitense Phyllis Francis (51.20).

MALAVISI - Trasferta all’estero di alcuni azzurri al meeting internazionale di Sotteville-lès-Rouen, in Francia. Nel salto con l’asta terzo posto di Sonia Malavisi che, dopo l'esperienza alle Universiadi (settima) si riporta a 4,40, un risultato che le mancava dal debutto nella stagione all’aperto del 31 maggio a Padova dove era riuscita a superare 4,46. La portacolori delle Fiamme Gialle torna in quota, valicando la misura alla terza prova, e poi si cimenta in tre tentativi a 4,56 con altrettanti errori, pochi giorni dopo essersi piazzata settima con 4,31 alle Universiadi di Napoli. La 24enne romana era dovuta ricorrere al terzo salto anche per il 4,20 di ingresso, prima di aver ragione dell’asticella nel secondo a 4,30. Successo con 4,70 per la cubana Yarisley Silva, compagna di allenamento della tricolore indoor, davanti alla russa Olga Mullina, 4,40 alla terza ma nessun errore in precedenza. 

File allegati:
- TUTTI I RISULTATI
- ARTICOLO COMPLETO DA FIDAL


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate