Mangione e Dentato volano al Palaindoor

23 Gennaio 2021

La portacolori di Atletica Brescia e Benati in evidenza nei 400. L'ostacolista della Studentesca vicino al primato. Randazzo 7,79. Bene Vergaro sui 60 e Latini negli ostacoli (è PB)

 

di Lorenzo Bufalino

Dopo l’apertura di ieri con il salto triplo con il rientro in pedana di Simone Forte, oggi il meeting nazionale indoor di Ancona ha visto tanti ottimi risultati per gli atleti laziali. Alice Mangione vola sui 400 metri dove anche Lorenzo Benati corre al personale. Negli ostacoli Dentato a 5 centesimi dal primato di Simonelli mentre nel lungo è secondo Randazzo. Nell’asta vittoria di Mandusic su Sinno.

GRANDI 400 – Gare dei 400 metri ottime per i colori laziali che hanno visto le vittorie di Alice Mangione (Brescia Atletica) e Lorenzo Benati (Roma Acquacetosa). La siciliana di stanza a Roma, in attesa del suo esordio con la canotta dell’Esercito, sfodera alla sua prima gara indoor un grande 53.18, inserendosi nella top ten all time in Italia.

Benati invece è padrone della prima serie, vista correre in testa dal rientro alla corda fino all’arrivo quando il cronometro ha segnato per il romano il tempo di 47.53, personale indoor e quarto posto nelle graduatorie all time under 20 Italiane. Tra i giovani, la campionessa Italiana allieve dello scorso anno Federica Pansini (Studentesca Milardi) corre fino al personale scendendo a 56.54.

OTTIMI OSTACOLI – Anche nelle gare nel rettilineo, questo sabato dedicate agli ostacoli, i laziali corrono forte soprattutto con Damiano Dentato (Studentesca Milardi) che tra gli allievi sfodera la sciabolata da 7.76, tempo a 5 centesimi dalla migliore prestazione di categoria di Lorenzo Ndele Simonelli (7.71). Corre forte anche al femminile Giulia Latini (Carabinieri) che in una finale tiratissima, arriva al primato personale con il tempo di 8.30.

Vittoria tra le allieve di Elena Vergaro (Alto Lazio) con 8.80 mentre nella gara assoluta degli uomini Luca Trgovcevic avvicina il personale con 7.85. Dietro di lui Mattia Di Panfilo (Atletica Futura Roma) con 8.09 che arriva terzo nella gara vinta dall’aviere Lorenzo Perini.

SALTI – Attesa anche nelle pedane dei salti per tanti laziali. Nella gara ad invito del lungo uomini, Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) arriva secondo dietro il conterraneo Antonino Trio che vince con 7,90. Per Randazzo arriva un 7,79 che naturalmente non lo soddisfa, come non soddisfa Gabriele Chilà (Fiamme Gialle) il suo 7,41.

Nell’asta maschile vittoria per il neo finanziere Max Mandusic con la misura di 5,30 con cui ha avuto la meglio di Alessandro Sinno (Aereonautica) secondo con 5,20. Per Mandusic poi, dopo il 5,30 alla prima, anche tre tentativi a quota 5,45.


File allegati:
- RISULTATI

Le ostacoliste | Foto Stefano Carloni/FIDAL Marche


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate