Le Marche dell'atletica fanno festa a Fermo




 

2008 e 2009, due stagioni che resteranno nel cuore dell’atletica delle Marche per tanti motivi: per le medaglie, i record, l’organizzazione di tanti eventi in ogni angolo della regione. Un movimento dai mille volti che, come dimostrato dal successo degli Europei Master indoor di Ancona, riesce ad attraversare e coinvolgere tutte le stagioni della vita. Dai più piccoli dei Centri di avviamento allo sport, passando per le fasce giovanili e le categorie agonistiche fino alla marea senza età degli atleti over 35. Tutto questo è salito in passerella oggi a Fermo. All’Auditorium Centro Congressi S. Martino, uno ad uno, sono sfilati i protagonisti delle ultime due annate sportive. La serata si è aperta con un video che ha raccontato i momenti salienti, passando poi alle premiazioni, con gli atleti suddivisi per gruppi di specialità e i campioni italiani affiancati dai rispettivi tecnici. 89 medaglie conquistate alle rassegne tricolori, 26 titoli italiani, 35 maglie azzurre, 71 primati regionali, 92 titoli italiani master: questi i numeri dei due anni di intensa attività per le società della regione. “Una regione” – ha sottolineato il presidente Fidal Marche, Luigi Serresi“in cui l’Atletica tutta merita il suo spazio e il suo rispetto per quello che è stata in passato, per quello che è oggi e soprattutto per quello che, a fatica, sta costruendo, nonostante tutto, per il futuro. Vedere tanta gente qui oggi a Fermo, nella provincia più giovane delle Marche a cui diciamo grazie per l’ospitalità, ci dà una grande forza e un’importante conferma. L’atletica delle Marche c’è ed ha un cuore che batte forte dentro il più piccolo atleta così come nei campioni azzurri”.

Tanti i risultati di rilievo, dalla conferma dell’Avis Macerata maschile nella finale Argento, per la quale si è guadagnata la promozione la Tecno Adriatletica Marche femminile, ai podi under 18 nei Societari di prove multiple, con l’argento per le allieve dell’Avis Macerata e il bronzo dell’Atletica Osimo al maschile, sino ai successi della rappresentativa cadetti al Trofeo di Majano e al Memorial Musacchio, giunta poi sesta nella classifica combinata ai Campionati italiani. La fervida attività organizzativa ha visto, oltre agli Europei Master indoor, l’incontro internazionale indoor Italia-Finlandia nel 2008 e le edizioni dei Campionati italiani giovanili, master e di prove multiple indoor 2008 e 2009, sempre al Banca Marche Palas. In questa stagione, Porto Potenza Picena (MC) ha ospitato i Campionati italiani individuali di corsa campestre. Lo scorso anno anche i Tricolori invernali di lanci a San Benedetto del Tronto, dove torneranno nel 2010, e i Campionati italiani di pentathlon lanci master a Macerata, senza dimenticare che Grottammare (AP), sia nel 2008 che nel 2009, ha assegnato i titoli italiani allievi di marcia sui 10 km, mentre Montecassiano (MC) quest’anno ha organizzato la Finale A3 dei Campionati italiani di società. 

“L’atletica delle Marche si conferma non solo per i risultati tecnici, ma anche per la notevole capacità organizzativa” – ha dichiarato il consigliere nazionale FIDAL, Giuseppe Scorzoso“culminata con gli Europei Master indoor, che tra l’altro hanno anche dato vita a un’importante collaborazione tra la FIDAL e l’Associazione Europea Master (EVAA), che proseguirà agli Europei 2010 in Ungheria. E a svolgere un ruolo fondamentale non sono soltanto gli atleti, ma anche i giudici di gara”, ai quali sono state consegnate le benemerenze. La martellista Clarissa Claretti non è potuta essere presente a causa di un’influenza, mentre il prof. Franco Lorenzetti (Atl. Avis Macerata), attualmente coordinatore della macroarea tecnica dell’Italia centrale, ha ricevuto uno speciale riconoscimento per i suoi trentasei anni da Fiduciario Tecnico Regionale.


In basso il filmato della festa e
il video che riepiloga le stagioni 2008-2009, entrambi a cura di Mario Giannini



Condividi con
Seguici su: