MONDIALI JUNIORES | TRE MARCHIGIANI IN AZZURRO!




 

 

Eduardo Albertazzi, Lara Corradini e Federica De Santis: ecco i nomi dei tre marchigiani convocati per i prossimi Mondiali Juniores di atletica leggera. Un’avventura azzurra che li porterà dall’8 al 13 luglio a Bydgoszcz in Polonia, nel cuore di una delle più importanti rassegne internazionali dove il livello delle competizioni, nonostante siano soltanto under 20, si esprime già su performance decisamente “da grandi”.

 

EDUARDO ALBERTAZZI (ASA Ascoli - disco) – Primati personali: 58,51 (disco 1,500 Kg) – 54,60 m (1,750 kg)

A vederlo di persona si fa veramente fatica a credere che sia il più piccolo della spedizione azzurra. Ex giocatore di basket, due metri d’altezza e 49 di piede, questo gigante col sorriso dei suoi 17 anni ancora da compiere è l’ennesimo campione scoperto dal Maestro dello Sport Armando De Vincentis. Ascolano, studente di Liceo Classico con la passione per il teatro, è approdato all’atletica soltanto da un paio di anni, mettendosi subito in luce con una serie di ottimi risultati. Nel 2007 conquista il tricolore Allievi e quello studentesco, facendo anche la sua prima esperienza internazionale in occasione del Trofeo Jean-Humbert di Bordeaux. Fa parte della selezione nazionale della FIDAL del “Progetto Talento”. Il 2008 è iniziato per lui alla grande con un record italiano dietro l’altro, prima 54,60 con l’attrezzo da 1,750 kg e poi 58,51 m con quello da 1,500 kg. Senza dimenticare che anche con il disco da 2 kg, Eduardo ha già dimostrato di valere 50 metri. Nel 2008 ha già vestito la maglia azzurra debuttando con successo all’Incontro Internazionale under 18 di Chiuro dove ha sbaragliato la concorrenza degli accreditati rivali di Polonia e Spagna.

 

LARA CORRADINI (Atletica Montecassiano – 200/4x100) - Primati personali: 100m (12”16) – 200m (24”38) – 400m (57”61 indoor – 56”95 outdoor)

E’ nata a Macerata il 5 luglio 1990. Diventerà maggiorenne proprio il giorno della sua partenza per i Mondiali Juniores di Bydgoszcz in Polonia. Studentessa dell’Istituto Tecnico per Geometri di Macerata. Sua madre Flavia Di Giulio è stata negli anni ‘80 una valida quattrocentista (PB 57”21) della gloriosa Endas Ancona. Dopo un’esperienza nella ginnastica artistica, accompagnando la mamma al campo comincia a cimentarsi nell’atletica leggera per i colori della SACEN Corridonia, società della sua città di residenza, nelle gare riservate al settore promozionale. Da lì per lei, sotto la guida del tecnico Giuseppe Pigliacampo, è stato un susseguirsi di ottimi risultati sia da cadetta che da allieva, con una predilezione soprattutto per i 400 metri. Anche se Lara aveva dovuto fare sempre i conti prima che con le avversarie, con problemi fisici o di salute che puntualmente spuntavano sulla sua strada alla vigilia degli appuntamenti che contano. Il 2008 è stato, invece, l’anno della svolta e della rivincita con la maglia dell’Atletica Montecassiano a cui, dopo aver riscritto tutti i primati sociali di categoria, ha regalato nell’ordine il primo titolo italiano e la prima convocazione in Nazionale. La Corradini, Campionessa Italiana juniores in carica dei 200 m, si presenta all’appuntamento iridato con la migliore prestazione nazionale stagionale under 20 (24”38).

 

FEDERICA DE SANTIS (ASA Ascoli – triplo) – Primati personali: triplo (13,23 m)

In fatto di convocazioni è, senz’altro, la veterana del gruppo e ancora una volta, abbinerà l’azzurro della maglia della Nazionale al “rosa” dei suoi calzini, ovvero gli irrinunciabili portafortuna senza i quali la saltatrice ascolana non scende mai sulla pedana del triplo. Federica, atleta di carattere, veste i colori dell’ASA Ascoli, e nonostante la sua giovane età non è certo nuova a questo genere di esperienze “oltre confine”. Oltre, infatti, ai vari incontri ed eventi internazionali giovanili in cui è già stata azzurra, l’allieva del tecnico Alessandro Bernardi, aveva preso parte nel 2005 anche ai Mondiali under18 a Marrakech e nel 2007 è stata finalista agli Europei di Hengelo. La De Santis si presenta all’appuntamento iridato con al collo la medaglia d’oro di Campionessa Italiana 2008 e un personal best di 13,23 m (nel suo curriculum anche un 13,32 ventoso +2.3), datato ormai quasi un anno, che sullo stimolo della giusta tensione agonistica del Mondiale potrà senz’altro puntare a migliorare.



Condividi con
Seguici su: