Macerata: finale super con giavellotto e ragazzi

22 Ottobre 2019

Nel Memorial Stefano Salvucci, il figlio Emanuele migliora il record personale (65.00). Tutti i vincitori dei titoli marchigiani under 14, nell’ultima prova del Campionato Cinque Cerchi


 

Gran finale di stagione per l’atletica su pista delle Marche. A Macerata è andato in scena un doppio evento, ricco di significato e di risultati interessanti: il campionato regionale ragazzi (under 14), valido anche come ultima tappa del Campionato marchigiano di società “Cinque Cerchi”, abbinato alla prima edizione del Memorial Stefano Salvucci. Il meeting assoluto, dedicato al lancio del giavellotto, ha ricordato il tecnico scomparso nel mese di maggio. Proprio in quest’occasione Emanuele Salvucci si è reso protagonista di un’ottima prova migliorando subito il record personale con 65 metri esatti, al primo tentativo, e poi realizzando altri cinque lanci validi oltre i sessanta metri. Il 24enne dell’Atletica Avis Macerata, due volte campione nazionale giovanile, non poteva trovare modo migliore per onorare la memoria del papà Stefano, portacolori avisino come atleta già dalla fondazione del club, 43 anni fa, prima di diventare allenatore e dirigente. Notevole anche la prestazione del vicecampione italiano cadetti Giovanni Stella Fagiani (Atl. Avis Macerata), un altro talento cresciuto nel vivaio della società, autore di una spallata a 53.55. Al femminile vittoria per la sangiorgese Ilaria Del Moro (Team Atl. Marche) con 33.52, tra gli allievi 48.72 di Francesco Mancini (Asa Ascoli Piceno) mentre la cadetta Aurora Torresi (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) ha spedito l’attrezzo a 28.41.

Tra i ragazzi, applausi per Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R.

Rocchetti) che ha stabilito il nuovo record regionale under 14 nel salto in lungo con 5.73 al primo turno di gara, incrementando un primato che resisteva dall’ormai lontano 2005 quando l’urbinate Andrea Benedetti atterrò a 5.57, e si è aggiudicato anche il successo nei 60 ostacoli con il tempo di 9”23. La doppietta di titoli è stata centrata inoltre da Pietro Colonnella (Asa Ascoli Piceno), 1.57 nell’alto e 63.60 nel vortex, e al femminile da Elena Cavagna (Crazy Sport Tolentino), con 9.35 nel peso e un lancio del vortex a 44.07. La stagione del “Cinque Cerchi” si è articolata complessivamente su otto tappe in sei sedi: Ancona (25 maggio e 28 settembre), Macerata (26 maggio e 19 ottobre), Fermo (9 giugno), San Benedetto del Tronto (16 giugno), Sant’Elpidio a Mare (7 settembre) e Ascoli Piceno (12 ottobre).
 
RISULTATI
Ragazzi. 60: Lorenzo Riccioni (Atl. Fabriano) 7”82; 1000: Pietro Crosta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 3’07”10; 60 ostacoli e lungo: Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 9”23 e 5.73; alto e vortex: Pietro Colonnella (Asa Ascoli Piceno) 1.57 e 63.60; peso: Marco Nardocci (Asa Ascoli Piceno) 13.60; 4x100: Mattia Mengarelli, Alessandro Rocchetti, Marco Colletta, Andrea Lucarelli (Sef Stamura Ancona) 58”29.
Ragazze. 60: Giulia Orciari (Atl. Avis Fano-Pesaro) 8”57; 1000: Anna Mengarelli (Atl. Avis Macerata) 3’29”62; 60 ostacoli: Ginevra Olivetti (Atl. Chiaravalle) 10”31; alto: Mirea Brandi (Cus Urbino) 1.40; lungo: Sonia Provenziani (Atl. Recanati) 4.23; peso e vortex: Elena Cavagna (Crazy Sport Tolentino) 9.35 e 44.07; 4x100: Camilla Spinsanti, Beatrice Pellegrini, Viola Rinaldi, Ilaria Zagaria (Sef Stamura Ancona) 57”92.

File allegati:
- Risultati

Giovanni Stella Fagiani (foto di Maurizio Iesari)


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate