Master, il Gran Premio dell'Adriatico




 

Nel week-end a San Benedetto del Tronto (AP) si è svolto il tradizionale Gran Premio dell’Adriatico per il settore master. Organizzato dall’Atletica Torrione, il meeting ha celebrato l’edizione numero 16: si tratta senza dubbio di uno dei maggiori appuntamenti del calendario nazionale. Grande partecipazione anche quest’anno, con in tutto 574 atleti classificati, e molti nomi di rilievo che non hanno voluto mancare: a cominciare dai lanci, dove la friulana Anna Flaibani (MF80) ha migliorato i primati italiani di categoria nel martello (17.19) e martellone (7.93). Altri record superati, ma privi di riscontro anemometrico, sono quelli dei 200 ostacoli MM55 con 30”94 per merito del marchigiano Renzo Capecchi (Atl. Alma Juventus Fano) e nel lungo MF50 in cui la sammarinese Graziella Santini ha ottenuto 4.65.
Tra i tanti "over 35" delle Marche, in evidenza Rosanna Grufi (SEF Macerata), che sfiora il suo primato italiano nel disco MF55 con 28.31, e la compagna di squadra Giulia Perugini (SEF Macerata), autrice di 1.05 nell’alto MF70, mentre Annalisa Gambelli (Sport DLF Ancona) corre i 100 MF45 in 13”79 e Massimiliano Poeta (Atl. Fabriano) si aggiudica i 400 metri MM35 con 51”66. Assegnato l’8° Trofeo Giovanni Monti alla squadra della Liberatletica Aris Roma, davanti a SEF Macerata e Athlon Bastia. L’altro premio in palio era il 4° Memorial Gabriele Marchei per le migliori prestazioni tecniche individuali, che è stato suddiviso fra tre atlete: Brunella Del Giudice (32.77 nel martello MF65), Graziella Santini (per il suo 4.65 nel lungo MF50) ed Emma Mazzenga (3’31”64 negli 800 MF75).


RISULTATI COMPLETI

 

RECORD - Intanto, nello scorso fine settimana a Imola (BO) durante i Societari assoluti, l'anconetana Roberta Bugarini ha stabilito il nuovo primato europeo master W40 nel salto in alto. Con la misura di 1.74, la Bugarini ha migliorato di due centimetri un record che risaliva al lontano 1995, quando la tedesca Carmen Karg ottenne 1.72.



Condividi con
Seguici su: