Meeting Unicam, giovani in primo piano

23 Agosto 2015

Gli allievi Brandi e Kebe autori delle migliori prestazioni a Camerino

 

Allo stadio universitario Livio Luzi di Camerino, sabato 22 agosto, la quinta edizione del Meeting Unicam ha chiuso il raduno estivo regionale nel migliore dei modi. Molti dei giovani presenti sono quindi tornati in gara, dopo le quattro giornate del tradizionale appuntamento ospitato dalla città ducale. Al miglior risultato tecnico maschile è andato il Trofeo Città di Camerino, conquistato dal campione italiano under 18 Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) con 12’57”66 sui 3000 metri di marcia nell’ultima gara in programma. Fino a quel momento in testa alla classifica c’era il 66.04 del giavellottista anconetano Gianluca Tamberi (Fiamme Gialle), che poi ha voluto premiare il fabrianese Brandi in un simpatico siparietto al termine del meeting. La miglior prestazione femminile è stata realizzata invece con 12”41 (+1.0) sui 100 metri dall’allieva Sonia Kebe (Team Atl. Marche), sprinter di Corridonia, che ha ricevuto il Trofeo Unicam. Tra gli altri risultati, 1.67 nell’alto della sambenedettese Michela Colli (Pol. Università Foro Italico), 59”11 sui 400 metri per Elena Bruni (Collection Atl. Sambenedettese) e 37.91 nel giavellotto della sangiorgese Ilaria Del Moro (Tam). Al maschile l’allievo Rija Gardiner (Giovanni Scavo 2000), romano di origine filippina, ha corso in 49”51 sui 400 metri con il molisano Leo Paglione (Gs Virtus Campobasso) primo nei 3000 in 8’41”65. Sulla pedana dell’alto, 1.91 per l’osimano Manuel Nemo (Tam) e vittoria nei 100 metri del pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) in 11”18 (+2.0). A fare gli onori di casa Stefano Belardinelli e Roberto Cambriani, rispettivamente presidente e segretario del Cus Camerino, insieme a Claudio Pettinari, prorettore vicario dell’Università di Camerino, e Fulvio Esposito, che in precedenza è stato rettore dell’Università di Camerino. Tutti in prima fila per sostenere l’evento, con una partecipazione operativa direttamente sul campo in questa festa di sport. Presenti quindi Germano Peschini, vicepresidente Coni Marche, e Giuseppe Illuminati, delegato provinciale Coni Macerata, oltre a Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale Fidal Marche. E domani, lunedì 24 agosto, si aprono le porte di un altro raduno, quello nazionale, con 53 giovani “under 18” specialisti di velocità, salti, lanci e prove multiple, provenienti da ogni angolo d’Italia, che fino a venerdì 28 agosto saranno ospiti nel campus della città universitaria. Tra questi, anche due marchigiani: la velocista Elisa Maggi (Atl. Fabriano), allenata da Massimiliano Poeta, e il saltatore in lungo Jacopo Tasso (Atl. Avis Macerata), cresciuto sotto la guida tecnica di Franco Lorenzetti.

File allegati:
- RISULTATI

La premiazione di Sonia Kebe


Condividi con
Seguici su: