Oro e bronzo nell’apertura tricolore

06 Febbraio 2016

Giacomo Brandi trionfa nella marcia, Sonia Kebe terza sui 60 nella prima giornata della rassegna giovanile ad Ancona. Due migliori prestazioni italiane U23: Bianchetti (peso) e Malavisi (asta).


 

Un grande avvio per i Campionati italiani juniores e promesse al Palaindoor di Ancona. Gli atleti delle Marche conquistano subito due medaglie nella prima giornata, con la vittoria di Giacomo Brandi nei 5000 di marcia juniores. Il fabrianese della Sport Atletica Fermo domina la gara fin dall’inizio e migliora il suo record regionale under 20 di quasi mezzo minuto con 21’15”73, proseguendo così la striscia di successi già ottenuti da allievo per festeggiare la quarta affermazione consecutiva in una rassegna tricolore su pista. Nella passata stagione il 17enne allenato a Senigallia da un grande interprete del passato come Carlo Mattioli (quinto sulla 20 km ai Giochi di Los Angeles ’84) è stato anche protagonista ai Mondiali U18 con il nono posto in maglia azzurra. Sui 60 metri femminili juniores, splendida impresa di Sonia Kebe (Team Atletica Marche) che si mette al collo la medaglia di bronzo. La sprinter di Corridonia, anche lei classe ’98 e seguita tecnicamente da Flavia Di Giulio, coglie il terzo posto in finale eguagliando il personal best di 7”70. Per la prima volta riesce quindi a salire su un podio tricolore che conferma i suoi notevoli progressi. Brillante risultato nella stessa finale per Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese), ex campionessa nazionale giovanile di ginnastica, sesta con 7”79 dopo essersi migliorata soprattutto grazie al 7”76 in semifinale, che segue il 7”81 della batteria. Sesta posizione anche per l’anconetana Martina Piergallini (Atl. Brescia) sui 60 promesse, mentre nei 1500 metri under 23 Zakaria Rouimi chiude settimo al maschile e la pesarese Ilaria Sabbatini è ottava tra le donne.

Ad impreziosire la giornata, due nuove migliori prestazioni italiane: nel getto del peso Sebastiano Bianchetti ha stabilito il limite nazionale under 23 al coperto con un lancio di 19.40. Il precedente limite di categoria resisteva da ben 35 anni e portava il nome dell’olimpionico Alessandro Andrei che l’11 febbraio del 1981 a Genova era arrivato a 19.39. Un centimetro in più per il ventenne della Studentesca CaRiRi, originario di Contigliano (Rieti) ma che ormai vive e si allena a Schio (Vicenza) sotto la guida di un big azzurro della specialità come Paolo Dal Soglio. Bianchetti nelle ultime stagioni ha già praticamente riscritto tutti i primati giovanili under 20 e nel 2015 si è messo al collo il bronzo agli Europei juniores di Eskilstuna. L’azzurro aveva già esordito all’aperto con 19.06 (prima volta in carriera oltre i 19 metri) lo scorso 26 gennaio al termine del raduno federale a Potchefstroom (Sudafrica). In serata la 21enne Sonia Malavisi è salita a quota 4.40 nell’asta. Per la saltatrice romana delle Fiamme Gialle questa misura rappresenta il personale al coperto (PB outdoor 4.42) e soprattutto il terzo posto nelle liste italiane di sempre indoor a livello assoluto: la precedente MPI Promesse era il 4.36 di Giorgia Benecchi (Ancona, 14 febbraio 2010). Il rettilineo del Palaindoor ha anche decretato i campioni dei 60 metri con la bella sorpresa dell’ancora 17enne siciliano Nicholas Artuso (Atl. Villafranca).

Il messinese di Pale di Mela, fino alla scorsa estate portiere di beach soccer, non aveva mai corso questa distanza e in 6”77 ha battuto al fotofinish Andrea Federici (6”77, come Artuso è promosso al quinto posto alltime nelle liste italiane juniores) con il superfavorito Christian Bapou terzo in 6”83. Titolo femminile under 20 alla veneta Emma Girardello (Atl. Riviera del Brenta), 7”64 in finale e 7”60 in semifinale, mentre fra le promesse è la volta del modenese Simone Pettenati (La Fratellanza 1874) in 6”73 e Johanelis Herrera (Atl. Brescia), 7”52. Vittoria e bel progresso nel lungo under 23 con il triplista Simone Forte (Fiamme Gialle) che con 7.61 azzecca il suo miglior salto in carriera. Spunto brillante nei 1500 per Yassin Bouih (Fiamme Gialle) che si gioca con autorevolezza la volata e conquista il tricolore promesse (3’47”18, PB indoor). Nell’asta junior Matteo Capello (Atl. Piemonte) e Francesco Lama (Imola Sacmi Avis) superano entrambi 5.10, ma la maglia di campione italiano va al piemontese per una progressione senza errori alle spalle. Domani la seconda giornata di una manifestazione con più di 1100 atleti-gara in rappresentanza di oltre 200 società italiane, anche in diretta video su http://fidal.idealweb.tv.

RISULTATI PRIMA GIORNATA
1° Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) marcia 5000 juniores 21’15”73
3. Sonia Kebe (Team Atl. Marche) 60 juniores 7”70 finale, 7”72 semifinale, 7”79 batt.
6. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) 60 juniores 7”79 finale, 7”76 semifinale, 7”81 batt.
6. Martina Piergallini (Atl. Brescia 1950) 60 promesse 7”71 finale, 7”73 batt.
7° Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 1500 promesse 3’57”52
8. Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 1500 promesse 4’39”11
9. Giulia Cippitelli (Atl. Avis Macerata) marcia 3000 juniores 15’42”53
9. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) lungo juniores 4.85
10° Lorenzo Berdini (Sef Stamura Ancona) 1500 juniores 4’08”08
12. Elisabetta Bray (Atl. Avis Macerata) marcia 3000 juniores 15’58”39
12. Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo) asta promesse 3.20
15. Jacopo Tasso (Atl. Avis Macerata) lungo juniores 6.59
18° Harrison Olumakinwa (Atl. Recanati) 60 juniores 7”15 batt.
19. Martina Buscarini (Sef Stamura Ancona) 400 promesse 58”71
22. Claudia Semplici (Atl. Recanati) 60 juniores 7”99 semifinale, 7”96 batt.
squal. Michele Antonelli (Atl. Recanati) marcia 5000 promesse
 
RIEPILOGO DATE PRINCIPALI STAGIONE INDOOR ANCONA 2016
6-7 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
13-14 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
26-28 febbraio: Campionati italiani master indoor e di lanci invernali master all’aperto
5-6 marzo: Campionati italiani assoluti indoor
10-13 marzo: Campionati Mondiali indoor Inas (disabili intellettivo-relazionali)
13 marzo: Trofeo “Ai confini delle Marche” per rappresentative regionali cadetti
19-20 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor
29 marzo-3 aprile: Campionati Europei Master indoor

File allegati:
- Risultati
- La sezione dedicata su fidal.it


Condividi con
Seguici su: