Osimo, Borsi 13.21 al Trofeo Marche 9,14




 

Anche quest’anno non delude le attese il Trofeo Marche 9,14 di Osimo, meeting nazionale dedicato alle corse ad ostacoli. La gara-clou, quella sui 100 hs femminili, si risolve in favore di Veronica Borsi che in finale corre nel tempo di 13”21 (vento +1.9), a soli quattro centesimi dal suo record personale. L’atleta delle Fiamme Gialle stabilisce comunque il primato della manifestazione, dopo aver realizzato un altrettanto significativo 13”22 (+1.4) in batteria. Alle sue spalle, con 13”48 in finale, si piazza la vicecampionessa italiana Micol Cattaneo (Carabinieri), che nel turno preliminare aveva fatto segnare il crono di 13”42. Ma arrivano buoni risultati anche dal giro di pista con barriere: sui 400 ostacoli è l’albanese Eusebio Haliti (Pol. Rocco Scotellaro Matera) a mettersi in evidenza con 50”47, sfiorando di un solo centesimo il personal best, davanti ai finanzieri Leonardo Capotosti, secondo in 51”02 (miglior crono in carriera), e Federico Rubeca, 52”51.

Nei 110 ostacoli maschili, si impone il marchigiano John Mark Nalocca (Carabinieri) con 14”26 in finale (vento nullo), dopo aver corso la batteria in 14”25 (+2.3). La gara juniores vede invece il successo di Ivan Mach di Palmstein (Fiamme Gialle), che prevale con il tempo di 13”99 (0.0), mentre nella prova di qualificazione aveva ottenuto 14”22 (+3.3). Sui 400 ostacoli femminili, affermazione della cubana Yadisleidy Pedroso in 57”09, record del meeting anche in questo caso (come per Haliti e Mach di Palmstein), con il secondo posto dell’argento tricolore Aida Valente (Atl. Vicentina) in 1’01”06.  E poi le gare di velocità sulle distanze piane: la promessa Julius Kyambadde (Atl. Maxicar Civitanova) fa 10”67 in batteria sui 100 metri con vento di +1.8 e corre la finale in 10”88 (0.0). Al femminile, 12”00 (+0.6) in batteria di Rita De Cesaris (Esercito) davanti al 12”08 di Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo): le due arrivano nello stesso ordine anche in finale, con i rispettivi crono di 12”06 e 12”15. Il Trofeo Marche 9,14 va quindi alle Fiamme Gialle tra gli uomini e alle padrone di casa dell’Atletica Osimo in campo femminile, per la nona edizione di una riunione unica nel suo genere, nata nel 1978 e ripresa nel 2006 su iniziativa di Gino Falcetta, grazie all’impegno del Comune e dell’Atletica Osimo del presidente Adriano Malatini.

In mattinata sulla pista della Vescovara, spettacolo assicurato dal 7° Meeting Giovanile “Città di Osimo”. Con classifiche combinate per somma dei tempi ottenuti su gara piana e ad ostacoli, vittorie tra i ragazzi per Floriano Cirilli (Collection Atl. Sambenedettese) e Francesca Bray (Atl. Avis Macerata), mentre nei cadetti di Filippo Binci (Atl. Osimo) e Genny Caporalini (Atl. Recanati). Successo nella classifica generale a squadre per l’Atletica Osimo, prima anche tra i cadetti, mentre le altre graduatorie parziali hanno visto il predominio di Sangiorgese Tecnolift (cadette), Collection Sambenedettese (ragazzi) e Avis Macerata (ragazze).


RISULTATI COMPLETI


Nell'immagine, l'ostacolista Veronica Borsi (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL); in basso, il servizio video e la trasmissione "Starting block", a cura di Mario Giannini



Condividi con
Seguici su: