PALAINDOOR | EMOZIONI TRA OSTACOLI, SALTI E VELOCITA'




 

Sono stati gli ostacoli a regalare le prime guizzanti emozioni del pomeriggio. Tra i senior è stata sfida aperta tra il recanatese dell’Aeronautica Andrea Cocchi e il primatista e campione italiano juniores dei 110hs Mark Nalocca (Collection Atl. Sambenedettese). Nella prima prova ad avere la meglio è stato la promessa Nalocca per 8.14 a 8.21, ma la rivincita di Cocchi non si è fatta attendere con un brillante 8.08 (8.16 Nalocca) messo subito a segno nella seconda prova.

Tra gli juniores, invece, a farla da padrone è stato l’ex allievo Nicola Lucchi Casadei (Atl. Endas Cesena) che è tornato sulla pista che un anno fa lo aveva visto fare suo con 8.02 il primato italiano indoor under18. Per lui oggi 8.19 e 8.22 sulle barriere da un metro. Alle sue spalle Federico Cavina (Atl. Ravenna – 8.36) e Iacopo Palmieri (Atl. Montecassiano), con quest’ultimo che nella seconda prova ha centrato il personale a 8.42. Tra gli allievi, convince Leonardo Ottaviani (Atl. Avis Macerata) che, dopo i 4 metri nell’asta di ieri, si è fatto valere anche sugli ostacoli chiudendo al primo posto in 8.39 (8.55 B). Dietro di lui Stefano Broccoletti (Atl. Sangiorgese), al traguardo in 8.70. A livello femminile, invece, 8.97 per la promessa Elena Ricci (Alto Lazio) che ha così superato Lucia Santini (Atl. Fabriano-Osimo – 9.03) e la junior Ornella Oluwole (Atl. Montecassiano – 9.08). Bene anche l’allieva sangiorgese Maria Sofia Grandoni (Tecno Adriatletica Marche) che ha fermato il cronometro prima a 9.84 e poi a 9.64.

La più veloce delle 6 serie dei 200 metri è stata la portorecanatese Donata Piangerelli (Sport Atletica Fermo), autrice di un ottimo 25.02 che rappresenta anche il suo nuovo personal best nel giro di pista indoor. Dietro di lei, Martina Balboni (Atl. Montanari Gruzza – 24.47) e Elena Ricci (Alto Lazio – 25.60). 10 le serie, invece, in campo maschile con Marco Perrone (Virtus Emilsider BO) sfrecciato all’arrivo in 22.15. 22.92 e 22.96, quindi, gli altri due migliori crono, rispettivamente opera di Simone Di Serio (Alto Lazio) e Simone Marè (Sport Atl. Fermo).

Negli 800 femminili, vittoria per la tedesca Christian Danner in 2:16.84 che ha preceduto Ylenia Vignolo (Sisport Fiat – 2:18.69), mentre tra gli uomini a spuntarla per appena 4 centesimi è stato Enrico Maffei (Cus Torino – 1:58.95) su Marco Simoni (AS Francesco Francia - 1:58.99).

Dalla pedana del salto in lungo ad atterrare più lontano di tutti è stato Marco D’Agostinis (Acsi Campidoglio Palatino). Per lui, la misura di 7,29 m a 9 centimetri dallo junior Daniele Greco (Bruni Pubbl. Atl. Vomano – 7,20). 6,59 m, invece, per l’allievo Leonardo Bruno (Salento Atletica Matino). E se l’astista dell’Atletica Avis Macerata Giulia Micozzi si è imposta superando i 3,30 m, Valentino Teodori (Sport Atl. Fermano) nell’alto è stato protagonista di un’avvincente duello con l’asticella fino a quota 2 metri. Nel triplo femminile, vittoria di Valentina Morigi (Atl. Montanari Gruzza – 12,26).

L’atletica nazionale tornerà di nuovo al Palaindoor giovedì e domenica pomeriggio (17 e 20 gennaio) con altri due meeting. Da giovedì a domenica mattina Ancona e il Palas dorico, invece, ospiteranno l’importante Convention Nazionale dei Tecnici di Atletica Leggera.

APPUNTAMENTO IN TV: mercoledì 16 gennaio alle ore 21:20 su èTV Marche sarà trasmesso un servizio di 30 minuti dedicato al Meeting Nazionale del 13 gennaio. Alle 22:00 dello stesso giorno, per tutto il resto d’Italia, il servizio sarà trasmesso anche sul canale 891 di SKY (èTV), in replica sul satellite giovedì 17 gennaio alle ore 23:30.



Condividi con
Seguici su: