10.000m in pista. In palio i tricolori

16 Maggio 2019

A Monselice (PD) sabato si assegnano i titoli italiani della distanza più lunga della pista. Per il Piemonte riflettori su Italo Quazzola e Sara Brogiato.


 

Sabato 18 maggio a Monselice (PD) si assegneranno i titoli italiani dei 10.000 metri in pista per le categorie promesse (u23) e assoluti.

Al maschile punta al podio, e forse anche più in alto, il vercellese Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto), autore di una ottima prima parte di stagione. 25 anni compiuti da poco, alla fine di aprile sulla pista di Milano il piemontese ha corso in 28:48.89, mentre nella Festa del Cross è stato il quinto degli italiani al traguardo. Al suo attivo in questi mesi anche successi nella corsa su strada, ad esempio nella Tuttadritta di inizio maggio. Dovrà vedersela con Lorenzo Dini (Fiamme Gialle) e Alessandro Giacobazzi (Aeronautica) su tutti. Ma anche dagli altri piemontesi in gara: il suo compagno di club, e anch’egli vercellese, Francesco Carrera, che vanta un primato personale sulla distanza di 29:29.62; il biellese dell’Aeronautica Francesco Bona, recentemente impegnato nella Maratona di Trieste e nella Corsa su Strada Internazionale di Oderzo sui 10km; Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino), anche lui impegnato a Oderzo e, nello scorso fine settimana, sui 5000 metri in pista allo Stadio Nebiolo di Torino per i CdS; Dario De Caro (CUS Torino) che sulla distanza vanta un primato personale di 30:14.11 e che sarà in gara anche per il titolo promesse.

Al femminile ambizioni di podio per Sara Brogiato (Aeronautica); la torinese, che ultimamente ha scelto la maratona e la corsa su strada, non abbandona però la pista e, sulla distanza, vanta un primato personale di 35:19.33. Troverà sulla sua strada avversarie del calibro di Isabel Mattuzzi (US Quercia Trentingrana), Giovanna Epis (Carabinieri) e Federica Dal Ri (Esercito). Nella categoria u23 Michela Cesarò (Carabinieri) lotterà per il titolo insieme all’azzurrina della corsa in montagna Gaia Colli (Atl. Valle Brembana) e Alessia Tuccitto (GS Lammari).

ISCRITTI



Condividi con
Seguici su: