Montagna Tricolore. Presentato il progetto

14 Maggio 2018

Atletica Saluzzo, Comitato Corsa ai Piani di Tavagnasco e Atletica Susa Adriano Aschieris unite nel progetto patrocinato dalla Regione Piemonte con gli Assessorati allo Sport e alla Montagna.


 

Montagna Tricolore è un progetto, promosso e patrocinato dalla Regione Piemonte, in partnership tra Assessorato allo Sport e Assessorato alla Montagna, che riunisce sotto un’unica regia tre proposte organizzative di alto spessore:

  • Saluzzo (10 giugno): Campionato Italiano Assoluto di corsa in montagna / prima prova (salita e discesa) – ATLETICA SALUZZO
  • Tavagnasco - Santa Maria Maddalena ai Piani (22 luglio): Campionato Italiano Assoluto di corsa in montagna / seconda prova (sola salita) – COMITATO CORSA AI PIANI
  • Memorial Partigiani Stellina (26 agosto): manifestazione internazionale valida per il WMRA World Ranking – ATLETICA SUSA ADRIANO ASCHIERIS

Alla base del progetto, l’idea che unendo le forze si possa meglio esprimere nel contesto nazionale e internazionale la rilevanza della capacità organizzativa del Piemonte sportivo, tanto più in un ambito, come quello dello sport outdoor, in cui la nostra Regione rappresenta un punto di riferimento per tutto il territorio nazionale. Promuovere un intero movimento e un intero territorio, rappresentando la ricchezza di una “Montagna piemontese” che, letta con gli occhi dello sportivo, costituisce uno straordinario ed eterogeneo impianto a cielo aperto, senza soluzione di continuità.
L’eccezionalità del calendario nazionale 2018 della corsa in montagna non deve poi assolutamente sfuggire all’attenzione del pubblico. Per la prima volta nella storia infatti, il Piemonte ospiterà entrambe le prove valide per il Campionato Italiano Assoluto della corsa in montagna: a Saluzzo (CN) la gara di salita e discesa, a Tavagnasco (TO) la gara di sola salita. Questo a testimonianza della bontà organizzativa delle società piemontesi e della loro capacità di lanciare campioni diventati patrimonio e simbolo della specialità a livello internazionale.
Accanto alle due manifestazioni tricolori, il progetto include poi la più famosa delle gare italiane di corsa in montagna, il Memorial Partigiani Stellina di Susa e Mompantero (TO), che nel 2018 celebrerà la sua trentesima edizione.

Il progetto è stato presentato questa mattina presso la sala stampa della Regione Piemonte in Piazza Castello alla presenza dell'Assessore allo Sport della Regione Giovanni Maria Ferraris e dell'Assessore alla Montagna Alberto Valmaggia. All'incontro sono intervenuti gli organizzatori dei tre eventi inseriti nel progetto, il Direttore Tecnico della Nazionale di Corsa in Montagna Paolo Germanetto e la FIDAL Piemonte con la Presidente Rosa Maria Boaglio. Presente anche Camilla Magliano (Pod. Torino), vincitrice dell'edizione 2017 della Stellina e attesa protagonista dei tre eventi.

Soddisfazione per l'iniziativa è stata espressa dall'Assessore Ferraris: "Per la prima volta nella storia, il Piemonte ospiterà entrambe le prove valide per il Campionato Italiano Assoluto di corsa in montagna, unendo il nord al sud della nostra regione, con l'aggiunta del Memorial Partigiani Stellina, valido per il WMRA World Ranking, che conferma la valenza internazionale della gara. Sport, natura, montagna e cultura si fondono in un tutt'uno dal sapore di passione vera e alto livello agonistico".

Le manifestazioni saranno seguite attraverso le pagine social dedicate, i portali di settore – in particolare www.corsainmontagna.it , e attraverso le telecamere di Sky Sport e Rai Sport, con particolare riferimento alle trasmissioni “Icarus” (Sky Sport 1 e 2) e “Back” (RaiSport HD) che promuoveranno in ambito nazionale le gare inserite nel progetto.

SALUZZO. Comune, Parco del Monviso e Atletica Saluzzo uniti per una scommessa: portare i campioni della corsa in montagna italiana nel cuore di uno dei Comuni più affascinanti dell’intero Piemonte, dimostrando che la vera essenza del “mountain running” è spendibile anche senza raggiungere l’alta montagna. Il Campionato Italiano, nella formula che unisce la discesa alla salita, approda nel centro storico del Comune cuneese, seguendo un tracciato insolito e altamente scenografico. Tanti i luoghi storici che verranno toccati dal percorso:

  • la Castiglia: edificato nella seconda metà del 1200, per quattro secoli fu la residenza dei Marchesi di Saluzzo, fu ricostruito a casa penale nel 1825 e tale rimase sino al 1992 attraversando gran parte della storia nazionale dal Risorgimento all’Unità d’Italia e dal Fascismo alla Repubblica. Oggi è visitabile ed è sede di una collezione di arte contemporanea e dell’archivio storico comunale
  • casa di Silvio Pellico. È un edificio di origine medioevale. La casa-museo ospita la sala multimediale dedicata alle opere e i manoscritti dell'autore, e al primo piano è situato il piccolo appartamento dove lo scrittore e patriota Silvio Pellico nacque il 25 giugno 1789 e trascorse i primi anni d’infanzia, serbando però per tutta la vita un ricordo affettuoso e grato della città natale. Qui sono esposti i suo oggetti personali.
  • Più o meno marginalmente, il percorso toccherà tutti i luoghi simbolo della cittadina cuneese: l’Antico Palazzo Comunale (costruito tra il 1440 e il 1442), la Torre Civica, il Museo Civico Casa Cavassa (simbolo del Rinascimento saluzzese), la Cattedrale.

Un percorso che poi si snoderà anche attraverso i parchi e le ville della collina che sovrasta il centro storico e che offre scorci invidiabili tra sorgenti e fitta vegetazione boschiva. L’aspetto tecnico sarà così unito ad una straordinaria opera di promozione del territorio locale, che raggiungerà la massima vetrina nazionale attraverso la presenza di atleti e Società provenienti da tutta Italia. Già nel 2014 l’Atletica Saluzzo organizzò una prova del Campionato Italiano di corsa in montagna: lo fece ad Oncino, piccolo Comune ai piedi del Monviso.

Oggi il club cuneese è leader a livello nazionale sia nella corsa campestre (nel 2017 vinse i titoli di campione italiano di cross juniores e nella combinata femminile) che nella corsa in montagna (è campione italiano di società allieve in carica). Vanta tra i suoi atleti in attività diverse maglie azzurre (Valentina Gemetto, Riccardo Rabino, Lorenza Beccaria, Andrea Rostan). Organizzare un campionato italiano è dunque l’occasione per il club di mettere in risalto i propri giovani talenti ma anche l’occasione di un tributo di tutto lo sport piemontese a due campioni di questa terra che hanno fatto grande la corsa in montagna italiana nel mondo: i gemelli Martin e Bernard Dematteis.
L’appuntamento tricolore di Saluzzo costituirà tappa fondamentale per la composizione della squadra italiana impegnata, tre settimane dopo, nei Campionati Europei della specialità, in programma a Skopje, in Macedonia.
Tutte le informazioni sulla gara sul sito ufficiale della Società organizzatrice: www.atleticasaluzzo.com/eventi e sui canali social dell’Atletica Saluzzo.
Prossimo appuntamento: conferenza stampa il 5 giugno alle ore 18.00 a Saluzzo.

TAVAGNASCO. Sessantasette edizioni consecutive: Tavagnasco rivendica, con ragione ed orgoglio, un record significativo, quello della corsa in montagna italiana - e forse anche europea – più longeva. La manifestazione nasce nell’ormai lontano 1952 per scommessa tra i giovani del paese di Tavagnasco, che dal ponte sul fiume Dora Baltea volevano vedere chi, tra di loro, sarebbe stato il primo ad arrivare alla chiesetta di Santa Maria Maddalena ai Piani, circa 1000 metri più in alto.
Nel 2006 il primo successo con la prima assegnazione nella storia della società sportiva di un campionato italiano. Ora, a dodici anni di distanza, il nuovo riconoscimento da parte della Federazione Italiana di Atletica Leggera: il ritorno del Campionato Italiano, con la prova finale, quella di sola salita. Una seconda volta che rappresenta un altro record per un piccolo Comune come Tavagnasco con meno di mille abitanti, spartiacque tra Piemonte e Valle d’Aosta.
Il percorso, con tracciati differenziati in lunghezza e dislivello a seconda della categoria, prevede il traguardo per tutti i partecipanti nella frazione montana di Santa Maria Maddalena ai Piani che coniugherà ai festeggiamenti per i vincitori quelli della locale festa patronale.
Come Saluzzo, anche Tavagnasco rivestirà un momento chiave nella stagione della corsa in montagna per chi sogna di vestire la maglia azzurra. Dalla prova finale del campionato italiano usciranno infatti i nomi degli atleti che rappresenteranno l’Italia nei Campionati Mondiali di Andorra del prossimo 16 settembre.
Per tutte le informazioni e iscrizioni sulla corsa Tavagnasco-Santa Maria Maddalena ai Piani, il riferimento è il sito ufficiale della manifestazione: www.corsapiani.it  

SUSA. Il Memorial Partigiani Stellina è stata la prima gara di corsa in montagna ad essere ufficialmente riconosciuta dalla IAAF (International Association of Athletics Federation) ed è una delle manifestazioni dell’Outdoor Running più conosciute al mondo. Ma ha anche un’altra peculiarità: il suo forte e significativo legame con la storia. È infatti l’unico evento sportivo che si snoda attraverso tutte le epoche della storia locale: dall’età romana (partenza della gara presso l’Arco di Augusto di Susa) alla 2° Guerra Mondiale (la Resistenza partigiana e il ricordo della Battaglia delle Grange Sevine).
Dal 1989 la storia della corsa in montagna mondiale sui sentieri partigiani della Valle di Susa. Tra Resistenza e Liberazione. Nel ricordo delle gesta dei partigiani di Giulio Bolaffi, il “mitico” Comandante Laghi, sulle pieghe della memoria della battaglia delle Grange Sevine del 26 agosto 1944, si snodano e di anno in anno si rinnovano le vicende atletiche dei campionissimi della corsa in montagna che alla “Stellina” hanno sempre risposto presente!
Anche nel 2018 la manifestazione avrà rilievo mondiale, con il suo inserimento nel neonato World Mountain Running Ranking, senza dimenticare il fatto che proprio a Susa si concluderà la Mountain Classic Cup, ovvero il massimo circuito nazionale promosso dalla FIDAL e di cui per il 2018 fanno parte anche le gare di Saluzzo e Tavagnasco.
Un anno speciale questo per la Stellina. Il 2018 ricorre la 30ma edizione della manifestazione, un anniversario importante per celebrare il quale si tornerà al percorso originale, con lo storico passaggio alle Grange Sevine: i chilometri di gara tornano così ad essere poco meno di 15, il dislivello rimane di oltre 1500 metri. Una decisione che è anche un atto di rivalsa contro le tristi vicende che hanno riguardato queste montagne e questi sentieri nell’autunno scorso, quando un terribile incendio, durato oltre una settimana, ha mandato in fumo diversi chilometri quadrati di bosco. Toccante a questo proposito l'intervento in conferenza stampa del sindaco di Mompantero, Piera Favro, per la quale poter tornare ad ospitare la Stellina è un segnale di ripartenza e di vicinanza che la comunità può dare ad un territorio le cui ferite sono ancora profonde e visibili.
Per questo motivo, il Comitato Organizzatore e il Comune di Mompantero lanceranno per questa edizione della Stellina il primo Campionato Nazionale della Protezione Civile, aperto a volontari e forze di polizia, per ricordare l’impegno delle tante donne e dei tanti uomini impegnati nei mesi scorsi contro l’incendio.
Grazie alla collaborazione con il Comitato Piemontese della FIDAL, la manifestazione sarà anche valida quale prova unica di Campionato Regionale Lunghe Distanze e quale Trofeo delle Province per tutte le categorie.
Anche la Stellina 2018 vivrà nel ricordo di chi, negli anni, ha contribuito ad alimentarne la storia: premi speciali saranno dedicati a don Giampiero Piardi, al giornalista RAI Mario Pisano, già coordinatore organizzativo della manifestazione e ad Adriano Aschieris, presidente dell’Atletica Susa prima e di Fidal Piemonte, anima della “Stellina”, scomparso nel febbraio 2017.
Appuntamento a Susa e Mompantero nell’ultimo weekend di agosto: sabato 25 con la presentazione, domenica 26 con la partenza alle ore 9.00 sotto l’Arco di Augusto.
Tutte le informazioni sono reperibili sul sito ufficiale della manifestazione: www.stellinarace.it

 


Il parterre presente oggi alla conferenza stampa


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate