Primo triplo per Greco, OK la Caravelli




 

Esordio di stagione con 16,23 per Daniele Greco, il campione europeo under 23 di salto triplo, nel meeting nazionale di sabato 23 gennaio al Banca Marche Palas di Ancona. La misura vincente del salentino è arrivata alla seconda prova (serie completa: 15.91; 16.23; N; 15.64; N; 16.16), mentre il quinto salto ha dato l’impressione di essere decisamente più lungo, anche se di poco nullo. “Mi sento in forma fisicamente”, ha detto il ventenne poliziotto, “sono molto più avanti con la condizione, rispetto all’anno scorso di questi tempi. Peccato perché mi aspettavo di far meglio, però non sono riuscito a mettere insieme nel modo giusto tutti i particolari tecnici del salto, anche se la rincorsa c’era. Adesso torno ad allenarmi a casa, forse farò un meeting prima dei Campionati italiani giovanili”, in programma il 13-14 febbraio proprio al Palas marchigiano. L’anno scorso Greco saltò 16.56 ad Ancona il 24 gennaio, siglando la miglior prestazione italiana promesse, prima di superarla agli Assoluti di Torino con 16.83, che rimane il suo personale indoor. Nella gara di oggi, al secondo posto si è piazzato l’aviere Michele Boni, con 16 metri esatti.

Si esprime bene l’ostacolista Marzia Caravelli (Cus Cagliari), friulana che vive e si allena a Roma. Per lei 8”38 in batteria sui 60 hs (dopo l’8”42 di domenica a Rieti), ma in finale non fa meglio di 8”55. Alle sue spalle la finanziera Veronica Borsi, 8”62 (in batteria 8”56). Poi la Caravelli si è impegnata anche sui 200 metri, chiudendo in 24”72 dietro a Chiara Bazzoni (Esercito), prima in 24”47. Ancora un doppio duello sulle barriere alte tra John Mark Nalocca e Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo). Stavolta il carabiniere Nalocca si aggiudica i due confronti, sia in batteria che in finale, dove vince in 8”04 con quattro centesimi di vantaggio su Mantovani. Nella prima prova, il risultato era stato di 8”02 contro 8”07.

Bella sfida nell’asta femminile, dove Elena Scarpellini (Aeronautica) prevale sulla promessa Giorgia Benecchi (Cus Parma) per un errore in meno alla quota decisiva: entrambe saltano 4.20, con la Scarpellini che lo ottiene al secondo tentativo. La Benecchi si conferma in netto progresso, migliorando il fresco record personale di ulteriori cinque centimetri (per lei 4.15 a Firenze una settimana fa), e diventa la quarta di sempre nelle liste nazionali al coperto. Va segnalato anche il risultato della cardiologa romana Carla Forcellini (Cus Tirreno Atletica), ottava assoluta in gara con 3.20, nuovo primato mondiale master W50 (strappandolo alla statunitense Donna Schultz, che saltò 3.11 due anni fa a Seattle). Nel lungo, la fiamma azzurra Valeria Canella non va oltre 5.94, al rientro dopo un periodo di infortuni.

Domenica 24 invece, nel Banca Marche Meeting, spettacolo da non perdere sul rettilineo dei 60 metri, a partire dalle ore 15.30. Tra le donne, al via la finalista agli Europei indoor 2009, Aurora Salvagno, insieme a Giulia Arcioni, Ilenia Draisci e Jessica Paoletta. Nella gara maschile, debutta Jacques Riparelli, titolare della 4x100 azzurra agli ultimi Giochi Olimpici. Fari puntati anche sui più giovani: nel peso, attenzione ai lanci di Daniele Secci, autore domenica scorsa del primato italiano juniores con 20 metri esatti. Il marchigiano Lorenzo Veroli (quinto ai Mondiali allievi sui 400hs) e Francesco Patano si affrontano sui 400, entrambi al debutto tra gli juniores; nel triplo, in gara Federica De Santis. In palio, per il miglior risultato tecnico assoluto maschile e femminile, realizzato nel corso dell’intera manifestazione da atleti appartenenti a società marchigiane, una carta prepagata Banca Marche. Imponente la partecipazione, con 422 atleti-gara di ben 98 diverse società, mentre sabato sono state 330 le presenze e domenica mattina sono annunciati in 465 per la riunione giovanile.


RISULTATI

Maschili. 200: Enrico Minetto (Aeronautica) 22”13; 800: Mohamed Moro (La Fratellanza 1874 Modena) 1’54”04; 60 hs: John Mark Nalocca (Carabinieri) 8”04 (batt. 8”02); 2. Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo) 8”08 (batt. 8”07); 60 hs juniores: Luca Trgovcevic (Stud. CaRiRi) 8”39; 60 hs allievi: Leonardo Malatini (Atl. Osimo) 8”54 (batt. 8”48); alto: Alberto Bedin (Aeronautica) 2.15; triplo: Daniele Greco (Fiamme Oro) 16.23; 2. Michele Boni (Aeronautica) 16.00.
Femminili. 200
: Chiara Bazzoni (Esercito) 24”47; 2. Marzia Caravelli (Cus Cagliari) 24”72; 800: Chiara Nichetti (Italgest Athletic Club) 2’07”81; 60 hs: Caravelli 8”55 (batt. 8”38); 2. Veronica Borsi (Fiamme Gialle) 8”62 (batt. 8”56); 60 hs allieve: Giada Busolli (Leonardo da Vinci BZ) 9”14; n.p. Rebecca Palandri (Toscana Atl. Nissan/batt. 8”96); asta: Elena Scarpellini (Aeronautica) 4.20; 2. Giorgia Benecchi (Cus Parma) 4.20; lungo: Valeria Canella (Fiamme Azzurre) 5.94; 2. Cecilia Ricali (Fiamme Azzurre) 5.61.

Tutti gli iscritti al Banca Marche Meeting di domenica 24 gennaio:
http://www.fidal.it/2010/REG659/Index.htm

 

RIEPILOGO PROSSIME DATE STAGIONE INDOOR – ANCONA 2010
24 gennaio: Banca Marche Meeting
30-31 gennaio: Campionati Italiani di prove multiple
7 febbraio: Klass Meeting
13-14 febbraio: Campionati Italiani allievi-juniores-promesse

19-20-21 febbraio: Campionati Italiani master
27-28 febbraio: Campionati Italiani Assoluti
6 marzo: Incontro Internazionale juniores Italia-Francia-Germania


TUTTO IL PROGRAMMA

REGOLAMENTO COMPLETO

LA SEZIONE DEDICATA AL BANCA MARCHE PALAS

 

Nell'immagine, Daniele Greco durante il suo debutto stagionale nel triplo al Banca Marche Palas (foto di Claudio Petrucci); più in basso, l'ostacolista Marzia Caravelli (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL) e l'astista Giorgia Benecchi, seconda in gara ad Ancona, diventando la quarta di sempre al coperto in Italia (foto di Claudio Petrucci); a fondo pagina, il servizio video e l'ampia sintesi sui meeting del fine settimana, entrambi a cura di Mario Giannini






Condividi con
Seguici su: